lunedì , 20 Settembre 2021
Notizie più calde //
Home » Attualità » EOS.LE GIORNATE VERDI IN FIERA La SERRACHIANI PLAUDE…. DOMANI (domenica 19 ) ULTIMO GIORNO

EOS.LE GIORNATE VERDI IN FIERA La SERRACHIANI PLAUDE…. DOMANI (domenica 19 ) ULTIMO GIORNO

image_pdfimage_print

Stand aperti dalle 10.00 alle 20.00 con ingresso libero

Greenwashing”, una nuova parola coniata per sintetizzare l’appropriazione indebita di virtù ambientaliste, un modo per lavarsi le mani, e pure la coscienza, distogliendo l’attenzione da responsabilità e danni anche gravissimi nei confronti dell’ambiente. Questo neologismo è stato il tema attorno al quale ha ruotato uno dei convegni clou di oggi (sabato 18 maggio) alla Fiera di Udine in occasione della seconda giornata di EOS, Exposition of Sustainability, Saloneincentrato sulla sostenibilità ambientale e sull’impronta di carbonio, che sta registrando una grande attenzione da parte del pubblico, addetti ai lavori e non solo e tra questi tanti giovani e studenti. La panoramica curata e selettiva di EOS, che vanta il patrocinio del Ministero dell’Ambiente (presente con uno stand e uno staff dedito a spiegare cosa fare per abbattere le emissioni di anidride carbonica per diventare un’azienda virtuosa) e del Ministero dello Sviluppo Economico, mostra negli stand e spiega in un programma di oltre 30 eventi, il volto concreto e tangibile di chi ha già intrapreso la strada del rispetto ambientale producendo beni e servizi attenti all’ambiente, al risparmio energetico e, a quanto pare, capaci di andare oltre la crisi. Oggi (18 maggio) EOS ha avuto una visita molto importante, ma soprattutto un’attestazione di fiducia e di apprezzamento che confermano non solo la bontà dell’idea, ma soprattutto che la strada intrapresa dagli organizzatori è quella giusta, anzi, necessaria se non inevitabile: Debora Serracchiani, Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, ha infatti espresso un giudizio molto positivo sul Salone che, pur ai suoi primi passi, fa già intravedere l’impronta e l’importanza che potrà assumere sempre di più nel futuro. “La nostra Regione – ha affermato la Serracchiani – ha la possibilità di fare da sé le politiche che determinano la qualità della vita e il nostro futuro. Se questo è un momento che richiede scelte immediate, è anche vero che c’è bisogno di progettare scelte a medio e lungo termine. La crisi – ha aggiunto – è un’occasione a portata di mano – e questo ci rende pronti e disponibili a fare quello che non avremmo fatto prima. Ora non se ne può più fare a meno. Il piano energetico a cui stiamo lavorando dovrà necessariamente collegarsi al piano dell’edilizia scolastica e dell’edilizia popolare. Questo anche per evitare gli sprechi che, solo in Italia, per quanto riguarda l’energia elettrica significa 6 miliardi di euro all’anno. In ambito regionale, il 40% dell’energia elettrica viene sprecata perché i sistemi e le infrastrutture di cui disponiamo sono ormai superati”. EOS – ha concluso la Serracchiani – è un’occasione di stimolo e di modello che ci fa assomigliare a quella parte di Europa che spinge sull’economia verde e che già da tempo, come la Germania ed altri Paesi del Nord, fanno scuola e anche risultati economici investendo in scelte ecologiche”. Dichiarazioni in piena sintonia con quanto detto dal Presidente della Fiera Luisa De Marco: “EOS esprime quella carica vincente necessaria per vincere la crisi. Il Salone offre uno spaccato virtuoso delle nostre imprese e della nostra economia e l’andamento positivo della manifestazione ci fa ben sperare per edizioni future. Il cammino e la scommessa intrapresi con EOS fanno parte del DNA della Fiera che è green per sua natura perché è immersa nel parco del Cormôr, riutilizza le strutture di un ex Cotonificio, sfrutta il salto delle acque che attraversano il quartiere per produrre energia grazie alla centralina idroelettrica attiva da un anno e perché ha appena sottoscritto, prima fiera al mondo, un contratto Carbomark per il mercato volontario dei crediti di carbonio da prodotti legnosi”. Una dimensione contenuta, ma di alta qualità e quindi destinata a crescere” : EOS ha incassato parole di sostegno anche da parte del Presidente della Camera di Commercio di Udine Giovanni Da Pozzo, il quale ha precisato che “oggi, in Italia, 1 impresa su 4 è green e sono già 360 mila quelle che hanno investito in questo settore che riguarda l’agricoltura, il manifatturiero, l’alimentazione e i servizi. Anche il sistema economico regionale si sta allineando alle tendenze del Paese e si tratta di imprese che hanno un marcia in più e maggiori capacità delle altre nel rinnovarsi e nel proporsi sul mercato, soprattutto in questa frase di crisi che, se anche ci porta a dover guardare all’oggi, non deve vietarci di guardare al futuro” . Ecosostenibilità, anche in un momento di crisi economica? Pare proprio di sì e a sostenerlo è anche Mario Tozzi, geologo, conduttore televisivo su La 7 e testimonial di EOS. Tozzi è intervenuto anche nel convegno su “Comunicazione green nelle nuove città”, nella presentazione della Maratonina di Udine e nell’incontro sul Progetto Vita Digitale del Polo scolastico di Gemona dove ha dialogato con gli studenti e con il Sindaco della cittadina pedemontana Paolo Urbani. Il noto geologo si è intrattenuto anche con i giovani del Collegio del Mondo Unito di Duino. Il Friuli Venezia Giulia, con il suo patrimonio naturale – ha detto Tozzi – può essere il centro propulsore di una nuova cultura e di una nuova economia declinata all’ambiente ed EOS ha tutti gli ingredienti per interpretare questa vocazione. La sostenibilità è un sintomo di efficienza: quanto più sei efficiente, tanto più sei sostenibile. In Italia per l’energia solare siamo tornati ai primi posti, dal punto di vista dei rifiuti qualcosa sta succedendo. Le criticità, invece, ci sono sul consumo di suolo e sulla mobilità, troppo legata al veicolo privato. Nel corso nel convegno sulla comunicazione green è intervenuto anche Alessandro Gaetano, Direttore marketing di Turismo FVG, per parlare di turismo sostenibile e illustrare l’obiettivo dell’Agenzia che è quello di fornire ai turisti strumenti informativi ad hoc legati alle vacanze verdi in Friuli Venezia Giulia. E’ in fase di lancio, infatti, un portale verticale interamente dedicato al turismo attivo da vivere negli ambienti naturali della regione e un Club di prodotto che racchiuda strutture ricettive sostenibili e progetti turistici che abbiano come filo conduttore la vacanza a basso impatto ambientale. In anteprima ad EOS TurismoFVG ha presentato uno studio per la creazione dell’infopoint turistico del futuro, multimediale ed interattivo, che sarà il primo del genere in Italia.  La sostenibilità entra nella vita quotidiana attraverso le nostre tavole e ciò che mangiamo ogni giorno.   Oggi (sabato 18) a EOS si è parlato anche di alimentazione a impatto zero con live show e degustazioni di cucina ecosostenibile al quale ha preso parte Latteria Montello (Veneto), con quattro prodotti con marchio Nonno Nanni che diventeranno ad anidride carbonica compensata grazie al bando del Ministero dell’Ambiente, illustrati da Silvia Lazzarin, responsabile marketing dei produttori veneti di formaggi freschi, e dal tecnico dell’azienda Michele De Noni. Protagonista anche Marcello Pennazzi del Pastificio Luciana Mosconi (Marche), che ha spiegato al pubblico il metodo di lavorazione esclusivo per la pasta secca all’uovo, non usando la pressa, e con una fase di essicazione importante, in chiave artigianale, molto lenta, per oltre 24 ore. Pennazzi ha poi ricordato l’impegno ambientale dell’azienda anche con la stipula dell’accordo per il calcolo della carbon footprint con il Ministero dell’Ambiente, che ci concluderà entro il 2013. Parlando di agricoltura, Paolo Ianna, coordinatore della Guida “Vini buoni d’Italia” (TCI editore), ha affrontato il tema della viticoltura sostenibile, sottolineando che in fatto di fonti rinnovabili, “la viticoltura può sfruttare il fotovoltaico e il recupero delle acque”. “Ben venga l’aiuto dalle istituzioni – ha aggiunto -, ma la vera vittoria dev’essere sensibilizzare gli agricoltori a usare altri metodi, in particolare a non usare i pesticidi”. Davide Ludovisi e Riccardo Sabatini della Sissa di Trieste hanno presentato infine il progetto di ricerca Progetto food cast e App foodly (app gratuita per iPad e iPhone) che vede al lavoro insieme scienziati provenienti daimigliori atenei italiani sui problemi della nutrizione globale e che attraverso un quiz interattivo, testa la conoscenza del cibo in modo divertente: lo scopo è ottenere, di livello in livello, il proprio punteggio di “coscienza alimentare”, scegliendo in un supermercato virtuale il prodotto più adatto ai vari quesiti proposti. L’agenda del sabato di EOS ha dato rilievo anche a questioni attuali e scottanti come il lavoro e alle opportunità dei green jobs, all’arte, al design e alla moda e a proposito di moda si è svolta anche la sfilata eco-friendly a cura di Tu&Tu con Biolab.

Domani (domenica 19 maggio) a EOS.

Nell’agenda convegni, alle 10.30, workshop del progetto BREF “Imprese in movimento–soluzioni di mobilità sostenibile e logistica efficiente a misura di piccola azienda” della Confartigianato Udine.  Per i visitatori in erba di EOS, dalle 11.00 alle 13.00, sarà attivo il Laboratorio organizzato da Querciambiente – Eco space nel quale costruire giochi e oggetti con materiali riciclati.

Dalle 15.00 alle 16.00 ritorna la moda green “alternativa” con la sfilata di abiti realizzati con materiale da riciclo.

Tutto il giorno, prove su pista con automobili elettriche e ibride, test drive con motocicli e bici elettriche.

Visite guidate alla centralina elettrica del quartiere fieristico (dalle 10.00 alle 18.00).

Fiori in Fiera: Eos è ancora più green con la mostra-mercato di piante e fiori.

Visitare EOS e prendere parte agli eventi in programma non è solo semplice e interessante, ma anche gratuito.

About Redazione

Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top