venerdì , 17 Settembre 2021
Notizie più calde //
Home » Attualità » IL VIOLONCELLISTA ENRICO DINDO INAUGURA A TRIESTE IL SALOTTO CAMERISTICO 2016 DELLA CHAMBER MUSIC
IL VIOLONCELLISTA ENRICO DINDO INAUGURA A TRIESTE IL SALOTTO CAMERISTICO 2016 DELLA CHAMBER MUSIC

IL VIOLONCELLISTA ENRICO DINDO INAUGURA A TRIESTE IL SALOTTO CAMERISTICO 2016 DELLA CHAMBER MUSIC

image_pdfimage_print

LUNEDI’ 18 APRILE, AL RIDOTTO DEL TEATRO VERDI

Si apre nel segno di una grande emozione musicale la 12^ edizione del Salotto Cameristico di Chamber Music: lunedì 18 aprile al Ridotto del Teatro Verdi di Trieste appuntamento con il grande violoncellista Enrico Dindo, alla guida dei Solisti di Pavia per un concerto, promosso con la Fondazione Banca del Monte di Lombardia, che si preannuncia imperdibile sia per l’altissimo valore degli interpreti che per l’originalità di alcune proposte, su partitura riorchestrata. Il programma prevede infatti pagine musicali di Jean Sibelius (Romanza in do maggiore per archi op.42), Richard Strauss (Romanza per violoncello e archi su orchestrazione di Enrico Dindo), Gioacchino Rossini (Une Larme per violoncello e archi (orchestrazione di Eliodoro Sollima), Antonio Vivaldi (Concerto per archi in sol minore RV 156) e Joseph Haydn (Concerto in do maggiore per violoncello e orchestra Hob.VIIb). Promosso come sempre da Chamber Music Trieste per la imagedirezione artistica di Fedra Florit, il Salotto Cameristico 2016 della Chamber è realizzato in collaborazione con l’Assessorato Regionale alla Cultura, e con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Trieste, con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività culturali e di Banca Mediolanum, Fondazione Casali, Suono Vivo-Padova, Zoogami, mediapartner Il Piccolo e la Rai che riprenderà tutti i concerti in cartellone. INFO: Associazione Chamber Music, tel. 040.3480598, sito Internet www.acmtrioditrieste.it Biglietti presso Ticket Point – Trieste, Corso Italia 6/c – tel. 040 3498276.

About Redazione

Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top