martedì , 18 Maggio 2021
Notizie più calde //
Home » Attualità » Dj Tubet e il suo “gang sign” per i friulani
Dj Tubet  e il suo “gang sign” per i friulani

Dj Tubet e il suo “gang sign” per i friulani

image_pdfimage_print

All’inizio di dicembre su tutti i distributori digitali e in formato cd è uscito il primo album solista di Dj
Tubet, il rapper e freestyler di Nimis noto per l’uso della lingua friulana in questi generi musicali. Nella
copertina di «Fin Cumò», questo il titolo, il “Tubo” fa un segno particolare con le mani che ha dietro una
storia, e quindi l’abbiamo sentito per farcela spiegare.
Mandi Dj Tubet, ci ha incuriosito la F che tracci con le dita in copertina, racconta ai nostri lettori
cosa significa.?
Quella è la F di Friuli.
E non la F di Fin Cumò, il titolo del cd, quindi.?
No, no. È un simbolo che ho ideato e uso da un po’. È una citazione di quei gesti che alcuni rapper
d’oltreoceano, ispirati dalla cultura delle gang, fanno con le mani. Si chiamano “Gang Signs” e
simboleggiano l’appartenenza a un gruppo o un territorio. Molti di questi, oltre a segni con le mani anche
slogan, sono diventati parte della cultura popolare americana e non solo.
E quindi il tuo “Gang Sign” è per il nostro Friuli?
Esattamente: è la F che dovrebbe fare chi si sente di appartenere a una ideale “gang del Friuli”.
In copertina faccio una F che io chiamo “di pace”, perché ha come base il dito indice e richiama alla
calma al gesto del silenzio ed è dunque un segnale di appartenenza composto e riflessivo.
Diciamo una F per le grandi occasioni, una F di rappresentanza. Ma ce n’è una anche “di guerra”.
Una versione diversa? Cioè?
La si vede all’interno del cd, ritratta nel murales che mi raffigura realizzato a Gemona dal writer Kerotoo:
in questo caso il gesto si fa più aggressivo avendo come base il dito medio.
Questa tipologia di F è perlopiù usata dalla comunità dei rapper o in situazioni più cruente di sfottò
goliardico.
Da dove nasce l’idea della versione di pace e guerra?
Mi sono ispirato alla storia del Patriarcato del Friuli il cui il vessillo araldico cambiava colorazione di
sfondo in base ai periodi di guerra e di pace, rispettivamente blu con l’aquila gialla in pace e rosso durante
i combattimenti.
Un simbolo per tutti i friulani a seconda del loro umore, quindi.
A seconda di umore e situazione, e che sia per tutti: non voglio che sia il simbolo “di Dj Tubet”. Io mi
auguro diventi patrimonio comune e ci riconosciamo in questo segno, quasi un “mandi” più al passo con i tempi-

DJT

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top