sabato , 27 Novembre 2021
Notizie più calde //
Home » Attualità » In prima nazionale il 5 novembre al Teatro Stabile FVG : Jackie di Elfriede Jelinek Premio Nobel nel 2004

In prima nazionale il 5 novembre al Teatro Stabile FVG : Jackie di Elfriede Jelinek Premio Nobel nel 2004

image_pdfimage_print

Il testo della grande scrittrice e drammaturga austriaca, scritto nel 2002, approda per la prima volta sui palcoscenici italiani grazie alla sensibilità di una regista come Monica Conti, che costruisce lo spettacolo con la protagonista Daniela Giovanetti e con Francesca Debri. Una prima assoluta dunque, martedì 5 novembre alle 21 alla Sala Bartoli, per il cartellone altripercorsi: un testo intrigante e di notevole interesse che s’incentra su un mito del nostro tempo. Per nulla scontata la chiave di lettura scelta dalla Jelinek per indagare il mito di Jacqueline Kennedy: lontana da qualsiasi stucchevole intento biografico, l’autrice tratteggia attraverso il profilo di Jackie una riflessione sul rapporto tra potere e femminilità, che rivela tutta la potenza espressiva della sua scrittura. Gli episodi della vita di questa donna-mito scorrono sulla scena come le stazioni di un dramma personale che, a poco a poco, si rivela essere la grandiosa costruzione una leggenda dei giorni nostri.11 Il racconto di Jackie infatti è filtrato: non è la donna reale a parlare ma il suo involucro, la forma che l’immaginario collettivo ha destinato – forse suo malgrado – all’eternità. «Grande creatrice di figure archetipiche della nostra epoca – scrive Monica Conti nelle sue note allo spettacolo – Jelinek racconta il mito di una donna in cui persino i sentimenti sono asserviti alla ragion di stato e per cui “l’involucro è il messaggio”» un punto di vista che ben si ascrive nel radicalismo espressivo di questa autrice poco nota in Italia (per lo più per la sceneggiatura del film La pianista interpretato da Isabelle Huppert e diretto da Haneke), che con stile personale smaschera e decostruisce ogni forma di manipolazione del linguaggio, rovesciando modi di dire, stereotipi, forse anche miti. Daniela Giovanetti – attrice già molto apprezzata al Teatro Stabile regionale, basta citare la sua straordinaria prova in Lei dunque capirà di Claudio Magris, per la regia di Antonio Calenda – donerà dunque a Jackie la sua recitazione intensa e raffinata, sempre lontana dai cliches e assieme alla stessa Conti e a Francesca Debri darà vita a uno spettacolo capace di raggiungere potentemente il pubblico. 

Jackie di Elfriede Jelinek, per la regia di Monica Conti e nell’interpretazione di Daniela Giovanetti, Monica Conti e Francesca Debri va in scena per la prima volta in Italia nella traduzione di Werner Waas e Luigi Reitani. Le scene e i costumi sono di Domenico Franchi. Lo spettacolo è prodotto da Centro culturale mobilità delle arti. Jackie va in scena alla Sala Bartoli martedì 5 novembre alle 21, mercoledì 6 alle ore 21.30, e poi fino al 9 novembre alle 21 ed infine domenica 10 in pomeridiana alle ore 17.

About Enrico Liotti

Giornalista Pubblicista dal 1978, pensionato di banca, impegnato nel sociale e nel giornalismo, collabora con riviste Piemontesi e Liguri da decenni.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top