martedì , 30 Novembre 2021
Notizie più calde //
Home » Attualità » TRIESTE: OPERATIVO IL PIANO NEVE 2013/2014.

TRIESTE: OPERATIVO IL PIANO NEVE 2013/2014.

image_pdfimage_print

        “Non ci sono situazioni di allerta a breve, ma è bene essere pronti a mettere in campo tutte le azioni atte a prevenire e a ridurre i disagi qualora si verifichino precipitazioni nevose e situazioni di ghiaccio al suolo”. Lo ha ribadito oggi (martedì 3 dicembre) il vicesindaco Fabiana Martini intervenendo, nella sala giunta municipio, alla conferenza stampa per presentare l’operatività del “Piano Neve 2013-2014” All’incontro erano presenti anche gli assessori comunali Umberto Laureni e Matteo Montesano, il direttore del Servizio Ambientale di AcegasAps Paolo Dal Maso e il comandante della Polizia locale Sergio Abbate.

Tra le novità di quest’anno, prendendo spunto da quanto viene già fatto a Padova -ha spiegato il vicesindaco Martini- il Comune di Trieste e AcegasAps hanno realizzato un volantino, che sarà distribuito in modo capillare (Centri civici, Urp e sarà scaricabile anche dal sito www.retecivica.trieste.it) e che contiene alcune informazioni di massima, utili a ridurre i disagi alla cittadinanza in caso di neve e ghiaccio. Tra le principali indicazioni si ricorda la centralità della sala operativa della Polizia locale (attiva 0-24 telefonando allo 040/366111) e ancora le modalità d’intervento dei mezzi spargisale e spazzaneve di AcegasAps. Indicazioni vengono fornite anche sulle modalità di spargimento sale, su cosa è chiamato a fare ogni cittadino in caso di neve e ghiaccio sia in prossimità di edifici pubblici che lungo la pubblica via. Altre indicazioni utili riguardano infine le modalità per proteggere i contatori d’acqua in caso di gelo. 

Le istruzioni per l’uso si richiamano alle regole del buon senso.  La necessità dell’impegno degli operatori economici a pulire le superfici di propria competenza è stata ribadita dall’assessore all’Ambiente Umberto Laureni .  L’importanza di una collaborazione reale è stata sottolienata anche dal comandante Sergio Abbate, che ha richiamato tutti a evitare spostamenti non necessari nelle giornate critiche di neve e ghiaccio.

NEVICA E GELA …cosa fa il Comune?

  • In caso di allerta meteo, la Sala operativa della Polizia Locale contatta i soggetti preposti all’esecuzione del Piano di Viabilità Invernale adottato dal Comune di Trieste.
  • Prima delle precipitazioni nevose, gli spargisale di Acegas-Aps procedono alla presalatura delle arterie cittadine. Contemporaneamente il personale della Polizia Locale monitora la situazione del territorio comunale, in modo da poter avvisare la Sala Operativa dell’inizio delle precipitazioni per l’attivazione dei servizi interessati.
  • A partire dalle prime precipitazioni nevose gli spazzaneve di AcegasAps attraversano la città lungo percorsi prestabiliti, secondo una scaletta di priorità che vede al primo posto le arterie che conducono a scuole, ospedali, stazioni ferroviarie, fermate dei bus, o comunque di grande importanza per la vita cittadina. In caso di nevicate copiose il personale appiedato provvede  alla pulizia delle strade a iniziare dalle zone più “sensibili”.
  • Qualora la gravità della situazione lo richieda il Comune, di concerto con la Protezione Civile Regionale, provvede a mobilitare le squadre dei volontari della Protezione Civile.
  • In caso di precipitazioni nevose, soprattutto se accompagnate da ghiaccio e bora, un notevole apporto alla gestione delle situazioni più critiche viene dato dal lavoro dei Vigili del Fuoco, che intervengono per risolvere le situazioni che maggiormente potrebbero mettere a rischio la pubblica incolumità.

 NEVICA E GELA …cosa fa il cittadino?

SPAZZARE LA NEVE DAL PROPRIO PASSO CARRAIO E DAL MARCIAPIEDE DAVANTI A CASA(1)

Nel caso di precipitazioni nevose, o anche di semplice presenza di ghiaccio, tutta la cittadinanza è chiamata a dare il proprio contributo.  In particolare, si raccomanda alla cittadinanza quanto segue:

  • spargere il sale sul marciapiede davanti a casa (circa 1 cucchiaio ogni mq prima che nevichi; circa mezzo chilo se è già nevicato, dopo aver spazzato la neve).
  • tenersi aggiornati sulle previsioni meteo: fare attenzione alle temperature e alla formazione di ghiaccio;
  • usare l’auto solo se necessario: il traffico rallenta il lavoro degli spazzaneve;
  • guidare con estrema prudenza;
  • usare le gomme termiche o tenere le catene a bordo;
  • parcheggiare l’auto in garage per non creare ostacoli agli spazzaneve;
  • l’uso di moto, scooter e bicicletta è vivamente sconsigliato;
  • indossare scarpe sicure per prevenire possibili cadute: i marciapiedi, specie se si forma il ghiaccio, possono rivelarsi estremamente scivolosi.

(1) Il Regolamento per la gestione dei Rifiuti Urbani ed Assimilati e la Pulizia del territorio prescrive, infatti, quanto segue (articolo 45): “Allo sgombero della neve e del ghiaccio dai marciapiedi, per una larghezza di almeno 100 cm, sono inoltre obbligatoriamente tenuti:

– i proprietari o i gestori, pubblici o privati, di immobili e/o terreni per il tratto antistante l’immobile e/o il terreno di competenza, con esclusione dei tratti con negozi, botteghe, magazzini o esercizi vari;

– i proprietari o i gestori di pubblici esercizi ed attività commerciali o artigianali in genere (negozi, botteghe, magazzini, ecc.) per i tratti antistanti i vani delle rispettive attività.

Al fine di liberare, nei tratti sopradescritti, la neve ed il ghiaccio, i soggetti di cui al c. 4 dovranno dotarsi di opportuna attrezzatura e materiale (pala metallica, sale stradale, ecc.). La neve ed il ghiaccio raccolti dai soggetti di cui al c. 4 dovranno essere ammucchiati sul bordo del marciapiedi, lato carreggiata o, comunque, evitando di intralciare i passaggi pedonali e, in generale, la circolazione veicolare o pedoni”.

DA RICORDARE CHE…

  • la neve fresca è più facile da togliere: non aspettare che diventi ghiaccio;
  • il sale va acquistato prima che nevichi, sulla base delle previsioni meteo;
  • si può acquistare il sale specifico per questo scopo, nei negozi di agraria, ma in mancanza, va benissimo anche il sale grosso da cucina, reperibile nei supermercati;
  • il sale serve a ridurre la temperatura di congelamento di circa 4°, con il sale il ghiaccio non si forma più a zero gradi, ma a temperature inferiori a -4°M;
  • le lame dello spazzaneve sono efficaci quando la neve sulle strade è almeno di 5 cm;
  • se nevica di giorno il lavoro dello spazzaneve è reso difficile dalle condizioni di traffico.

Si ricorda che dal 15 novembre 2012 al 15 aprile 2013, vige l’obbligo per tutti i veicoli, prescritto dall’A.N.A.S., di circolazione con catene a bordo o con pneumatici invernali (da neve) su alcuni tratti delle strade statali del Friuli Venezia Giulia maggiormente esposte al rischio di precipitazioni nevose o formazione di ghiaccio durante la stagione invernale

About Redazione

Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top