martedì , 26 Ottobre 2021
Notizie più calde //
Home » Attualità » Sabato 26 al Teatro Garzoni di Tricesimo – “Madame Guitar”
Sabato 26 al Teatro Garzoni di Tricesimo – “Madame Guitar”

Sabato 26 al Teatro Garzoni di Tricesimo – “Madame Guitar”

image_pdfimage_print

Una vera e propria maratona musicale si è tenuta Sabato 26 al Teatro Garzoni di Tricesimo. Ben quattro ore di musica e quattro ospiti hanno intrattenuto il numeroso pubblico in occasione della seconda serata di “Madame Guitar”, l’illustre manifestazione dedicata al mondo della sei corde giunta alla sua decima storica edizione.

Edizione sotto il nome di John Renbourn venuto a mancare lo scorso Marzo, autentica leggenda della musica Folk inglese che avrebbe dovuto suonare, in questa edizione, insieme a quella che forse è l’ultima grande leggenda vivente, Wizz Jones, ospite nella serata precende.

Anche se questa edizione si veste di nero parliamo della decima, un’annata importante e non può non essere che una festa.
Il primo a salire sul palco è l’australiano Michael Fix, virtuoso della chitarra nonchè insieme al celebre Tommy Emmanuel vera bandiera del chitarrismo Made in Australia.

Nel corso della serata propone brani presenti nel suo ultimo lavoro, molte delle quali rivisitazioni di brani iconografici nella storia della musica come “Mas Que Nada”, e cenni alla musica classica come il Guglielmo Tell di Rossini e la Toccata di Bach.

Voglio citare anche citare “My sweet baby” brano dedicato all’amore che lega un chitarrista alla sua chiatarra.

Segue il giovanissimo Andrea Valeri, amico per altro di Michael Fix.
Buon musicista, molto buona l’idea del brano “La lettera”. Pezzo ambientato nella seconda guerra mondiale parla della lettera che una madre invia al figlio al fronte, lettera che il figlio non riuscirà a finire di leggere. Con la chitarra rievoca i colpi di mitraglia e cannone e la musica è un messaggio di speranza. Ho personalmente trovato spiacevole il modo da “intrattenitore” che aveva sul palco, col risultato di aver messo la musica in secondo piano. Ho percepito molta poca sincerità in questo artista anche se chitarristicamente ineccepibile.
Durante il suo set sul palco è tornato Michael Fix per una Jam Session con Valeri.

Letteralmente altra cosa il concerto di Paul Metsers. Artista vero e dal valore assoluto.
La sua musica parla di tematiche profonde come i problemi dell’ambiente e del ruolo dell’uomo in tutto questo. Sincero e profondo ha catturato la platea con la sua musica e che musica. Giri di accordi semplici e melodie cantabili, il pubblico infatti è stato parte del concerto cantando i ritornelli dei suoi brani. Artista che fu punto di riferimento per Bob Dylan stesso che riprese il suo brano più celebre ” Farewell to the Gold”.

Conclude la serata il grande Antonio Forcione, uno sforzo organizzativo l’ha portato qui al massimo delle sue potenzialità, col suo quartetto ma andiamo per gradi.
Antonio Forcione è proabilmente il chitarrista italiano di maggior rilievo nella scena acustica e senza dubbio uno dei migliori al mondo. Lo stesso Paul McCartney ha elogiato il suo tocco.
Ha presentato il suo ultimo lavoro “Sketches Of Africa” ed i musicisti che ha scelto sono esemplificativi per un progetto simile.
Il virtuoso delle percussioni Adriano Adawale da San Paul, Brasile che si è fatto notare per la varietà e la forza nel suo fraseggio. Estremamente profondo e rievocativo è stato capace di far immaginare l’Africa in molti momenti.
Il brasiliano Matheus Nova al basso ha ricreato fantasmagoriche linee di basso che si legavano perfettamente con le percussioni lavorando in sinergia con Jenny Adejayan al violoncello, londinese di origine nigeriane.
La musica di “Sketches Of Africa” va oltre ogni concetto musicale. In grado di rievocare l’Africa attraversando vari generi come il Jazz ma non solo, superandolo. La differente provenienza dei vari membri della band ed a percorsi musicali probabilmente molto diversi ha creato un discorso musicale unico ed ognuno attinente al contesto.

Nulla di meno ci si poteva aspettare da un artista del livello di Antonio Forcione!
Madame Guitar chiuderà la sua decima edizione Domenica 27 con altri quattro concerti di assoluto rilievo, sul palco del Garzoni si alterneranno Luca Stricagnoli, Cuarteto Faustino Fernandez, il grandissimo duo con la leggenda della chitarra jazz italiana Franco Cerri ed il grande Antonio Onorato ed un omaggio a Sergio Endrigo da parte della figlia Claudia. Non mancate!

Warren Monteleone

About Redazione

Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top