sabato , 4 Dicembre 2021
Notizie più calde //
Home » Attualità » PORDENONE: ESTATE IN CITTÀ 2 agosto: Raccontare il deserto, notte al museo, Emfaber band

PORDENONE: ESTATE IN CITTÀ 2 agosto: Raccontare il deserto, notte al museo, Emfaber band

image_pdfimage_print

Una rivista perché gli imprenditori locali possano intraprendere investimenti in Africa. È questa la caratteristica della testata Africa & Architettura” fondata dall’architetto camerunense Fernand Didier Manga (che abita nel nostro territorio), di cui si parlerà nell’ultima giornata del festival “Raccontare il deserto-Tinawen Tenere”, organizzato nell’ambito dell’Estate in Città,

Didier Manga

Didier Manga

dall’Associazione “via Montereale” con l’ausilio de Il Mondo Tuareg, Pnbox Studios di Torre, Comune e Provincia di Pordenone, nonché con il sostegno della BCC Pordenonese. Sarà proprio Manga ad illustrare la rivista al chiostro di San Francesco il 2 agosto, alle ore 18,30, mentre alle 20,30 al ristorante Pnbox di Torre ci sarà la cena tuareg finale, una tradizione ormai consolidata da una decina d’anni. Durante la serata assieme ad ospiti come Carlo Pontesilli,  che farà la sua ultima “incursione” sulla poesia femminile araba e come ancora Manga con la sua esperienza di giornalista fondatore di “Africa & Architettura”, ospite d’onore sarà il rappresentante di Gran Canaria in Italia che parlerà ai convenuti del deserto della grande isola spagnola. La cena (per la quale è consigliabile la prenotazione allo 0434 551781) ricalca l’usanza tradizionale dei Tuareg che cucineranno il cuscus.Chissà cosa succede quando l’ultimo custode chiude il Museo? Giovani e curiosi aspiranti naturalisti potranno scoprirlo partecipando a un’avventura unica tra ossa, animali, grandi predatori… e un enorme mammut. Come nel famoso film, armati di torce elettriche, si esploreranno al buio le sale del

Notte al museo

Notte al museo

Museo di Storia Naturale di Pordenone. Sono questi gli ingredienti di “Una notte al Museo con gli scheletri” serata di giochi e attività dedicata a bambini e ragazzi dai 7 ai 13 anni condotta da Eupolis il 2 agosto per l’Estate in Città. Al termine delle attività si dormirà tutti assieme al museo

Per partecipare all’iniziativa è necessaria la prenotazione. Per iscrizioni e informazioni sui costi è possibile scrivere  a info@eupolis.info o telefonare al 347.9820337.

Emfaber festeggia i 20 anni di Emergency a Pordenone, ospite Paolo Mizzau con la Doctor  Love Band. Sarà una festa per i vent’anni di Emergency, ma anche un momento per ricordare il legame tra la band nata per sostenere il volontariato autentico e la città di Pordenone. Il concerto in programma sabato 2 agosto alle 21.15, in piazza XX settembre (in caso di maltempo Auditorium Concordia) nell’ambito dell’Estate in Città, sarà un tributo alla musica di Fabrizio De Andrè e dei cantautori italiani cari a Emfaber e occasione per ricordare, attraverso la musica, l’impegno umanitario di un’organizzazione che opera accanto ai più deboli, sempre in prima linea. “Il concerto – spiega Mauro Gremese,

EMFABER BAND

EMFABER BAND

referente provinciale di Emergency – nasce da una collaborazione consolidata con il Comune di Pordenone che si è sempre dimostrato sensibile alla causa di Emergency. Questa amicizia lo scorso anno è stata suggellata dall’evento al Teatro Verdi. Quest’anno è per noi un onore poterci esibire nel salotto della città, piazza XX settembre”. Ospite d’onore della serata, Paolo Mizzau con la sua Doctor Love Band, musicista blues molto conosciuto e apprezzato e amico di vecchia data di Emfaber. Emergency è nata a Milano nel 1994 come una piccola organizzazione di medici e infermieri, per offrire cure alle vittime della guerra e delle mine antiuomo. La prima missione è il Ruanda del genocidio: a Kigali, i medici di Emergency curano i feriti di guerra e rimettono in funzione il reparto di maternità dell’ospedale cittadino. Poi vengono l’Iraq, la Cambogia, l’Afghanistan e tanti altri Paesi, persino l’Italia, dove da qualche anno offrono cure gratuite a chi non può permettersele. L’impegno di migliaia di persone a praticare i diritti umani, per tutti è il filo rosso di un viaggio lungo vent’anni.

 

About Redazione

Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top