sabato , 8 Maggio 2021
Notizie più calde //
Home » Attualità » IL 34° RALLY PIANCAVALLO VA ALL’EQUIPAGGIO SLOVENO BOSTJAN AVBELJ – DAMIJAN ANDREAJKA
IL 34° RALLY PIANCAVALLO VA ALL’EQUIPAGGIO SLOVENO BOSTJAN AVBELJ –  DAMIJAN ANDREAJKA

IL 34° RALLY PIANCAVALLO VA ALL’EQUIPAGGIO SLOVENO BOSTJAN AVBELJ – DAMIJAN ANDREAJKA

image_pdfimage_print

Maniago 03-05-2021 – Si è conclusa nel tardo pomeriggio di ieri la 34esima edizione del Rally Piancavallo con la vittoria degli alfieri del team Xmotors Bostjan Avbelj e Damijan Andreajka (Skoda Fabia Evo R5) che hanno battagliato fino all’ultimo con Alessandro Re e Marco Menchini (Volkswagen Polo Gti R5) sul filo dei decimi di secondo lasciando incerto il risultato finale sino al termine del conclusivo tratto cronometrato. Terzi i favoriti Miele-Mometti su Citroen DS3 Wrc che hanno pagato qualche errore di assetto non riuscendo infine ad impensierire il duo di testa.

Il giovane pilota sloveno, con la sua guida molto spettacolare ma nello stesso tempo altrettanto redditizia, ha imposto un ritmo crescente nel susseguirsi delle prove speciali piazzando la zampata vincente nell’ultima ripetizione della PS “Clauzetto – Balcone del Friuli”, Avbelj è così il primo straniero ad aggiudicarsi il Piancavallo.

Una gara dura e selettiva, come da tradizione, che sino alla fine è stata messa in difficoltà dalle avverse condizioni meteo che hanno causato molte uscite di strada e conseguenti ritardi. A causa di problematiche diverse, i partecipanti all’IRC non hanno potuto disputare le prove della giornata di sabato dovendo giocarsi il tutto per tutto nella domenica.

Doretto – Arcangioli

Maggior fortuna per gli iscritti alla gara delle Storiche che hanno potuto concludere tutte le prove in programma con i locali Doretto-Arcangioli che sono riusciti a portare la loro Honda Civic sul gradino più alto del podio seguiti dal giardiniere volante Andrea De Luna (con Denis Pozzo sul sedile di destra), in gara per l’occasione con una Opel Corsa GSI, che ha saputo destreggiarsi nella fitta nebbia e sull’acqua della PS “Barcis-Piancavallo” concludendo la prima giornata di gara al vertice della classifica.

De Luna – Pozzo

Terzo gradino del podio per Tirone-Giannone su Porsche 911 Sc, mentre al quarto troviamo Muradore – Borghese su Ford Escort RS 1800 MKII.

Tirone – Giannone

Muradore – Borghese

Anche la gara riservata al trofeo Nazionale ha visto concludere – fra interruzioni e ripartenze varie – tutti gli stage programmati, decretando vincitore l’equipaggio Prosdocimo-Zanet su Skoda Fabia R2 seguito da Veronesi-Berisonzi su Volswagen Polo GTI R5, alle loro spalle il “carnico” Matteo Bearzi (con Janira Chialina alle note) che si è divertito sulle strade di casa con la Renault Clio Williams A7.

Prosdocimo – Zanet

Veronesi- Berisonzi

Bearzi – Chialina

Uno dei tanti incidenti che hanno caratterizzato questa edizione del Piancavallo

Come già riportato nel servizio del 1° maggio, le condizioni meteo hanno graziato lo svolgimento dello shakedown – in programma sabato mattina – ma sono via via peggiorate con il passare delle ore mettendo in difficoltà al momento dello start sia i piloti che gli organizzatori, questi ultimi si sono visti costretti a far transitare in trasferimento i concorrenti dell’IRC sul primo impegno cronometrato, la PS “Barcis-Piancavallo”, anche se non sono ancora del tutto chiari i motivi dell’annullamento della prova, mentre non ci sono assolutamente dubbi sulle cause della soppressione del secondo passaggio in quanto una pioggia torrenziale accompagnata da una fitta nebbia non permetteva lo svolgimento della prova speciale in condizioni di sicurezza.

A questo link EAE8E006-EC91-43A6-9278-D1FA47F7AE78 un breve video riepilogativo del Rally Piancavallo.

Questo 34° Rally Piancavallo ha dovuto fare i conti con elevate difficoltà che hanno messo a dura prova l’organizzazione che è comunque riuscita a portare in qualche modo a termine la competizione, sicuramente non un anno fortunato per la Knife Racing alla quale auguriamo un meteo clemente e maggior fortuna per la prossima 35esima edizione, vista la spettacolarità delle prove e del suggestivo territorio che gli fa da cornice.

Articolo in collaborazione con Rallyssimo

Servizio e foto: Guendy Furlan e Dario Furlan

Video: Damiano Podrecca

About Dario Furlan

Dario Furlan
Fotografo free lance e giornalista pubblicista. Segue da anni il panorama musicale internazionale - ma anche locale - con particolare predilezione per quanto riguarda il rock (in tutte le sue derivazioni), il folk ed il blues nonché la musica in lingua friulana. Cultore di "motori e rally", dei quali vanta una conoscenza ultradecennale, è anche atleta nella disciplina ciclistica della mountain bike.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top