giovedì , 4 Marzo 2021
Notizie più calde //
Home » Attualità » TEATRO CONTATTO 32: FACCIAMO LE DIFFERENZE

TEATRO CONTATTO 32: FACCIAMO LE DIFFERENZE

image_pdfimage_print

Teatro Contatto 32 si inaugura l’8 novembre 2013 (Teatro Palamostre) con un Pinocchio “differente”, per l’appunto, il Pinocchio creato dalla compagnia Babilonia Teatri in collaborazione con Gli amici di Luca, l’Associazione bolognese nata per dare supporto a chi ha vissuto l’esperienza del coma. Spettacolo sulla vita e la morte, racconta in maniera anticonvenzionale, toccante, sorprendentemente ironica tre rinascite “in prima persona”. Il 28 novembre (Teatro Palamostre) un protagonista della scena civile italiana, Ascanio Celestini inscena Discorsi alla nazione: fra democrazia e dittatura, una galleria di uomini di potere impegnati a testare il proprio ascendente su cittadini sempre più sudditi e governi sempre meno democratici.

Non c’è solo il cinema fra gli impegni di Giuseppe Battiston: nella prossima stagione c’è nuovamente anche il palcoscenico, dopo il Macbeth della passata stagione e l’ Orson Welles di tre anni fa.  L’invenzione della solitudine , da uno dei romanzi più autobiografici di Paul Auster, lo vede infatti protagonista con un nuovo monologo a Udine il 12-13 dicembre (Teatro Palamostre). La perdita improvvisa del padre è occasione per lo scrittore americano di un viaggio fra ricordi d’infanzia e la scoperta di sorprendenti coincidenze esistenziali, nel più squisito stile dell’autore della Musica del caso. In un Paese in cui i casi di omofobia sono in costante crescita, ricci/forteprendono posizione con il loro teatro di bruciante sincerità. L’11 gennaio 2014 la potente energia della loro compagnia sarà protagonista al Teatro Palamostre con Still Life , una presa di posizione onirica e potente contro indifferenza, ipocrisia e pregiudizio.

Per la prima volta a Teatro Contatto, una fra le formazioni più “colte” e innovative della scena emergente, Anagoor, il 25 gennaio a Udine (Teatro S. Giorgio) con L.I. Lingua imperii , ispirato allo sconvolgente romanzo Le Benevole di Johnathan Littell , in cui drammatici episodi storici della seconda Guerra mondiale sono narrati dal punto di vista di alcuni ufficiali nazisti.
Il regista e drammaturgo del momento, l’argentino Rafael Spregelburdfirma la regia della nuova coproduzione del CSS, Furia avicola , da due folgoranti corti teatrali sulla fine dell’Arte e sulla fine (sventata) del suo Paese. In scena il 30 -31 gennaio e 1 febbraio 2014 al Teatro S.Giorgio. E sempre dall’Argentina esuberante di talenti, arriva il 21-22 marzo 2014 (Teatro Palamostre) Claudio Tolcachir e la sua compagniaTimbre4, con Emilia , un interno di famiglia nella Buenos Aires di oggi e di ieri, sincero, disarmante, irresistibile.
Il segmento comico di Teatro Contatto prevede due appuntamenti: l’ 8 febbraio (Teatro Palamostre) i fenomenali Antonio Rezza e Flavia Mastrella con il caleidoscopico trasformismo di Fratto_X il 21-22 febbraio (Teatro Palamostre) per due straordinarie anteprime del nuovo spettacolo di Alessandro Bergonzoni .

Il romanzo forse più intimo e sconvolgente di Pier Vittorio Tondelli, Camere separate, scritto a pochi mesi dalla sua scomparsa, ha nuova vita teatrale inBiglietti da camere separate , un omaggio di Andrea Adriatico, da vedere il 27-28 febbraio e 1 marzo (Teatro S.Giorgio)Fratelli Dalla Vita, freschi vincitori del Premio Scenario 2013, ridisegnano tipi, prototipi, luoghi comuni del nordest disagiato seppur agiato, in una serata con doppia proposta: il 15 marzo (Teatro S.Giorgio) con Veneti Fair e, a seguire, Mio figlio era come un padre per me .

Il 5 aprile (Teatro S.Giorgio), Contatto mette in successione “maratona” tre capitoli del progetto Io Shakeaspeare realizzato dall’Accademia degli Artefatti e appena presentato alla Biennale di Venezia al termine di una residenza a Udine che ha coinvolto il CSS anche come coproduttore. Il drammaturgo britannico Tim Crouch in Io Cinna (produzione CSS con l’udinese Gabriele Benedetti), Io Banquo Io Fiordipisello riscrive note commedie e drammi shakespeariani dal punto di vista di personaggi minori e secondari, facendone emergere aspetti inediti e divulgativi.

Il fine stagione è affidato, il 12 aprile 2014 (Teatro Palamostre), all’energia contagiosa e civile del Collettivo InternoEnki, la compagnia vincitrice del Premio Ustica 2013 con M.E.D.E.A Big Oil vibrante denuncia sul devastante dominio monopolistico delle multinazionali del petrolio in Basilicata.
Dal 10 settembre, apertura biglietteria a Udine, Teatro Palamostre, piazzale Diacono 21, dal martedì al sabato ore 17.30-19.30, t +39 0432 506925. biglietteria@cssudine.it www.cssudine.it

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top