giovedì , 5 Agosto 2021
Notizie più calde //
Home » Attualità » Roveredo in Piano 28/11/14 – GIANNI BARBACETTO e IVAN VADORI per la cultura della legalità

Roveredo in Piano 28/11/14 – GIANNI BARBACETTO e IVAN VADORI per la cultura della legalità

image_pdfimage_print

Il “Primo rapporto trimestrale sulle aree settentrionali” dell’Osservatorio sulla criminalità organizzata, diretto da Nando Dalla Chiesa, realizzato
per la presidenza della Commissione Parlamentare Antimafia, evidenzia come per le mafie sia più facile controllare il territorio ed infiltrarsi nelle
amministrazioni dei piccoli comuni.
“La diffusione del fenomeno mafioso avviene soprattutto attraverso il fittissimo reticolo dei comuni di dimensioni minori – si legge – È soprattutto
nei piccoli comuni che si costruisce una capacità di controllo del territorio, di condizionamento delle pubbliche amministrazioni locali, di
conseguimento di posizioni di monopolio nei settori basilari dell’economia mafiosa”.
Il fenomeno mafioso appare nel nord in crescita costante. “Si avverte nel complesso un movimento uniforme e profondo che interessa la maggioranza delle province settentrionali e ne mette a rischio sia l’economia sia gli schemi di condotta amministrativa e politica”.
Tale espansione è stata “favorita da processi di sottovalutazione e di rimozione che coinvolgono di norma la maggior parte dei protagonisti
della vita pubblica”. Partendo da queste considerazioni ci sembra indispensabile che un’amministrazione responsabile, ispirata da principi di trasparenza e legalità, abbia il coraggio di affrontare tale tematica in un’ottica di PROMOZIONE ATTIVA DELLA CULTURA DELLA LEGALITÀ.

PROGRAMMA:
Proiezione di scene de “La voce di Impastato” del giovane regista e giornalista Ivan Vadori che nel suo docu-film ha approfondito la ricerca su Radio Aut, il depistaggio dell’omicidio di Impastato e i collegamenti tra le attività di Peppino e l’efferato assassinio dei due carabinieri
di Alcamo Marina che ancora oggi non hanno avuto giustizia. Ciò attraverso le testimonianze di magistrati, parenti e giornalisti che hanno avuto uno stretto legame con Peppino Impastato (Nando Dalla Chiesa, Don Luigi Ciotti, Gian Carlo Caselli, Giovanni Impastato, Carlo Lucarelli, Franca Imbergamo, Salvo Palazzolo, Antonella Mascali, Salvo Vitale, Danilo Sulis).
A guidarci nella visione e nell’attualizzazione delle tematiche affrontate vi saranno lo stesso regista Ivan Vadori ed il giornalista e scrittore
Gianni Barbacetto, una delle principali firme de Il Fatto Quotidiano e direttore dell’Omicron (l’Osservatorio Milanese sulla Criminalità Organizzata al Nord).

Modererà il confronto la giornalista de Il Gazzettino Elisa Marini

About Enrico Liotti

Enrico Liotti
Giornalista Pubblicista dal 1978, pensionato di banca, impegnato nel sociale e nel giornalismo, collabora con riviste Piemontesi e Liguri da decenni.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top