martedì , 22 Settembre 2020
Notizie più calde //
Home » Attualità » OCCIT’AMO FESTIVAL OCCIT’AMO FESTEGGIA IL SUO ULTIMO FINE SETTIMANA IN VALLE GRANA DAL 12 AL 15 AGOSTO 2020
OCCIT’AMO FESTIVAL   OCCIT’AMO FESTEGGIA IL SUO ULTIMO FINE SETTIMANA IN VALLE GRANA  DAL 12 AL 15 AGOSTO 2020

OCCIT’AMO FESTIVAL OCCIT’AMO FESTEGGIA IL SUO ULTIMO FINE SETTIMANA IN VALLE GRANA DAL 12 AL 15 AGOSTO 2020

image_pdfimage_print

Mercoledì 12 e venerdì 14 agosto – dalle ore 10
Pradleves (Bocciofila – Monterosso Grana / Ex Mulino Gallina)
STAGE
Due giorni dedicati a ghironda, organetto, cornamusa e danza, due giorni per fare e insegnare musica a grandi e piccoli, tutto in modo gratuito. Così Sergio Berardo, leader dei Lou Dalfin, ha immaginato di chiudere la lunga kermesse estiva, andando oltre la proposta di formazione musicale, offrendo partecipazione e condivisione a suon di note. Accanto a lui Dino Tron (cornamusa), Jean Paul Faraut (fifres e galoubet), Lou Pitakas (organetto), Enrica Bruna (flauto), Simonetta Baudino (ghironda), Chiara Cesano (violino). E il premio finale? Partecipare a un momento di musica nel grande concerto finale di San Magno.

Nella due giorni a cura di Espaci Occitan momenti di incontro e lezioni di storia e cultura locale
A LECION D’OCCITANIA!
a cura di Rosella Pellerino

Programma
– 12 agosto 2020 – ore 17 – 19
Pradleves (Ex Mulino Gallina)
OCCITÈ – Un tè in occitano

Primo approccio alla conversazione in lingua d’òc; aperto a occitanofoni e no, di qualsiasi livello e qualsiasi varietà dialettale

– 13 agosto 2020 – ore 10
OCCITANIA E OCCITANO
Le identità linguistiche e la ricchezza delle minoranze in Europa, Italia e Piemonte: storia, diffusione e origini della minoranza linguistica occitana
A seguire musica

– 13 agosto 2020 – ore 14,30
MILLE ANNI DI LETTERATURA OCCITANA
La lirica dei trovatori occitani, antenati dei musicisti odierni, ha ispirato Dante, Dolce Stilnovo, la scuola poetica siciliana e quella tedesca. L’occitano può vantare anche un premio Nobel per la Letteratura, attribuito a Mistral nel 1904
A seguire musica

– 13 agosto 2020 – ore 17 – 19
Pradleves (struttura Palaghiaccio)
DESTACHA LA DANÇA
Stage danza con Daniela Mandrile
Obbligatoria la prenotazione al +39 3397950104

– 14 agosto 2020 – ore 10
DALLE CROCIATE ALLE LEGGI DI TUTELA
Catari e camisards, Felibres e vignaioli: la lunga e tortuosa storia degli occitani e dell’occitanismo

– 14 agosto 2020 – ore 14,30
LE FESTE OCCITANE DELLE VALLI
Animali, piante e creature del bosco nate dalla fantasia dei montanari: dal lupo all’orso di segale, sono le figure tratte dal mondo naturale, addomesticate per il tempo della festa, le vere protagoniste delle più antiche feste del Piemonte alpino, dalla Baìa ai Carnevali.
A seguire musica

Venerdì 14 agosto – ore 16
Castelmagno (rifugio Fauniera)
BATACLAN
Bataclan è il nome della fanfara fondata e diretta dal maestro Dino Tron, laboratorio permanente di cornamuse d’oc e banda da strada di cornamuse d’oc
Ingresso gratuito.
Obbligatoria la prenotazione sul sito www.occitamo.it

Sabato 15 agosto 2020 – ore 16
Pradleves (nuovo centro Polifunzionale/ Palazzetto del Ghiaccio – via Vittorio Nazari 3 – Abrì)
Ferragosto Occitano concerto
LOU DALFIN + LA GRANDE ORCHESTRA OCCITANA
Come gli antichi “trovatori” erano soliti esibirsi facendo da ambasciatori delle prime culture europee, i Lou Dalfin cantano nella tradizionale lingua “d’Oc” e portano la cultura occitana in giro per il mondo. I Lou Dalfin sono più che un semplice gruppo musicale nella parte Occitana del Piemonte: la band di Sergio Berardo è diventato un fenomeno di costume che ha reso la musica occitana contemporanea, facendola uscire dai ristretti circoli di appassionati perché divenisse fenomeno di massa. All’esterno dell’area occitana Lou Dalfin è stato un anello di congiunzione tra realtà diverse: la pianura piemontese e l’Italia da una parte, le vallate e l’area transalpina dall’altra. Con Lou Dalfin le valli d’Oc non sono più l’estremo lembo di una cultura asettica ma hanno riacquistato la loro funzione storica tradizionale: l’essere ponte.
Ingresso gratuito.
Obbligatoria la prenotazione sul sito www.occitamo.it

Per garantire la partecipazione nel rispetto delle normative vigenti, una parte degli appuntamenti saranno su prenotazione. Tutte le informazioni, il calendario del festival e le modalità di prenotazione si trovano sempre aggiornate sul sito www.occitamo.it e sui profili social.

About dal corrispondente

Avatar

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top