mercoledì , 22 Settembre 2021
Notizie più calde //
Home » Attualità » “Io non introduco il nemico” Laura Cioni ALlo spazio Magma di Firenze in Via Giovanni Boccaccio 44,
“Io non introduco il nemico” Laura Cioni ALlo spazio Magma di Firenze in Via Giovanni Boccaccio 44,

“Io non introduco il nemico” Laura Cioni ALlo spazio Magma di Firenze in Via Giovanni Boccaccio 44,

image_pdfimage_print

“Io non introduco il nemico” Laura Cioni è contornata da piatti bianchi, avvolta da pelle nivea, divorata da stoffe rosse. Lei, non offre “fame al tempo” ma instancabile racconta e vive nel monologo di Chiara Guarducci.

SENZAIl 15 maggio 2016, lo spazio Magma di Firenze in Via Giovanni Boccaccio 44, ha offerto un rigurgito di emozioni delicato e ironico per parlare di anoressia. “Sono sola dentro il corpo per questo nutro le ossa”. La fame che non vediamo è dietro il muro, dentro le misure, sopra le distanze di chi è affetto da disturbi alimentari. La drammaturgia di Chiara Guarducci è vorticosa, per niente scontata: è profonda. La regia è curata nei particolari, lo spettatore non resta deluso nemmeno quando la protagonista riassaggia i colori della vita senza spiegarci come ciò avvenga. Forse è così, ci si rialza “Senza” un motivo cosciente, ma solo se un piatto vuoto può contenere fame di vita.

Anita Laudando

 

About Redazione

Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top