sabato , 4 Dicembre 2021
Notizie più calde //
Home » Attualità » Folkest sbarcherà in Lazio nel 2015

Folkest sbarcherà in Lazio nel 2015

image_pdfimage_print

Proseguono a pieno ritmo le selezioni nazionali del concorso Suonare@Folkest-Premio Alberto Cesa 2014.

Secondo la fitta agenda degli appuntamenti, nel corso del weekend la prima serata è stata quella di sabato 22 marzo, presso la sala polivalente di Coreno Ausonio (FR). In concorso: Bandajorona, Giuseppe Spedino Moffa. Assente dell’ultimo minuto Paolo Propoli, ottimamente sostituito a beneficio del pubblico presente dall’OrchestraBottoni diretta da Alessandro D’Alessandro. A giudicarli, un’autorevole giuria formata da Edoardo De Angelis (responsabile Iniziative Speciali Folkest e cantautore), Antonella Costanzo (OrchestraBottoni), Domenico Corte (sindaco di Coreno Ausonio), Marco Delfino (Civitella Alfena Folk Festival), Gianluca Terenzi (Cassino MultiEtnica). Al termine della votazione il primo posto è stato attribuitoa Spedino Moffa, del quale è stata apprezzata la grande maturità nella gedtione del palco e l’assoluto valore tecnico nellusoc degli strumenti. Al secondo posto si è piazzata Banjorona, che parteciperà a Folkest. Gran bel risultato anche venerdì 21 marzo, presso il Palazzo della Provincia di Frosinone (Sala Congressi) dove OrchestraBottoni, Organizzazione di volontariato MusicAlVento, Provincia di Frosinone, Tavolo Tecnico provinciale della musica popolare, Folkest e www.folkbulletin.it  hanno presentato, in occasione della quinta edizione delle selezioni per il Centro-Sud di Suonare@Folkest – Premio Alberto Cesa la conferenza “Musica e Territorio: quale futuro? – dibattito sull’esportabilità sul nostro territorio di un modello consolidato come Folkest”. Ha introdotto Antonio Corsi (presidente del Tavolo Tecnico della musica popolare); sono intervenuti Edoardo De Angelis (responsabile progetti speciali Folkest e cantautore, Benedetto Vecchio (musicista e membro del Tavolo Tecnico della musica popolare), Antonella Costanzo (cantante OrchestraBottoni), Alessandro D’Alessandro (musicista OrchestraBottoni). Al termine del dibattito, che ha suscitato interesse per le proposte operative illustrate sulla falsariga di quanto avviene da trentacinque anni in Friuli. Ha fatto seguito un breve concerto dell’OrchestraBottoni, sulla bontà del progetto dei quali sono state spese ormai molte, giuste, parole.

Aspettiamo quindi un progetto di Folkest nel Lazio per il 2015.

Tornando alle selezioni di Suonare@Folkest – Premio Alberto Cesa, dopo Coreno Ausonio è stata la volta di Verona, precisamente San Pietro in Cariano in Valpolicella, dove il locale “La Fontana ai Ciliegi” ha ospitato ospitato domenica 23 marzo la prima delle selezioni veronesi del concorso. A scendere in lizza Siman Tov Quintet, Ensemble Sangineto, Sugar Ray Dogs, giudicati, la giuria formata da  Roberto G. Sacchi (Folk Bulletin), Alessandro Nobis (Radio Popolare Verona), Beppe Montresor (L’Arena Di Verona),  Roberto Covallero, Diego Peres (Laboratorio Arti Musica Spettacolo). Primo posto assegnato all’Ensemble Sangineto, formato da figli d’arte, di quel Michele Sangineto valente liutaio e vecchia conoscenza e amico di Folkest. Ottimi secondi Sugar Ray Dogs con il loro vibrante blues e roots rock.  La stessa sede ospiterà domenica 30 marzo la seconda delle selezioni veronesi del concorso. A scendere in lizza Ambra Pintore, Hard Weather, Rolling Around. A giudicarli, la giuria formata da  Andrea Del Favero (Folkest), Alessandro Nobis (Radio Popolare Verona), Beppe Montresor (L’Arena Di Verona),  Roberto Covallero, Francesco Avesani (La Fontana ai Ciliegi)

About Redazione

Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top