domenica , 26 Settembre 2021
Notizie più calde //
Home » Attualità » Il Rock invade l’Isontino! Lunedì 18 aprile la seconda tappa alla “Corridoni”, dedicata agli anni Ottanta.
Il Rock invade l’Isontino! Lunedì 18 aprile la seconda tappa alla “Corridoni”, dedicata agli anni Ottanta.

Il Rock invade l’Isontino! Lunedì 18 aprile la seconda tappa alla “Corridoni”, dedicata agli anni Ottanta.

image_pdfimage_print

Curiosità e attenzione hanno tenuto inchiodati alle sedie, lo scorso 14 aprile, i ragazzi della “Livio Verni” di Fogliano, che hanno ascoltato un excursus di Rockhistory lungo tre decenni (anni Sessanta, Settanta e Ottanta). Lunedì 18 aprile, al mattino, è invece il turno delle classi dell’Istituto Corridoni (secondarie inferiori) di Gradisca d’Isonzo che – dopo aver assaporato gli eccessi e le rivoluzioni rock degli anni Settanta (venerdì 15 aprile) – saranno alle prese con il panorama musicale e la storia musicale, sociale e politica dei “dorati” anni Ottanta.
Così il viaggio di Cam Artemusica, con cicerone sempre il direttore Gabriele Medeot, continua il suo percorso: Rockhistory è un progetto multimediale che, da novembre 2014, sta coinvolgendo migliaia di ragazzi in regione grazie al sostegno della Regione e all’idea di Cam Arte e Musica di Monfalcone, e in collaborazione con Ufficio Scolastico Provinciale di Gorizia, Fondazione Carigo, contributo del Comune di Gorizia e patrocinio del Comune di Monfalcone.

“RockHistory, suona la storia” ha al suo attivo quasi 70 conferenze nelle province di Gorizia, Trieste e Udine e a maggio 2016 avrà coinvoltoquasi diecimila studenti (sono già quasi settemila!); ben 10 scuole lo hanno già inserito nel Piano di Offerta Formativa Triennale. RockHistory è un percorso tra storia, musica e costume che restituisce accadimenti e mutamenti sociali dalla fine degli anni Ottanta al 2000. I moduli del progetto possono essere “spezzati” attraverso i singoli decenni o inglobati in un’unica conferenza che a volo d’uccello spazia lungo tutta la storia del rock. In ogni caso sono decine i video originali proposti ai ragazzi altrettanti ascolti, oggetti, dischi e avvincenti racconti con i quali i ragazzi vengono accompagnati attraverso un viaggio di miti e leggende, successi ed insuccessi, ma soprattutto importanti risvolti storico sociali che il mondo della musica ha plasmato attorno a sé.

Gli anni Ottanta che i giovani gradiscani assaporeranno sono quelli del New Romantic – dai Culture Club a Bon Jovi – e della nascita di Mtv; delle le provocazioni di Madonna e le Spice Girls, il coinvolgimento mondiale degli U2 e dei R.E.M., fino alle fondamentali implicazioni sociali e culturali di Live Aid: un’ immersione completa, di grande coinvolgimento, di empatia totalizzante, alle quali i ragazzi rispondono solitamente affascinati e con molte domande e riflessioni. Un modo diverso di educare i giovani al senso critico, senza pesantezza, in un complesso ambito culturale.

About Enrico Liotti

Giornalista Pubblicista dal 1978, pensionato di banca, impegnato nel sociale e nel giornalismo, collabora con riviste Piemontesi e Liguri da decenni.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top