FRIULI DOC ACCENDE I MOTORI

La  19^ edizione del FRIULI DOC  si apre fra circa due settimane. La kermesse di quest’anno sarà sviluppata su quattro giorni con molte  novità.Il tema ufficiale di quest’anno è  dedicato al “Vino”.  Tra le grandi novità un’applicazione per smartphone e tablet creata appositamente per l’appuntamento.  Dal 12 settembre le più note food blogger della regione (Alessandra Colaci, Theodora Hurustiati, Valentina Cipriani, Chiara Selenati, Micaela Liberati e Giulia Godeassi) cureranno un vero e proprio speciale multi-mediale su Friuli Doc.  Sarà quindi anche all’insegna della tecnologia la XIX edizione di Friuli Doc, la più grande rassegna enogatronomica regionale in programma dal 12 al 15 settembre a Udine. L’altra grande novità presentata nella conferenza stampa odierna  saranno gli sponsor privati: per la prima volta l’appuntamento vedrà anche il concreto sostegno di importanti aziende del territorio.In parte per sopperire alla questione finanziamenti dopo  gli anni dei grandi e ricchi stanziamenti da parte della Regione,c e del Comune di Udine, ente organizzatore,  che quest’anno si è dovuto accontentare di appena 40 mila euro da Trieste. La Cciaa da parte sua metterà 55 mila euro, tra iniziative e fondi per la promozione e la copertura delle piazze. Il  Comune quest’anno sperimenta per la prima volta la soluzione della partecipazione di sponsor privati. Entrano così a pieno titolo nella manifestazione realtà importanti come Goccia di Carnia, CrediFriuli, Innov@ctors e l’Italpol.  La partecipazione degli sponsor sarà in parte attraverso l’offerta diretta di servizi,  in parte attraverso un contributo di carattere finanziario.  In piazza XX settembre ritorna l’ampio stand dell’Ersa, in piazza Venerio invece ci sarà spazio per le iniziative della Cciaa, in Castello torneranno le Pro Loco del Collinare, in piazza Duomo invece la montagna, ecc. Ancora utilizzabile in modo assai ridotto piazza Matteotti. Quest’anno a inaugurare la 19.ma edizione dovrebbe essere un friulano o un personaggio fortemente legato al Friuli che ha raccolto successi fuori dei confini regionali. Si parla di qualcuno legato al mondo dello spettacolo o della cultura. Dopo gli sportivi degli anni passati (per citare solo gli ultimi Capello e Zoff) in città il 12 pomeriggio potrebbe arrivare l’attore Giuseppe Battiston, il più volte candidato all’Oscar Dante Spinotti, lo scrittore Mauro Corona, o il più “televisivo” Joe Bastianich.

Sarà anche all’insegna della tecnologia la XIX edizione di Friuli Doc, la più grande rassegna enogatronomica regionale in programma dal 12 al 15 settembre a Udine. Un’edizione che, alla vigilia dei 20 anni, intende proporsi al grande pubblico in una veste sempre più moderna e al passo con i tempi, mantenendo ben dritta la barra sulla tradizione e la qualità.

È in quest’ottica che “innov@ctors”, spin-off dell’Università di Udine e CrediFriuli hanno creato, a proprie spese e quindi sponsorizzando la kermesse, una nuova applicazione per smartphone e tablet scaricabile a partire dalla mattina del 5 settembre in tre lingue, italiano, inglese e tedesco. Una sorta di Virgilio virtuale che guiderà turisti e udinesi alla scoperta dei tanti sapori e colori della manifestazione.

“La nostra volontà – dichiara l’assessore alle Attività produttive e turistiche, Alessandro Venanzi – è quella di mantenere la tradizione, ma con un occhio all’innovazione. Questo nuovo strumento – prosegue – è un’opportunità in più per far scoprire la manifestazione prima ancora di viverla dall’interno, creando i propri percorsi personalizzati in base alle necessità e alle preferenze di ciascuno. Un primo passo verso un’evoluzione necessaria che Friuli doc dovrà avere e soltanto una delle novità di questa edizione”.

La presentazione della tecnologia Smart.phone del FRIULI DOC N. 19

 Ma come funziona? Tante saranno le possibilità offerte dal programma messo a punto da innov@ctors. Nella sezione “programmi” si potranno consultare, in dettaglio e giorno per giorno, tutti gli eventi della rassegna, dai concerti ai laboratori di cucina, dalle conferenze agli spettacoli, ma anche la logistica degli stand, le mappe e i luoghi della festa. Nella sezione mappe, inoltre, si potrà navigare su una carta dinamica con icone “rappresentative” degli stand, eventi, mostre e molto altro ancora. Nella sezione “Percorsi”, inoltre si potranno visualizzare una serie di itinerari suggeriti dalla redazione con un testo descrittivo, l’elenco delle “tappe” e la relativa mappa dedicata. Ricca, infine, la sezione “servizi”, dove si potranno trovare i numeri utili, le informazioni sui servizi di pubblica utilità e i mezzi di trasporto, notizie sulla città e molto altro ancora. Ma le sorprese non sono finite qui, perché l’applicazione prevede anche la sezione “My FriuliDOC” che consentirà agli utenti di personalizzare e condividere la propria esperienza di visita a Friuli Doc. In particolare sarà possibile visualizzare gli eventi aggiunti precedentemente alla lista “My FriuliDOC” e visualizzarli poi sulla mappa, accedere ad un “cruscotto rapido” con  prossimi eventi, i prossimi spettacoli o il “top stand”, così come salvare i nomi degli stand preferiti e condividere sui principali social network i propri eventi e informazioni preferite. Ma sarà possibile anche creare il proprio percorso personalizzato scegliendo, ad esempio, il programma musicale preferito o gli eventi dedicati in particolare ai bambini.