martedì , 15 Giugno 2021
Notizie più calde //
Home » Attualità » “La Fiera delle parole” a Padova

“La Fiera delle parole” a Padova

image_pdfimage_print

Si è tenuta a Palazzo Moroni la conferenza stampa per dare al pubblico e ai media un’anteprima su quello che sarà il caleidoscopico programma de La Fiera delle Parole 2012, giunta quest’anno alla sua sesta edizione. Padova festeggia il secondo grande evento de La Fiera delle Parole e, come hanno detto in conferenza stampa il Sindaco di Padova Flavio Zanonato e il Rettore dell’Università Giuseppe Zaccaria, il successo incontenibile della scorsa edizione del 2011 ha garantito anche quest’anno un calendario di presenze importanti. Tappeti rossi per La Fiera delle Parole e riflettori accesi e puntati su un palcoscenico che offre il meglio del panorama culturale italiano. Un evento che si è imposto all’attenzione nazionale proprio per il dialogo che Bruna Coscia, anima de La Fiera delle Parole e Presidente dell’Associaizone Cuore di Carta, ha saputo tessere tra interlocutori di alto livello e il grande pubblico: avvicinando le persone con una manifestazione generalista, coinvolgendole nei grandi temi e dibattiti di attualità, stimolando soprattutto la voglia di partecipazione. Un evento così concepito ha ovviamente trovato a Padova il sostegno di punti di riferimento importanti quali Camera di Commercio, era presente in conferenza il Presidente Roberto Furlan, di Ascom Padova, presente il Presidente Fernando Zilio e di Acegas Aps presente Maurizio Stefani. Un riconoscimento a La Fiera delle Parole viene anche da “la Repubblica”, media partner di quest’anno. Un sostegno alla comunicazione viene inoltre dalle frequenze radio con Radio Latte e Miele e per tutti si potrà seguire la Fiera delle Parole sia sulla pagina facebook che dal sito: http://www.lafieradelleparole.it/

Una commossa ed emozionata Bruna Coscia, dopo i ringraziamenti a quanti hanno condiviso e contribuito al progetto, accettando di sfidarsi sul campo dopo dopo il successo dell’anno scorso, ha illustrato il programma per il 2012. Una sfida non facile ma il programma vince su tutta la linea. Bruna Coscia si è detta particolarmente orgogliosa per aver messo in rete e attivato collaborazioni tra le molte realtà culturali che operano nella città, come ad esempio Progetto Giovani del Comune di Padova, alcune librerie come Pangea, Feltrinelli, Pel di Carota; molte Associazioni tra cui Hemispheres, Caffè letterario angolo dell’avventura, Leggereperleggere. Particolarmente importante la sinergia innescata con i Solisti Veneti e l’Orchestra da Camera di Padova e del Veneto. Quest’anno un ricco ventaglio di appuntamenti con i nomi più prestigiosi della letteratura, del teatro, dello spettacolo e del giornalismo. Alcune piccoli variazioni al programma sono ancora possibili, così come sonno possibili alcune sorprese….ma l’Associazione Cuore di Carta conferma quelli che seguiranno nell’elenco. Prima di passare ai partecipanti, ricordiamo i luoghi che saranno teatro dell’evento. La Fiera delle Parole torna a travolgere Padova con proposte culturali di altissima qualità dislocate nei luoghi più belli, suggestivi e prestigiosi della città: Palazzo della Ragione, Palazzo Bo, Palazzo Moroni, Palazzo del Liviano, Centro Culturale Altinate San Gaetano, Teatro Ruzante, Auditorium Pollini, Scuole, Librerie, Caffè, negozi e le Piazze cittadine.

Gli incontri che si svolgeranno a Palazzo della Ragione potranno essere seguiti anche all’esterno con un maxi schermo reso possibile grazie alla collaborazione della ditta Targetdue che si occupa dei servizi tecnici de la Fiera delle Parole.

LA FIERA DELLE PAROLE: GLI ARGOMENTI

Amicizia, Libertà, Legalità, Etica, Responsabilità, Perdono, Sensibilità, Nostalgia, Spiritualità, Democrazia, Civiltà, Amore, Amicizia, Passione, Condivisione, Democrazia, Uguaglianza, Solidarietà, Impegno, Diritto, Ecologia, Rispetto, Ricerca, Studio, Migrazione, Ricordo, Energia, Felicità, Futuro, Idea, Fede, Educazione, Ironia, Memoria, Dignità.

Sono alcune delle parole che incontreremo a Padova, a La Fiera delle Parole, appunto. “Quelle che vorremmo sentire tutti i giorni. Sappiamo che non è possibile: molte di queste parole le incontriamo piuttosto nei loro contrari, molto diffusi e molto pesanti. Ma noi ci proviamo lo stesso. Per sei giorni proviamo a pronunciarle, a raccontarle, proviamo a renderle familiari. Le parole sono come pietre, bisogna maneggiarle con cura, con attenzione. Le parole possono cambiare la vita. E la Storia”. La racconta così la Fiera, Bruna Coscia, presidente dell’Associazione Cuore di Carta che la organizza in collaborazione con il Comune e l’Università di Padova, e sembra non rendersi ancora conto del valore della manifestazione che ha portato in città. Questo evento muove circa 50.000 persone che arrivano da tutta Italia. Molte le richieste di informazioni che arrivano da fuori: “Chiedono di tutto. Perfino dove parcheggiare. E Cuore di Carta risponde a tutti. Con gentilezza e pazienza”. Perché le cose più belle sono fatte con semplicità e questo è lo spirito di Bruna Coscia, questo è lo spirito de La Fiera delle Parole. Le parole invaderanno la città: “Parole che ascolteremo dai grandi della cultura italiana per per capire, approfondire, discutere.

Allora, diamo potere alla parola e prepariamoci a seguire La Fiera delle Parole che anche quest’anno ci propone una serie di argomenti di grande profondità e attualità.

TEMPO Francesco Guccini, Ezio Mauro e Roberto Vecchioni dialogheranno sul tema: “Le parole del tempo”. Un evento straordinario. Guccini e Vecchioni erano saliti sul palco insieme l’ultima volta nel 1989 durante la rassegna del Premio Tenco. In quell’occasione cantarono “Gli amici”. E come amici li ritroviamo a Padova, 23 anni dopo, a dialogare con Ezio Mauro, direttore de la Repubblica. Il tempo passa ma le parole dei grandi restano. E Guccini e Vecchioni hanno incantato e sedotto milioni di persone, sono stati colonna sonora della nostra vita. Vecchioni e Guccini hanno fatto la storia della musica italiana. Ci siamo ritrovati nelle loro canzoni: abbiamo pianto, sorriso, amato. Grazie alle loro parole.

ECONOMIA. Ne parlerà Massimo Giannini, vice direttore del quotidiano la Repubblica nel suo intervento: “Come uscire dalla crisi”. Il giornalista, dal suo punto d’osservazione strategico, spazierà dall’economia alla politica per spiegarci lo stato delle cose e, soprattutto, delineare futuri scenari. Di ECONOMIA parleremo anche con Andrea Segrè, economista e agronomo, docente di politica agraria. Assieme a Massimo Cirri, conduttore radiofonico, ci parlerà di “Economia a colori” dove l’ecologia diventa unica possibilità per l’economia di domani.

BUROCRAZIA con Gian Antonio Stella e Paolo Rossi: una parola che hanno scelto per denunciare la rugginose macchinazioni amministrive. “Bolli sempre bolli, fortissimamete bolli” è il titolo dell’evento.

LIBERTA’. Da sempre cara a La Fiera delle Parole la troveremo all’incontro con Vito Mancuso che ci presenta il suo ultimo libro “Obbedienza e libertà” con Armando Buonaiuti. Il libro di Mancuso recita come sottotitolo: “Critica e rinnovamento delle coscienza cristiana”. Un libro che va oltre le sue solite tesi originali e ardite. Una forza emotiva coinvolge da subito il lettore nel dialogo critico con la cristianità. Con Vito Mancuso sarà interessante anche affrontare le tematiche del suo ultimo libro: “Conversazioni con Carlo Maria Martini” scritto a quattro mani con Eugenio Scalfari. “La Chiesa è rimasta indietro di 200 anni. Come mai non si scuote?” così si interrogava il Cardinale che è stato punto di riferimento etico e morale per tutto il mondo laico e civile.

FEDE. Gianluigi Nuzzi: con Lino Lava presenta a La Fiera delle Parole “Sua santità. Le carte segrete di Benedetto XVI”. Un libro che ha provocato una bufera facendo molto scalpore e seguendo a ruota lo scandalo di “Vaticano S.p.A.”. Nuzzi porta alla luce carte segrete e documentazioni recuperate dalle stanze segrete e riservate della santa Sede.

LEGALITA’. Un’altra parola fondamentale per “La Fiera delle Parole”. La incontriamo con Gherardo Colombo – l’ex magistrato da sempre in prima linea – ospite di grande rilievo e amico da sempre de La Fiera delle Parole. Parlerà di legalità in un incontro con le scuole al mattino del venerdì. Mentre la sera, con Piercamillo Davigo e Marco Travaglio declinerà le parole Giustizia e Democrazia.

Parlerà anche di PERDONO Gherardo Colombo. Un Perdono Responsabile. E lo fa con Marco Paolini, voce della nostra storia: un artista tra i più impegnati e sensibili del panorama culturale italiano.

Uno sguardo al pianeta DONNE non poteva mancare a La Fiera delle Parole. A Partire da Dacia Maraini e il suo ultimo “L’amore rubato”. Candidata per il Nobel, Dacia Maraini torna a parlarci di donne come solo lei sa fare: le sue sono donne che lottano, vincono o perdono. Ma non si arrendono. Mai. Uno sguardo contemporaneo sul femminile ancora diviso tra chi rispetta e chi considera le donne un oggetto da possedere o schiavizzare.

Avremo poi la giornalista, celebre volto televisivo, Luisella Costamagna a proporci il suo ultimo libro “Noi che costruiamo gli uomini”, un’interessante inchiesta sul rapporto tra le donne italiane e l’autostima.

DONNE ma anche UOMINI. Ne parleremo con Riccardo Iacona, volto Rai e giornalista molto seguito con i suoi speciali e con Presadiretta . In ANTEPRIMA NAZIONALE presenta il suo libro “Se questi sono gli uomini” un’inchiesta che doveva essere compiuta. Nel 2011 sono state uccise 137 donne, una ogni 3 giorni e il 2012 conferma questa continua strage i cui numeri non accennano a diminuire. Colpisce la ferocia di questi omicidi, veri e propri annientamenti fisici. Con Riccardo Iacona cercheremo di comprendere questo fenomeno, approfittando della sua capacità di indagine e divulgazione

A La Fiera delle Parole avremo altre ANTEPRIME NAZIONALI: Andrea Vitali con “Canto di Natale”, con I Fiati dell’Orchestra di Padova e del Veneto. Un lungo racconto 
dove l’autore invita 
i bambini a non perdere troppo in fretta 
la loro infanzia e gli adulti a ritrovarla 
attraverso quell’incantamento che hanno dimenticato.

Ancora un’anteprima nazionale con Giovanni Fasanella e Antonella Grippo e i loro “Intrighi d’Italia”. Fin dalla sua nascita l’Italia è terra di misteri e trame nascoste. Basandosi su documenti inediti, archivi stranieri e testimonianze per troppo tempo ignorate, Fasanella e Grippo hanno ricostruito questi e altri intrighi: tasselli di un puzzle che dice molto dell’Italia di ieri, ma ancor più di quella di oggi.

MUSICA. Tra i tanti appuntamenti musicali all’Auditorium Pollini avremo “TRAVIATA” di Corrado Augias, un evento in collaborazione con I Solisti Veneti. L’anno prossimo si festeggerà il bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi. Corrado Augias anticipa le celebrazioni con la messa in scena del capolavoro del compositore. In questa conferenza-spettacolo sarà accompagnato dai celeberrimi Solisti Veneti diretti dal grande maestro Claudio Scimone. A La Fiera avremo poi il grande Simone Cristicchi in “Mio nonno è morto in guerra”; ci sarà il celebre Paolo Andriotti in “Concerto Violoncello”, e i Miraldo Vidal Trio Feat che si esibiranno in un concerto di musica jazz manouche.

SATIRA con Dario Vergassola che ci porta il suo “Panta Rai” e la mostra “Signori miei, uomini politici caporali”: 32 strisce di Sergio Staino tratte da da “il Venerdì di Repubblica”.

Immancabili i grandi nomi della LETTERATURA. A La Fiera delle Parole avremo Carmine Abate e il suo “La collina del vento” Premio Campiello 2012, Marco Missiroli a presentare “Il senso dell’elefante”, Francesca Melandri e il suo “Più alto del mare”; l’amica Angela Terzani Staude in “Tiziano Terzani e l’isola dei poeti”, Marco Buticchi – Vincitore Premio Emilio Salgari 2012 e Finalista Premio Bancarella 2012 – con “La voce del destino”, solo per citarne alcuni.

Avremo inoltre moltissimi appuntamenti con le LETTURE e importanti READING; ci sarà anche una singolare maratona dedicata alla POESIA organizzata al Centro Culturale San Gaetano. E ospiti del calibro di Claudio Bisio.

E poi CINEMA, TEATRO e tanto tanto, tantissimo altro ancora.

Per approfondimenti sulla manifestazione consultate il sito www.lafieradelleparole.it dove troverete anche le mappe dei luoghi dove si terranno gli incontri e il calendario completo, organizzato giorno per giorno, in modo da poter sfruttare al massimo anche una sola giornata a Padova, a La Fiera delle Parole.

La Fiera delle Parole è ideata e diretta da Bruna Coscia e organizzata dall’Associazione Culturale Cuore di Carta in collaborazione con l’Università degli Studi di Padova e il Comune di Padova. Collaborano la Camera di Commercio di Padova, AcegasAps, Ascom e Progetto Giovani

Media Partner : la Repubblica e Radio Lattemiele.

 

 

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top