1

PORDENONE, CULTURA ECONOMICA FRA TASSE, DISUGUAGLIANZA E INNOVAZIONE

«La crisi ci ha posti di fronte alla necessità di far pagare di più a chi ha di più. L’evasione fiscale genera insopportabili ingiustizie»,ribadisce in un recente scritto il costituzionalista  Mario Bertolissi, che prevede:«la crisi fiscale dello Stato è destinata ad accompagnarci nella vita, senza soluzione di continuità. L’ottica del diritto tributario, che è quella di un duello permanente tra contribuente e fisco, identifica un dato ineliminabile, ma patologico. Il sistema può vivere, invece, soltanto se, fisiologicamente, chiunque è soggetto ad un tributo ha la consapevolezza di svolgere, pagando, una “funzione sovrana”». Proprio sul nodo di tasse e disuguaglianze si apre,giovedì 18 febbraio nell’Auditorium di Casa Zanussi di Pordenone (ore 15.30), la 32^ serie di Incontri di cultura economica promossi dall’ IRSE, l’Istituto Regionale di Studi Europei del Friuli Venezia Giulia, che ha per tema generale  “Riscrivere le regole”.  Dal 18 febbraio al 10 marzo una serie di tre incontri a più voci, come consuetudine aperti a tutta la città; quest’anno  con particolare coinvolgimento dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, di universitari  e di docenti e studenti  dell’ultimo anno dell’Istituto Tecnico Statale Settore Economico “Mattiussi” di Pordenone. Partecipazione gratuita, gradita l’iscrizione segnalando la partecipazione a irse@centroculturapordenone.it. Tutti i dettagli sul sito IRSE,centroculturapordenone.it/irse   tel 0434 365326

Sarà proprio Mario Bertolissi, uno dei più autorevoli costituzionalisti italiani, allievo di Livio Paladin e ordinario di Diritto Costituzionale all’Università di Padova ad aprire  il ciclo giovedì 18 febbraio, ore 15.30 con  “Riscrivere le regole: tasse e disuguaglianze”; insieme a lui   Claudio Zoli, docente di Scienza delle Finanze all’Università di Verona, studioso di modelli economici. Il confronto sarà coordinato dal commercialista pordenonese Andrea Babuin. Il secondo appuntamento, giovedì, 25 febbraio, si focalizzerà intorno a “Educazione finanziaria, giovani, risparmio, lavoro, fiducia” con gli interventi di Agar Brugiavini, docente di Economia Politica all’Università Ca’ Foscari di Venezia, e di Giuseppe Graffi Brunoro, presidente delle Banche di Credito Cooperativo del FVG, coordinati dal commercialista  Gianfranco Favaro. Risparmi in fumo? Ruolo delle banche? Saranno certo domande chiave. AdAgar Brugiavini, studiosa anche  di sistemi pensionistici si deve, tra l’altro, la proposta di un anticipo sulle tasse universitarie messo a disposizione dalle banche, avviato in via sperimentale a Ca’ Foscari: si tratta di una sorta di ‘prestito d’onore’ che dovrebbe portare gli studenti laureati nei tempi giusti a rimborsare solo il capitale entro un anno dalla laurea, e i ritardatari a onorare l’anticipo come un prestito vero e proprio con un tasso d’interesse agevolato, del quale si farebbe garante l’università.  A concludere il ciclo di incontri sarà,giovedì 10 marzo, un convegno dedicato a “Innovazione: per quale crescita?”: si confronteranno il ricercatore economico Roberto Romano di Cgil Lombardia, Claudio Giuliano fondatore e managing partner di INNOGEST Sgr Torino, il maggiore  Fondo italiano di venture capital, insieme agli imprenditori Gianni Potti,  imprenditore della comunicazione e del digitale e presidente Fondazione Comunica e Roberto Siagri presidente di Eurotech spa.

 

irse@centroculturapordenone.it

www.centroculturapordenone.it/irse