1

SAN VITO JAZZ | Presentata l’edizione 2016

È stato presentato stamattina nella Sala degli Stucchi del Palazzo Municipale di San Vito al Tagliamento il programma dell’edizione 2016 di San Vito Jazz. Il sindaco Antonio Di Bisceglie, il presidente dell’Ente Regionale Teatrale Alessandro Malcangi e il direttore Renato Manzoni, il direttore artistico della rassegna Flavio Massarutto hanno illustrato alla stampa e al pubblico i tre appuntamenti in cartellone.

2007-2016 Dieci anni dalla parte del jazz: è questo il titolo scelto dal direttore artistico Flavio Massarutto per un compleanno importante e che esprime efficacemente quello che San Vito Jazz ha fatto in questi dieci anni e soprattutto lo spirito che anima la rassegna. Un progetto e una squadra che con caparbietà e passione hanno lavorato per portare sul palcoscenico di San Vito al Tagliamento alcuni dei più importanti protagonisti del jazz mondiale, italiano e regionale, puntando sempre su musicisti capaci di esprimere un linguaggio personale originale.

La fabbrica dei botti

La fabbrica dei botti

San Vito Jazz si distingue, inoltre, per diversi progetti collaterali portati avanti parallelamente alla rassegna: dalla registrazione dei concerti dal vivo (diventati poi tre dischi), alla messa in onda nazionale su Radio3 Rai di diversi live fino alla nascita di Jazz FVG, il network che raccoglie gli operatori del settore della nostra regione.

Il primo appuntamento è in programma sabato 5 marzo con La fabbrica dei botti in The Lomax Tapes, straordinario tributo che il polistrumentista Paolo Botti ha dedicato all’etnomusicologo e intellettuale statunitense Alan Lomax. Dalle prigioni del Sud degli Stati Uniti alle campagne italiane, dalle musiche di processione spagnole alle danze caraibiche, il concerto è un viaggio sorprendente ed intrigante nel folclore contaminato dall’improvvisazione.

Come da tradizione sono tre gli appuntamenti in programma. Sabato 12 marzo San Vito Jazz ospiterà in anteprima assoluta Ultramarine, il nuovo progetto del vulcanico sassofonista friulano Daniele D’Agaro. Un inedito ed entusiasmante percorso in compagnia di uno dei musicisti più felicemente irregolari del panorama internazionale alla guida di un ensemble di eccellenti improvvisatori che si distinguono per un ricchissimo e inusuale ventaglio strumentale.

Yiddish Melodies in Jazz

Yiddish Melodies in Jazz

Terzo e ultimo appuntamento domenica 20 marzo con Yiddish Melodies in Jazz. Il sassofonista romano Gabriele Coen accompagnerà il pubblico alla scoperta delle melodie ebraiche entrate a far parte del repertorio del jazz: tra classici e preziose rarità, i brani interpretati da maestri come Benny Goodman, Ella Fitzgerald e Billie Holiday verranno proposti in una nuova veste che ne restituisce il fascino del passato e li proietta nel futuro.

Tutti gli appuntamenti inizieranno alle 21 e andranno in scena all’Antico Teatro Sociale GianGiacomo Arrigoni, l’incantevole teatro barocco che avendo ospitato i concerti di San Vito Jazz sin dalla prima edizione della rassegna ne è diventato ormai la “casa”. Invariati i prezzi: per l’abbonamento 30 euro l’intero e 24 euro il ridotto; per i biglietti 12 euro l’intero e 10 il ridotto. La campagna abbonamenti si apre oggi, 13 febbraio, al Punto IAT nei consueti orari di apertura al pubblico: dal lunedì al venerdì con orario 9.30/12.30 e 15.00/18.00; il sabato e la domenica con orario 10.00/12.30 e 15.00/18.00.

UT Gandhi & Vertical Invaders

JAZZ LANDSCAPES_Mostra fotografica d’Agostino (Atina UT Gandhi Vertical Invaders)

Al termine della conferenza stampa è stata inaugurata la mostra fotografica Jazz Landscapes di Luca A. d’Agostino, allestita negli spazi della Loggia Comunale per festeggiare il decennale di San Vito Jazz. La mostra è un racconto per immagini del jazz, attraverso dieci scatti selezionati tra i tanti che il grande fotografo friulano ha realizzato in oltre trent’anni di attività nel mondo dello spettacolo.

San Vito Jazz è organizzato con la collaborazione della Fondazione Luigi Bon, la ProSanVito, l’Accademia d’Archi Arrigoni e Rai Radio3.

Per ulteriori informazioni contattare l’Ufficio IAT allo 0434.80251 o all’indirizzo iat.sanvitoaltagliamento@gmail.com, oppure l’Ufficio beni e attività culturali del Comune allo 0434.833295.