sabato , 18 Settembre 2021
Notizie più calde //
Home » Attualità » Ideale “Staffetta della Memoria” tra letture e presentazioni

Ideale “Staffetta della Memoria” tra letture e presentazioni

image_pdfimage_print

Doppio appuntamento per la Giornata della Memoria: lettura itinerante dei ragazzi guidati da Nicoletta Oscuro e presentazione del libro “Lettere ai figli” di Anna Hymdrakova.

Prosegue anche domani, 25 gennaio con un doppio appuntamento, il calendario di iniziative organizzate dal Comune di Udine per la Giornata della Memoria 2012.

Alle 16.30 a partire dalla biblioteca civica “Joppi” inizieranno le letture sceniche itineranti, offerte al pubblico udinese dai giovani del laboratorio di lettura “agita”, organizzato dalla sezione moderna della “Joppi”, in collaborazione con il 41° palio studentesco “Città di Udine”, e tenuto dall’attrice Nicoletta Oscuro. I ragazzi, lungo le vie del centro, leggeranno brani e racconti sulla Shoah per poi passare, in un ideale “staffetta della memoria”, il testimone al secondo appuntamento in programma.

Alle 18 in sala Ajace, infatti, verrà presentato il libro “Lettere ai figli” di Anna Hymdrakova, con la partecipazione di Tiziana Menotti (traduttrice) e di Anna Maria Peressutti dell’ateneo friulano. Il libro si presenta come una lunga lettera che Anna Hyndrakova scrive ai figli per condividere i ricordi di un periodo drammatico della propria vita: il ricordo di una Praga occupata dai soldati tedeschi e sempre più negata ai cittadini praghesi di religione ebraica. Nella primavera del 1944, assieme ai famigliari e a molti praghesi, è costretta a salire su un convoglio con destinazione Auschwitz. Il libro racconta l’arrivo al campo di sterminio, la fame, gli espedienti per sopravvivere, la paura e il momento più duro, quello della selezione. Alla fine della guerra, in una Praga devastata, dovrà lottare ancora alla disperata ricerca di un posto in cui ricominciare a vivere e recuperare quell’identità e quella dignità di essere umano.

Tutto pronto, intanto, per il prossimo appuntamento in calendario, giovedì 26 con la conferenza, sempre alle 18 in sala Ajace, “Elio Morpurgo. Una  vita dall’Unità alla Shoah”, con Valerio Marchi, ricercatore presso il dipartimento di Scienze umane all’ateneo friulano. Alle 20.30 al cinema Visionario (via Asquini), invece, il Cec presenta il film “Vento di primavera” di Roselyne Bosch, con il commento di Gianfranca Giro, esperta di letteratura della deportazione e della Shoah.

Per tutte le informazioni e per conoscere il calendario completo delle iniziative è possibile telefonare al PuntoInforma del Comune di Udine allo 0432 414717 o inviare una e-mail all’indirizzo puntoinforma@comune.udine.it.

L’intera rassegna vede il coinvolgimento di numerose realtà culturali e associazionistiche del territorio, come i Civici Musei del Comune, l’Istituto friulano per la storia del movimento di liberazione, l’Associazione culturale Polymnia e il Centro Studi Auralexis, la biblioteca Civica “Joppi”, l’Università di Udine, il Cec Centro Espressioni Cinematografiche, la Fondazione Teatro Nuovo Giovanni da Udine, il Teatro Club Udine, l’Istituto Gramsci del Friuli Venezia Giulia, l’Aned-Associazione nazionale ex deportati e l’Associazione Italia-Israele del Friuli Venezia.

About Redazione

Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top