giovedì , 6 Maggio 2021
Notizie più calde //
Home » Attualità » TRIESTE-NOTTE BIANCA-.SERPENTONE DI GENTE MA POCHI AFFARI PER I NEGOZI

TRIESTE-NOTTE BIANCA-.SERPENTONE DI GENTE MA POCHI AFFARI PER I NEGOZI

image_pdfimage_print

Ieri sera lungo le vie cittadine di Trieste un  esagerato serpentone di turisti e cittadini ha invaso e vivacizzato il centro storico per l’occasione chiuso al traffico, da via XXX Ottobre a via Machiavelli, da piazza Sant’ Antonio a piazza Goldoni, da Corso Italia a via Carducci, nonché per le storiche aree pedonali di Cavana e via Madonna del Mare, per l’apertura della stagione dei saldi inaugurata dalla decima edizione della Notte Bianca.  Almeno dal punto di vista delle presenze, grazie anche alla mite serata estiva, le strade e gli esercizi pubblici sono stati letteralmente presi d’assalto: ristoranti, pizzerie, bar e gelaterie del centro  hanno fatto registrare  un pienone che in molti speravano di vedere affollati e che non hanno disatteso le speranze dei gestori e degli addetti al settore. Una mezza delusione per gli incassi dei negozi, quasi tutti aperti  fino a tarda notte, nei quali il flusso dei clienti, è stato costante, ma pochi hanno approfittato degli sconti e dei ribassi per fare acquisti intelligenti. La scelta prioritaria della clientela è stata quella di  acquisti mirati e ponderati, con un occhio sempre molto critico ai prezzi senza farsi ingannare da offerte strepitose, ma di poca utilità in un periodo  che continua a mostrare la sua debolezza per la crisi economica e la paura di spendere che pervade gli acquirenti. Molte le presenze di turisti   da Austria, Slovenia e Croazia, che hanno dato una spinta importante sul fronte delle vendite.  Comunque per i commercianti del centro l’ inizio dei saldi può ritenersi un avvio positivo grazie anche al contributo dei turisti stranieri. Tante le manifestazione in cornice alla serata dalle musiche anni 60/90 dell’ orchestra I ruggenti 60 in un repertorio di canzoni che hanno abbracciato i tempi d’oro della musica internazionale sul palco di Piazza Verdi, e lo spettacolo offerto in Piazza della Borsa dove    

                                                                                                                              Piazza della borsa e scenografia anni 5o

era in programma un vero e proprio ritorno agli anni 50/60 con gruppi di ballo ispirati ai mitici film de La febbre del Sabato sera e Grease con tanto di esibizioni e  lezioni di ballo, twist e rock’n roll attorniate dalla scenografia  di auto e moto d’epoca, molto apprezzate e fotografate dal pubblico, mentre nel centro storico con cornici di foto storiche della Trieste di un tempo, giovani e meno giovani affollavano i tavolini degli esercizi pubblici consumando bibite e spriz. Il più entusiasta della riuscita della Notte Bianca è apparso il sindaco Roberto Cosolini che presente durante tutta la serata ha voluto  verificare  l’andamento della manifestazione proposta in compagnia degli assessori Kraus e Marchigiani, per valutare anche l’eventuale impatto della pedonalizzazione proposta dalla giunta in carico; che ora attende fiduciosa la definitiva approvazione del piano del traffico comunale con un occhio di riguardo al commercio al dettaglio e alla situazione economica delle botteghe del centro.

 

LA REDAZIONE

 

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top