mercoledì , 4 Agosto 2021
Notizie più calde //
Home » Attualità » L’Empoli gioca, l’Udinese vince, l’arbitro non ci vede!

L’Empoli gioca, l’Udinese vince, l’arbitro non ci vede!

image_pdfimage_print

Prima di ritorno con l’Udinese che dopo la bella ma sfortunata (strano!) eliminazione in coppa Italia ai danni del Napoli è ospite dell’Empoli in un match importante per la classifica che, con il passare delle giornate, si è fatta decisamente molto meno tranquilla.

Mister Stramaccioni ritrova Guilherme e schiera Kone reduce da buoni minuti in coppa con Di Natale e Théréau come coppia offensiva.

La partita si incanala su buoni ritmi fin dai primi minuti. La prima conclusione è di marca Toscana con Michedlidze ma la palla è a lato. I bianconeri ci provano con due punizioni in area ma la difesa casalinga sventa il pericolo. Entra in scena Saponara di ritorno ad Empoli nel mercato di riparazione e impegna Karnezis, ma il greco sventa le due conclusioni. Al 19′ arriva il vantaggio ospite con l’ex Di Natale che conclude perfettamente di testa un bel cross di Allan dopo una bella manovra offensiva. L’Empoli viene colto di sorpresa dalla cinicità dei friulani ma non si perde d’anima e ritorna a macinare gioco provando a raggiungere il pareggio in particolare con l’ex Milan Saponara che ci prova tre volte ma Karnezis e la poca precisione non fanno cambiare il risultato. Risultato che cambia al 37′ con Saponara che dagli 11 metri trasforma un rigore letteralmente regalato dall’inesperto arbitro Ghersini che vede un tocco di mano di Danilo che però colpisce la palla con la spalla (non ci volevano 10 decimi per vederlo!). Il tempo si conclude con del normale e giustificato nervosismo friulano e con una conclusione da ambo i lati: Pucciarelli per gli azzurri, para Karnezis e Kone per l’Udinese ma la palla è alta.

La ripresa continua con un buon ritmo con l’Udinese che subisce un po’ il buon gioco dell’Empoli. Per gli uomini di Sarri ci provano Rugani e Pucciarelli in mischia e ancora Pucciarelli di testa ma le conclusioni non trovano la porta. Al 15′ big surprise Udinese: cross dalla destra udinese da parte di Widmer che trova il palo con il pallone che successivamente si insacca alle spalle di un Sepe quantomeno sorpreso. È il secondo vantaggio ospite in un match che vede più gioco per i padroni di casa ma super concretezza dei friulani. L’Empoli non si scoraggia e ci prova prima Vecino da lontano e successivamente Maccarone. I toscani premono con decisione e al 74′ si ritrovano con un uomo in più per la doppia ammonizione (esagerata) di Kone. Pochi minuti dopo mani in area di rigore dell’Empoli e possibile rigore per i friulani, ma solo possibile, Ghersini conferma cecità! Pressing finale empolese con una conclusione di Verdi, ancora bravo Karnezis e Vecino di testa ma l’ultima chance è di Théréau su calcio di punizione però sopra la traversa.

Arrivano tre punti, forse fondamentali per la stagione dei friulani, che mancavano dal 7 dicembre e che permettono di guadagnare un punto sulla terz’ultima, scavalcare 4 squadre e raggiungere il Palermo all’ottavo posto in classifica in attesa di un trittico che vede Juventus e Lazio in casa inframmezzate dalla trasferta di Napoli.
Vittoria importante per la classifica e per il morale della banda Strama, conquistata con sofferenza e fatica contro una squadra che sa far girare bene la palla ma che pecca di precisione in zona goal. C’è da registrare però, tre punti a parte, la straordinaria poca alternanza della fortuna negli episodi arbitrari per i friulani che almeno oggi però, hanno compensato dal punto di vista della precisione chirurgica nelle conclusioni.

Rudi Buset
rudibuset@live.it
@RIPRODUZIONE RISERVATA

About Rudi Buset

Rudi Buset
Pubblicista iscritto all'Albo dei giornalisti dal 2013 Diplomato presso l’ITC Einaudi nel 2007, lavora presso una carpenteria leggera artigiana. Impegnato nel sociale e in politica, da anni collabora con diverse realtà del suo territorio con particolare attenzione al mondo dell’associazionismo. Appassionato di tutto ciò che riguarda l’uomo in quanto “animale politico” oltre che allo sport (in primis il calcio).

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top