domenica , 28 Novembre 2021
Notizie più calde //
Home » Rubriche » Annunci e proposte » Jazz & Wine of Peace Festival: a Cormòns tra musica di alta qualità e tradizione enologica

Jazz & Wine of Peace Festival: a Cormòns tra musica di alta qualità e tradizione enologica

image_pdfimage_print

Cormòns (Gorizia) – 24/27 ottobre 2013. Si ambienterà – come di consueto – fra teatri, enoteche, osterie e cantine la 16° edizione del Jazz & Wine of Peace Festival, la rassegna jazz (ideata dal Circolo Culturale Controtempo) capace di fondere insieme arte musicale e storia ed enogastronomia locali, spingendo gli appassionati del genere a un pellegrinaggio – vinicolo e culturale – tra Cormòns e i limitrofi comuni dei colli goriziani.

Dieci artisti di spicco si alterneranno nel corso delle quattro giornate, all’interno di un programma che strizzerà ripetutamente l’occhio alle più curiose contaminazioni musicali del momento.

Si comincerà fin dall’apertura con il concerto dei Quintorigo, l’affermata rock-band italiana che al Kolturni Dom di Gorizia si esibirà, la sera di giovedì 24, nella rivisitazione di alcuni fra i più famosi brani dell’amato chitarrista Jimi Hendrix – Foxy Lady, Hey Joe, Angel, Purple Haze e Voodo Child, solo per citarne alcuni esempi – mescolando fra loro i generi musicali più vari, uniti all’usuale ricercatezza nelle scelte strumentali e vocali.

Il jazz vero e proprio rinnoverà invece il suo appuntamento nella seconda serata, quando dalla scena musicale statunitense giungerà al festival – insieme alla sua band – il celebre chitarrista di Boston Mike Stern, mentre a completare il quadro italiano, nel pomeriggio dello stesso venerdì, ci saranno i musicisti dello Zvuk Quartet, gruppo di soli strumenti ad ancia di recente formazione.

Sabato 26 sarà poi la giornata dedicata alla tappa slovena, a cui parteciperanno gli artisti del binomio The Fonda/Stevens Group, il sassofonista Tim Berne, il quintetto svizzero Heiri Känzig Quintet e il Latin Jazz Two, duo fusion composto da Armando Battiston e Claudio Mazzer.

All’ultima giornata prenderanno invece parte il Wild Bread Quartet e il quintetto scandinavo Atomic, oltre allo straordinario Joshua Redman Quartet, che chiuderà la manifestazione esibendosi – alle ore 20 – nel Teatro Comunale di Cormòns.

Come già accennato, la quattro-giorni sarà un perfetto connubio fra le passioni musicali e quelle enogastronomiche, che il pubblico potrà soddisfare grazie alle numerose occasioni di degustazione offerte dagli organizzatori dell’evento, in collaborazione con le aziende del circuito regionale Movimento Turismo del Vino, istallazioni all’interno delle quali verranno ospitate – quest’anno – esposizioni dedicate anche ad altre forme d’arte.

Ulteriori informazioni e dettagli sul Jazz & Wine of Peace sono disponibili sul sito internet del circolo organizzatore (sezione Festival) www.controtempo.org

 

Ilaria Pingue

About Ilaria Pingue

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top