mercoledì , 4 Agosto 2021
Notizie più calde //
Home » Attualità » TEATRO STABILE CONTRADA DI TRIESTE CHE PRESENTA IL SUO NUOVO CARTELLONE DI PROSA il 2 settembre 2014

TEATRO STABILE CONTRADA DI TRIESTE CHE PRESENTA IL SUO NUOVO CARTELLONE DI PROSA il 2 settembre 2014

image_pdfimage_print

Martedì 2 settembre, al Teatro Orazio Bobbio di Via Ghirlandaio 12, si terrà la conferenza stampa della Contrada-Teatro Stabile di Trieste in cui verranno presentate tutte le novità della Stagione di Prosa 2014/2015. Nel corso dell’incontro, dedicato ai giornalisti e agli ospiti, che avrà inizio alle ore 11.30, saranno svelati gli spettacoli del nuovo cartellone preparato dallo Stabile privato triestino. La Presidente Livia Amabilino descriverà le linee-guida della nuova Stagione e presenterà il nuovo Direttore artistico. A seguire il Direttore organizzativo Diego Matuchina illustrerà le nuove produzioni del Teatro Stabile di Trieste e gli altri titoli del cartellone. Nel pomeriggio, alle ore 18.00, come da consuetudine, la Contrada presenterà in anteprima la nuova Stagione di Prosa al proprio pubblico nel corso della tradizionale Festa per gli Abbonati. Un appuntamento che quest’anno si preannuncia davvero imperdibile grazie allo spettacolo “Musica Maestro!”, un omaggio al compositore Livio Cecchelin. Saranno Ariella Reggio, Marzia Postogna, Julian Sgherla ed Enza De Rose a riproporre alcune delle numerosissime canzoni che Cecchelin ha composto per La Contrada con l’autore stesso sul palco, che li accompagnerà al pianoforte. La storia di Cecchelin e della sua famiglia si intersecheranno, ancora una volta con quella della Contrada, passando attraverso il varietà ed altre sorprese.  Durante la manifestazione pomeridiana, saranno presentate tutte le novità della campagna abbonamenti, che parte mercoledì 3 settembre.

Entrambe le manifestazioni sono ad ingresso libero.

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top