martedì , 18 Gennaio 2022
Notizie più calde //
Home » Attualità » NUOVO TEATRO COMUNALE DI GRADISCA D’ISONZO ‘Noches de Buenos Aires’ 28 e 29 mag.
NUOVO TEATRO COMUNALE DI GRADISCA D’ISONZO  ‘Noches de Buenos Aires’  28 e 29 mag.

NUOVO TEATRO COMUNALE DI GRADISCA D’ISONZO ‘Noches de Buenos Aires’ 28 e 29 mag.

image_pdfimage_print

Sarà la travolgente passione del tango ad alzare il sipario del Nuovo Teatro Comunale di Gradisca d’Isonzo che ospiterà venerdì 28 e sabato 29 maggio, alle 20, lo splendido ‘Noches de Buenos Aires’. Un tango che prima di immergersi nei lustrini del palcoscenico ha attraversato la polvere delle strade. Un tango che irrompe nei giochi dei bambini, prima di stravolgere le dinamiche di seduzione degli adulti. Un tango che, pur popolando l’Olimpo delle arti, non abbandona mai l’universo del divertimento. Un tango che esprime passione, drammaticità e benessere. Questa la sintesi dello spettacolo di tango argentino Noches De Buenos Aires. A fare da sfondo alle esibizioni dei ballerini una teatralità delicata, naturale e finalizzata alla costruzione di una narrazione appena accennata: un racconto di crescita del tango, nel tango e per il tango.

In scena otto ballerini della Tango Rouge Company (Yanina Quinones e Neri Piliu, Giselle Tacon e Nelson Piliu, Melina Mauriño e Luis Cappelletti, Celeste Rey e Sebastian Nieva) accompagnati dalla tango Spleen Orquestra (ensemble composta da: Mariano Speranza, pianoforte, voce e direzione; Francesco Bruno, bandoneon; Andrea Marras, violino; Elena Luppi, viola; Daniele Bonacini, contrabbasso).

La biglietteria del Nuovo Teatro di Gradisca (tel. 0481.969753) sarà aperta fino al 27 maggio, dal lunedì al venerdì dalle ore 17 alle ore 19, il sabato dalle ore 10.30 alle ore 12.30; da martedì 01 giugno a sabato 17 luglio, ogni martedì dalle ore 17 alle ore 19, ogni sabato dalle ore 10.30 alle ore 12.30, anche da un’ora prima di ogni rappresentazioneGli spettacoli inizieranno alle ore 20.30 a partire dal secondo spettacolo in programma (il 10 e l’11 giugno con l’ironia di Paolo Hendel in La giovinezza è sopravvalutata). L’ingresso a Teatro è consentito indossando sempre la mascherina chirurgica o superiore.

About dal corrispondente

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top