sabato , 27 Novembre 2021
Notizie più calde //
Home » Rubriche » Annunci e proposte » PORDENONE: Ciclo : Primavera di musica in Castello Armonie barocche

PORDENONE: Ciclo : Primavera di musica in Castello Armonie barocche

image_pdfimage_print

Domenica 23 marzo alle 16.00 al Castello di Torre sede del museo Archeologico si terrà il secondo appuntamento musicale, del ciclo “Primavera di musica in Castello”, promosso dall’assessorato alla cultura.
In scena il Quartetto Vagantes Musici che presenterà “musica da camera”, così definita perchè veniva eseguita negli appartamenti reali dei monarchi di Francia, nata nel periodo definito barocco del XVII-XVIII secolo. Originariamente era indirizzata all’intrattenimento, segnata dalla scrittura ritmico-melodica tipica delle forme di danza (sarabanda, giga, passacaglia, ciaccona, passepied, minuetto, ecc.).
Il Quartetto Vagantes Musici è sorto nel 2007 dall’iniziativa di Rina Titton Speri, mandolista e mandolinista, e Giuseppe Mussato, chitarrista, per esibirsi essenzialmente in strutture private. Nel 2009 è subentrato Giovanni Sperandio di Pordenone, oboista di esperienza internazionale, attualmente direttore dell’Orchestra a plettro Sanvitese di San Vito al Tagliamento, che ha dato una svolta qualitativa al gruppo e nel 2011 è entrata farne parte anche Lucia Momi, mandolinista dell’Orchestra stessa. Con l’attuale organico le esibizioni sono caratterizzate del tipo “Haus Musik” come al tempo dei grandi cameristi cioè musica per ambienti piccoli.
L’entrata sarà libera fino ad esaurimento dei posti disponibili, Info: 0434 541433 (mattina)
Giovedì 20 marzo alle 17.30 sempre al Castello di Torre, la conservatrice Anna Nicoletta Rigoni, presenterà l’incontro “Un percorso a ritroso nel tempo: dai “cocci” del Museo Ricchieri alla tavola imbandita del Museo Archeologico del Castello di Torre”, uno dei quattro appuntamenti di approfondimento dedicati alla storia della ceramica., promossa la Museo Civico d’arte.

About Redazione

Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top