venerdì , 23 Luglio 2021
Notizie più calde //
Home » Attualità » GORIZIA : FORBICI & FOLLIA La produzione a.ArtistiAssociati presentata dai protagonisti

GORIZIA : FORBICI & FOLLIA La produzione a.ArtistiAssociati presentata dai protagonisti

image_pdfimage_print

Il finale lo deciderà il pubblico ogni sera. Iniziamo proprio dalla conclusione per descrivere ‘Forbici & Follia’, di Paul Portner dall’allestimento originale americano di Bruce Jordan e Marylin Abrams nella versione italiana di Marco Rampoldi (anche regista della piéce). Si tratta di un giallo-commedia interattivo che – in base alle indicazioni del pubblico – svelerà l’identità dell’omicida che si nasconde fra i protagonisti dello spettacolo. L’ultima produzione firmata da a.ArtistiAssociati (in collaborazione con Artù produzioni) è un vero e proprio gioco di contrasti e di tante possibili verità. Il contesto è un coloratissimo salone di coiffeur nella città in cui si rappresenta lo spettacolo, nel giorno in cui si svolge la rappresentazione. Gli interpreti? Un cast stellare che mette in luce, dell’uno e dell’altra, le sfaccettature più diverse ma con un grande senso dello humor che, via via toccando diverse sfumature, sfocia nella comicità più pura: in scena troviamo Roberto Ciufoli, Milena Miconi, Max Pisu, Barbara Terrinoni e la partecipazione di Nino Formicola e Nini Salerno, diretti da Marco Rampoldi.

Nino Formicola, Nini Salerno e Roberto Ciufoli, Milena Miconi, Max Pisu, Barbara Terrinoni

Nino Formicola, Nini Salerno e Roberto Ciufoli, Milena Miconi, Max Pisu, Barbara Terrinoni

 

«Partiamo da un testo che è un piccolo classico contemporaneo – spiega Rampoldi – e che attraversa i generi: un giallo ben scritto in una commedia ben scritta. I personaggi sono disegnati perfettamente e con interpreti così il gioco è facile. La marcia in più è il pubblico che viene chiamato in gioco ogni sera in maniera morbida. A quel punto si recita un copione aperto».

Lo spettacolo in verità inizia prima della classica apertura del sipario: «La cosa divertente – spiega Ciufoli – è che la gente entra in sala mentre il negozio è in funzione. Per noi lo spettacolo inizia un quarto d’ora prima. Il negozio resta aperto anche durante l’intervallo, ed è perfino possibile farsi una messa in piega» . Un ulteriore coinvolgimento dello spettatore quindi: «io passo fra tutti e prendo appunti – sottolinea l’agente Max Pisu».

Il giorno in cui la tranquilla vita di pettegolezzi che scorre allegramente fra le avances del parrucchiere a tutti i clienti maschi, e i piccoli sogni della sua aiutante – che ha, forse, una relazione con un equivoco antiquario – viene interrotta dall’assassinio della vecchia pianista che vive al piano di sopra, ed è la proprietaria di tutto l’edificio. Ma, colpo di scena, tutti i presenti hanno un movente che giustificherebbe il delitto, ed hanno avuto la possibilità di compierlo. E si scopre che, in realtà, due clienti sono poliziotti in borghese e devono arrestare il colpevole… Come? Con la collaborazione degli spettatori/testimoni oculari!

«Io stimolo il pubblico con la richiesta che mi venga detto quanto hanno visto – racconta il ‘commissario’ Nini Salerno -. A quel punto la platea si scatena». Domande piovono spontanee da tutte le parti. «I più tremendi e curiosi sono i bambini – raccontano Milena Miconi e Barbara Terrinoni». «Ma io che sono la carogna del gruppo – chiosa Nino Formicola – rispondo a tono a tutti». E infine, a maggioranza il pubblico determinerà l’assassino! I finali possibili teoricamente sarebbero sei, quanti i protagonisti in scena, ma in verità si riducono a tre per una serie di fattori. Insomma uno spettacolo da vivere e da non perdere.

La torunée sarà piuttosto intensa toccando, fra le altre, piazze come Milano, Lugano, Ravenna, Bologna, Genova, Roma e Verona. In regione ‘Forbici & Follia’ sarà ospite con 15 repliche:  Cormons, Casarsa, Cordenons, Codroipo, Cividale, Azzano Decimo in questi due mesi del 2014; da gennaio lo spettacolo passerà a Maniago, Gorizia, Trieste (dal 16 al 21 gennaio) e Sacile.

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top