domenica , 26 Gennaio 2020
Notizie più calde //
Home » Attualità » Playoff volley A1: l’impresa di Novara rimanda tutto a gara 3
Playoff volley A1: l’impresa di Novara rimanda tutto a gara 3

Playoff volley A1: l’impresa di Novara rimanda tutto a gara 3

image_pdfimage_print

Nella Gara 2 di ieri sera, la Igor Novara non ci sta a farsi buttare fuori dai playoff da Modena, per lo meno non prima di aver venduto cara la pelle. Guiggi e compagne sono scese in campo con la convinzione di voler dare tutto, consapevoli della possibilità di una sconfitta ma altrettanto determinate a combattere fino alla fine, punto su punto, per dare il massimo e per cercare di rimandare a sabato l’incontro decisivo per accedere alle semifinali. E così è stato: con un gioco quasi perfetto e una volontà senza precedenti, le novaresi sbaragliano la Liu Jo Modena portandosi in pareggio e posticipando la sfida definitiva che avverrà domani alle 20.30, nuovamente al PalaIgor, tra le mura amiche.

Novara scende in campo con Fawcett opposta a Signorile, Chirichella e Guiggi al centro, Fabris e Malesevic in banda e Sansonna libero; Modena punta su Diouf opposta a Ferretti, Folie e Heyrman al centro, Horvath e Di Iulio in banda e Arcangeli libero.
Inizio di partita molto combattuto per entrambe le squadre che danno spettacolo, grazie alle grandi capacità individuali e di squadra e alla grinta che mettono nel gioco e che le porta a provare vari schemi e a tentar di tutto pur di non far cadere la palla. Il primo parziale se lo aggiudica il Novara e il secondo Modena, merito in questo set di Diouf, in particolare, che trascina la squadra ad una rimonta finale, approfittando anche di qualche errore delle novaresi. Nel terzo set l’Igor cambia decisamente marcia, apparendo molto più sicura e determinata nel portarsi a casa il risultato; la voglia, la concentrazione e la grinta ci sono, si vede nei loro volti quando attaccano e difendono: non vogliono regalare niente, vogliono a tutti i costi ottenere la vittoria e donarla ai tantissimi tifosi che, con cori, incitamenti e applausi, fanno sentire la loro presenza. Novara vince il terzo e anche il quarto, si diverte, si entusiasma e stupisce… come la favolosa alzata di primo tempo ad una mano della palleggiatrice Signorile con conseguente attacco nei 4 metri di Chirichella: semplicemente da manuale. Appuntamento quindi domani per la sfida che assegnerà l’accesso alle semifinali: se le novaresi giocano come in questa partita, non ce n’è davvero per nessuno.

Igor Volley – Modena 3-1 (25-20, 23-25, 25-14, 25-20)
MVP: Samanta Fabris

 

Uno sguardo sulle altre sfide:

Imoco Conegliano vs Metalleghe Sanitars Montichiari 3-2 (25-19; 16-25; 18-25; 25-17; 19-17)
Conegliano vince anche la seconda partita, diventando così la prima semifinalista dei playoff, ma non è stata impresa facile quella di ieri sera: con Montichiari che ha lottato dall’inizio alla fine, ha dovuto impegnarsi al massimo per imporsi e per ottenere quella standing ovation dal pubblico amico. Una partita piuttosto equilibrata, ad eccezione del quarto set, che ha fatto fino all’ultimo ben sperare le bresciane, ma un’altra entusiasmante prestazione di Adams, con il grande sostegno delle compagne, ha infranto i sogni di Montichiari.

Foppapedretti Bergamo vs Pomì Casalmaggiore 3-0 (25-16; 25-15; 25-22)
Quella di mercoledì sera è stata una caduta amara per il Casalmaggiore, sconfitto esattamente tre giorni dopo essere diventata campionessa d’Europa. Un risultato che molti si aspettavano, visto il grande sforzo che le ragazze di Barbolini hanno dovuto impiegare nel weekend per salire sul tetto del vecchio continente; questa sera ci sarà la resa dei conti: se Casalmaggiore riuscirà a riprendere le forze e a dimostrare il gioco di cui sono capaci, allora sì che si avrà una vera sfida in cui tutto verrà rimesso in discussione.

Savino Del Bene Scandicci vs Nordmeccanica Piacenza 3-1 (25-18; 25-22; 20-25; 25-14)
Scandicci si continua a confermare la grande rivelazione di questa stagione pallavolistica, classificandosi per la prima volta ai playoff. Determinante, nella sfida di mercoledì scorso, è stato il muro (ben 12) che ha bloccato i forti attacchi della piacentine, le quali non sono riuscite ad adeguarsi all’imponenza avversaria, dovendo così cedere alla prima sfida. Stasera si assisterà al secondo round.

 

Sonia Bosio

About Sonia Bosio

Sonia Bosio

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top