domenica , 13 Giugno 2021
Notizie più calde //
Home » Attualità » TEATRO VERDI, SALA RIDOTTO LUNEDI’ 19 OTT. ALEXEI NABIOULIN FESTIVAL PIANISTICO 2015
TEATRO VERDI, SALA RIDOTTO LUNEDI’ 19 OTT. ALEXEI NABIOULIN FESTIVAL PIANISTICO 2015
ALEXEI NABIOULIN

TEATRO VERDI, SALA RIDOTTO LUNEDI’ 19 OTT. ALEXEI NABIOULIN FESTIVAL PIANISTICO 2015

image_pdfimage_print

E’ uno dei talenti più celebrati del pianismo europeo contemporaneo l’artista russo Alexei Nabioulin, classe 1978, fra i più raffinati della sua generazione, prediletto dalla critica per il lirismo poetico abbinato al notevole virtuosismo delle sue esecuzioni. Sarà lui a siglare, lunedì 19 ottobre a Trieste (ore 20.30, Sala Ridotto Teatro Verdi) una preziosa performance su musiche di Robert Schumann (2 Novellette dall’op.21 e Kreisleriana op.16), Modest P. Mussorgsky (Una Lacrima, Meditazione – Foglio d’album, Scherzo in do diesis minore) e Sergej Prokof’ev (Sonata n.6 in la maggiore op.82). Giovanissimo, nel 1998 Nabioulin si affermava con il 1° Premio e Premio per la miglior interpretazione di F. Schubert al 23° Concorso pianistico A. Casagrande di Terni: il presidente di giuria, Dario de Rosa – il celebre pianista dello storico Trio di Trieste – lo salutava come “giovane artista dal brillante futuro. Il suo straordinario talento, così genuino, il suo naturale pianismo lo porterà a ricevere apprezzamenti e grande ammirazione”. Prevendite da Ticket Point Trieste, info Associazione Chamber Music, tel. 040.3480598 www.acmtrioditrieste.it  Curato e promosso da Chamber Music Trieste per la direzione artistica di Fedra Florit, il Festival Pianistico “Giovani interpreti & grandi Maestri” è realizzato in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività culturali, con il sostegno di Banca Mediolanum, Suono Vivo-Padova, Zoogami e con il patrocinio del Comune e della Provincia di Trieste. Mediapartner il quotidiano Il Piccolo e la sede Rai Fvg.

Dal 2012 Nabioulin coniuga l’attività concertistica con l’insegnamento presso il Conservatorio di Mosca e si esibisce regolarmente in Russia, Europa dell’Est e dell’Ovest, Asia, Nord America, e per importanti Festival quali il Musical Olympus (San Pietroburgo); La Roque d’Antheron, PianoPassion, Radio France Montpellier, Piano en Valois, Musique dans les Vignes e Divonnes les Bains (Francia); Povoa de Varzim (Portogallo), Festival di Santander (Spagna), Lago Maggiore Musica, Notti nei giardini d’Europa, Festival dei Due Mondi di Spoleto, SchonSchubert e Festival Liszt di Modena (Italia); Beethovenfest di Bonne (Germania); Martisor e Noptile Pianistice a Chishinau (Moldavia); Rachmaninoff Festival a Kharkov (Ucraina). Suona spesso con la National Symphony Orchestra of Ireland, Irish Chamber Orchestra, Greenwich Symphony, Orchestre National de Lille, Czech Virtuosi di Brno, Sinfonica Warzsawa, Orchestra Filarmonica di Monte-Carlo, Orchestra giovanile Russa, Ural Philarmonic Orchestra, Orchestra Sinfonica Nazionale dell’Ucraina, The Moscow Philarmony Academy Symphony Orchestra, The State Academy Symphony Orchestra of Russia tra le altre orchestre. Performance del pianista sono state registrate da Audite (Prokofiev e Rachmaninov), Melodia (Schubert) e Triton (registrazioni dal vivo durante il Concorso Tchaikovsky). Nato a Norilsk, in Russia, oggi 36enne, Alexei Nabioulin ha iniziato gli studi musicali all’età di 5 anni sotto la guida della madre e si è esibito per la prima volta a soli 9 anni. Dal 1988 al 1996 ha studiato con Siavush Gadzhiev alla “Central Special Music School” del Conservatorio di Mosca, conquistando prestigiosi riconoscimenti. 1992: 3° Premio al Primo Concorso Giovanile Internazionale Tchaikovsky (Mosca). 1998: 2000: 1° Premio e Premio per la miglior interpretazione di John Field al 5° Concorso pianistico Internazionale di Dublino 2002: 2° Premio e Medaglia d’argento al 12° Concorso Internazionale Tchaikovsky. Dopo il diploma a pieni voti presso la Central Music School, è entrato nel Conservatorio di Mosca nella classe di M. S. Voskresensky, e ha studiato composizione con I. L. Khudoley. Ha completato gli studi nel 2001.

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top