lunedì , 2 Agosto 2021
Notizie più calde //
Home » Attualità » GEMONA DEL FRIULI : Incontro “Terremoti e cultura della prevenzione” DOMANI venerdì 21 novembre 2014, ore 17

GEMONA DEL FRIULI : Incontro “Terremoti e cultura della prevenzione” DOMANI venerdì 21 novembre 2014, ore 17

image_pdfimage_print

OGS in occasione delle Conferenze per il 50° del Consiglio Regionale del FVG

Palazzo Boton, Sala Consiliare, Piazza del Municipio – Gemona del Friuli (UD)

“Terremoti e cultura della prevenzione” è il titolo dell’incontro di DOMANI venerdì 21 novembre 2014 ore 17, nella Sala Consiliare di Palazzo Boton, in Piazza del Municipio a Gemona del Friuli (UD), che OGS – Istituto nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale organizza in occasione del 50° Anniversario del Consiglio Regionale del Friuli Venezia Giulia. Gli interventi di Maria Cristina Pedicchio, Presidente di OGS, Marco Mucciarelli, Direttore Sezione CRS di OGS, e dei ricercatori Gianni Bressan e Carla Barnaba illustreranno le attività svolte dalla sezione CRS – Centro Ricerche Sismologiche di OGS nella gestione delle reti di monitoraggio sismico, del dato sismologico e dell’allarme, nelle ricerche sismologiche e nei progetti per la diffusione della cultura della sicurezza. L’incontro – a ingresso libero e adatto a un pubblico di tutte le età – sarà quindi l’occasione per illustrare i processi che generano i terremoti, i sistemi con cui vengono misurati, sia quelli attuali che quelli in fase di sperimentazione, le conoscenze acquisite da CRS in quasi quarant’anni di studio e alcuni elementi essenziali per contribuire all’educazione al rischio sismico e a diffondere le buone pratiche di sicurezza. I terremoti colpiscono gran parte della penisola italiana: ce lo dice la storia degli ultimi 2000 anni, e ce lo conferma la sismologia strumentale, che misura sempre più precisamente anche eventi che non sono percepiti dall’uomo. In particolare, la fascia corrispondente circa alle Prealpi Venete-Friulane è una di quelle dove vi sono i maggiori indizi geomorfologici di una deformazione in atto ed è quella dove sono stati rilevati con maggior frequenza, in epoca remota e recente, sia terremoti al di sopra della soglia di percezione, sia gli eventi catastrofici.Il servizio di monitoraggio e allarme sismico che OGS – Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale gestisce tramite la Rete Sismometrica fu installato il 6 maggio 1977 proprio nell’area epicentrale del terremoto del Friuli del ’76. Nel tempo la rete si è estesa all’intera Italia nord-orientale e si è allargata allo scambio dati con le reti nazionali di Italia, Austria, Slovenia e Svizzera. Inoltre l’installazione dal 2002 di una rete geodetica basata su ricevitori GPS ha ampliato ulteriormente le capacità di analisi all’osservazione delle deformazioni lente della crosta terrestre.I più recenti forti terremoti, come quelli che in Emilia nel 2012 hanno causato morti, feriti e ingenti perdite economiche, hanno dato una dimensione tragicamente concreta alla pericolosità sismica, rinnovando la coscienza collettiva sui rischi naturali cui l’Italia è soggetta. Questa consapevolezza ha convogliato maggiori attenzioni al tema del riadeguamento antisismico del territorio e dell’edificato, che significa attuare le misure per ridurre le potenziali conseguenze dei terremoti di domani. Una strategia fondamentale per farlo è realizzare iniziative che promuovano la conoscenza, la prevenzione, l’informazione e il pronto intervento, come i progetti con le Scuole e i cittadini, su cui OGS è attivo da anni, nell’ambito di iniziative finanziate dalla Protezione Civile Nazionale e dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca.Far conoscere il rischio sismico, far superare eventuali paure e far riflettere i cittadini sull’importanza di effettuare esercitazioni antisismiche regolari è fondamentale per far comprendere che i terremoti, seppur imprevedibili e incontrollabili, possono risultare meno devastanti e spaventosi se affrontati correttamente. Per partecipare all’incontro è consigliato prenotarsi via email a natale.barca@regione.fvg.it. Le prenotazioni saranno accolte sino all’esaurimento dei posti. Per ulteriori informazioni: Natale Barca, Direttore di Staff, Segreteria Generale del Consiglio regionale della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, tel + 39 040 377 3222.

 

Carlo Liotti

About Carlo Liotti

Carlo Liotti
Giornalista Pubblicista iscritto all'Albo dei giornalisti da Aprile 2013. Dottore in Scienze e Tecnologie Alimentari. Appassionato di fotografia e di viaggi, capo redattore de ildiscorso.it, reporter/collaboratore per altri canali di comunicazione.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top