martedì , 13 Aprile 2021
Notizie più calde //
Home » Attualità » ORETI: AL PARCO DELLA RIMEMBRANZA ATTI IGNOBILI E VANDALICI CHE DEVONO FAR RIFLETTERE ALLA LUCE DELLE PROSSIME MANIFESTAZIONI IN CONCOMITANZA CON “E’ STORIA”

ORETI: AL PARCO DELLA RIMEMBRANZA ATTI IGNOBILI E VANDALICI CHE DEVONO FAR RIFLETTERE ALLA LUCE DELLE PROSSIME MANIFESTAZIONI IN CONCOMITANZA CON “E’ STORIA”

image_pdfimage_print

Riceviamo e pubblichiamo:

Che il parco della rimembranza soprattutto nell’ultimo anno ha perso il suo valore storico, ricreativo e culturale è ormai sotto gli occhi di tutti.

I troppi profughi lo avevano scambiato come una casa all’aperto dove poter dormire,  mangiare, bere ed espletare bisogni fisiologici.

ORETI FABRIZIOQuesto l’argomentare del capogruppo e consigliere comunale della lista civica “Per Gorizia”, Fabrizio Oreti.

Fortunatamente con l’ordinanza anti bivacco (di cui rimango un convinto sostenitore visto poi che sono stato tra i primi a sensibilizzarne l’attuazione) la situazione è migliorata, anche se nell’arco diurno ormai rimane comunque il territorio dei richiedenti asilo che non sapendo dove andare stazionano lì.

Come se non bastasse – sottolinea Oreti – la ciliegina sulla torta è arrivata la scorsa notte dove sul lapidario che ricorda i 665 deportati goriziani da parte di forze titine sono comparse scritte  ignobili e raccapriccianti (“FASCI IN FOIBA” assieme alla falce e martello) che a prescindere dalle ideologie rappresentano vandalismo e barbarie pura ed in quanto tale vanno condannate e perseguite penalmente, spero che le telecamere dislocate in città abbiamo ripreso gli autori di questi infausti gesti. parco rimembranza

Non vorrei mai – continua Oreti – che questi imprecabili atti fossero un anticipo o un avvertimento relativo alla manifestazione di casapound del prossimo 23 maggio dove a quanto sembra dai social e dai rumors potrebbe arriverà in città anche l’estrema sinistra, il tutto in concomitanza con l’evento culturale “è storia” nel mezzo e questo deve far riflettere sull’importanza di tutelare e blindare un’attività fondamentale per la città che non deve essere assolutamente tirata in ballo.

About Carlo Liotti

Carlo Liotti
Giornalista Pubblicista iscritto all'Albo dei giornalisti da Aprile 2013. Dottore in Scienze e Tecnologie Alimentari. Appassionato di fotografia e di viaggi, capo redattore de ildiscorso.it, reporter/collaboratore per altri canali di comunicazione.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top