martedì , 26 Ottobre 2021
Notizie più calde //
Home » Attualità » “Serata d’Onore per Cesco” in memoria di Francesco Macedonio alla Contrada venerdì 15 maggio alle 20.30 al Teatro Bobbio

“Serata d’Onore per Cesco” in memoria di Francesco Macedonio alla Contrada venerdì 15 maggio alle 20.30 al Teatro Bobbio

image_pdfimage_print

Una “Serata d’onore per Cesco” proprio come l’ avrebbe pensata lui.

Tutti invitati, quindi, venerdì 15 maggio alle 20.30 al Teatro Bobbio, con ingresso gratuito,  per “Serata d’onore per Cesco” un omaggio della Contrada-Teatro Stabile di Trieste per Francesco Macedonio con il  sostegno della Fondazione Kathleen Foreman Casali.

Una serata pensata e voluta dalla direzione de La Contrada- Teatro Stabile di Trieste, che intende essere un affettuoso omaggio al Maestro che ha dedicato la sua vita al Teatro, considerando di fatto “sua” La Contrada di Trieste di cui è stato uno dei soci fondatori nel lontano 1976 nonché direttore artistico e regista. Fu infatti lui scegliere, per il teatro che stava fondando con Ariella Reggio, Orazio Bobbio e Lidia Braico, la denominazione di Teatro Popolare La Contrada, per indicare un teatro alternativo a quello ufficiale e vicino al pubblico.Una scelta voluta, quella di posticipare il ricordo del maestro, scomparso il 1 aprile 2014, per consentire a tutti i suoi amici, colleghi e collaboratori di essere presenti, a conclusione delle stagioni teatrali e dei loro impegni lavorativi. E saranno tantissimi  gli amici, i colleghi di anni di fatiche e successi  che si alterneranno sul palcoscenico del Teatro Bobbio per omaggiarlo a modo loro, con un pensiero, una poesia, un brano di prosa o una canzone

Macedonio Foto©Marino Sterle

Macedonio Foto©Marino Sterle

“…Forse il mio potrebbe essere definito come un teatro del realismo poetico...” affermava Francesco Macedonio, in Il teatro della poesia di Paolo Quazzolo edito da La Contrada. E il Teatro di Francesco Macedonio ha saputo lasciare il segno in Italia, in regione e soprattutto a Trieste.La sua passione, la sua dedizione al lavoro e la sua cura dei particolari si sono sempre mescolate alla sua curiosità per le novità, regalando negli anni grandi emozioni al pubblico.Saranno tre le linee guida della serata che seguono altrettante diramazioni dell’attività di Francesco Macedonio. Attivo nel teatro in italiano, quello di prosa, che ha visto i suoi spettacoli applauditi a livello nazionale e per i quali ha collaborato con innumerevoli professionisti. Ma Macedonio, aveva voluto e dato il via anche a una drammaturgia in dialetto triestino, che era partita con un testo di Claudio Grisancich e Roberto Damiani intitolato A casa tra un poco e che dal 1983, anno dell’acquisizione dell’allora Teatro Cristallo, ormai è diventato uno degli appuntamenti fissi della stagione teatrale. Anche il teatro per ragazzi con Macedonio divenne un appuntamento imperdibile, grazie alle sue intuizioni, con delle produzioni che sono rimaste nella storia.Francesco Macedonio non avrebbe sicuramente voluto essere ricordato con orazioni e tristezza ma con la magia della parola, della voce della musica e del video e proprio così sarà questo omaggio con una sorpresa finale. Un modo per ripercorrere i lavori, i successi e le passioni di un uomo che ha dato tantissimo al teatro contemporaneo e ai giovani attori.Non a caso sul palco, a presentare la serata, ci saranno Andrea Germani, che si è formato all’’Accademia della Contrada e Zita Fusco, che con lui ha lavorato in I ragazzi irresistibili.

Tra i protagonisti della serata, coordinata amichevolmente da Mario Mirasola, Ariella Reggio, Antonio Salines, Marzia Postogna, Claudio Grisancich, Maurizio Repetto e Gloria Sapio, Riccardo Peroni, Massimiliano Forza, Franko Korosec, Carlo Moser, Adriano Giraldi, Maurizio Zacchigna, Maria Grazia Plos, e molti altri. Ma ci saranno anche i numerosissimi giovani che si sono formati all’Accademia della Contrada come Francesco Paolo Ferrara, Enza De Rose, Lorenzo Zuffi, Massimiliano Borghesi.

In questa speciale occasione verrà inoltre presentato in anteprima in un’edizione limitata il libro Francesco Macedonio-Racconti di Idria di Walter Chiereghin con una postfazione di Fulvio Senardi edito dall’Istituto Giuliano di Storia, Cultura e Documentazione e dalla Contrada con il sostegno della Fondazione Kathleen Foreman Casali. Il volume, nella sua edizione normale verrà successivamente presentato all’interno della manifestazione “E’ storia”.

 Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

About Redazione

Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top