martedì , 22 Giugno 2021
Notizie più calde //
Home » Attualità » Serracchiani e Donadi a Tricesimo per sostenere la candidata sindaco Gabriela Martinuzzi

Serracchiani e Donadi a Tricesimo per sostenere la candidata sindaco Gabriela Martinuzzi

image_pdfimage_print

Venerdì sera presso il ristorante Belvedere di Tricesimo sono state presentate le liste a sostegno della candidata sindaco del Pd Gabriela Martinuzzi. Erano presenti, tra gli altri, il parlamentare dell’ Idv Donadi e l’europarlamentare Pd Serrachiani. I due “pezzi grossi” sono intervenuti sostenendo fortemente il programma ed il lavoro della Martinuzzi ma anche esprimendosi, di fronte alla platea formata da un centinaio di persone, sui temi caldi della politica europea, nazionale e regionale.

Donadi è entrato nel vivo della politica con dati numerici e proposte marcate Idv. Dalla riduzione dei costi della sanità, alle politiche per il rientro dei capitali dall’estero. Il costo della sanità, ha detto il parlamentare, è aumentato del 50% negli ultimi vent’anni perchè la politica è diventata intermediario ed appaltatore, cosa che non accade negli altri paesi europei. E così, a fronte di costi sempre più esorbitanti, visti le innegabili dinamiche clientelari, il servizio non è migliorato. Per quanto riguarda il rientro dei capitali dall’estero Donadi si è soffermato sulla situazione Svizzera affermando che il capitale italiano ancora nello stato elvetico si aggirerebbe intorno a 150 miliardi di euro e che al riguardo potrebbero essere adottate soluzioni fruttuose. E’ stato fatto l’esempio della soluzione tedesca. La Germania si è accordada con la Svizzera ed ha tassato tutti i capitali tedesco-elvetici, retroattivamente, dal 21% al 40%. Tale accordo è estato possibile grazie al fatto che la Svizzera, rifiutandosi di firmare, sarebbe entrata a pieno titolo tra i cosiddetti stati canaglia. Una soluzione simile stava per assere adottata anche dall’ Itala ma con l’arrivo del governo Monti e la ferma opposizione dell’ ABI (associazione bancaria italiana) purtroppo è sfumata.

La Serrachiani invece si è soffermata sulla necessità di una politica europea che non tradisca lo spirito europeista dei padri fondatori. Ha candeggiato sia l’utilizzo degli eurobond sia la tassazione delle transizioni finanziarie, misure che, secondo lei, difenderebbero i paesi più deboli da quelli più forti economicamente e creerebbero le basi economiche per una più stretta cooperazione europea. L’europarlamentare Pd ha poi difeso la scelta di responsabilità del partito democratico che ha preferito al rischio default il sostegno al goerno Monti, di cui però spesso non condivide le scelte. Ha confermato che, responsabilmente, il Pd sostiene una maggioranza di destra per evitare rischi gravissimi che si avrebbero con le elezioni in questo momento. La Serrachiani è poi entrata nel dibattito regionale sul comissariamento delle aziende sanitarie dicendosi fortemente contraria e affermando di preferire un dialogo aperto con le parti in causa quali medici e infermieri.

La presantazione dei candidati a sostegno della Martinuzzi è stata, tra le altre cose, un’ottima occasione per ascoltare da vicino i pareri di politici nazionali ed europei, possibilità che non si ha tutti i giorni e che contribuisce non solo ad una campagna elettorale ma, forse, anche a riavvicinare la popolazione alla politica.

Luca Artico

© Riproduzione riservata

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top