mercoledì , 19 Maggio 2021
Notizie più calde //
Home » Attualità » E l’erba fu

E l’erba fu

image_pdfimage_print

Come anticipato dai soliti Nicola Sada, Delsa e Pietro D’Ambrosio sulla pagina facebook da loro gestita e dedicata a questo nuovo impianto la posa del manto erboso sul campo da gioco del nuovo stadio di Torino è iniziata e terminerà in serata grazie al lavoro di un’impresa di Monaco di Baviera (come riporta il sito www.juventus.com).

La copertura dello stadio è stata progettata in modo tale da permettere alla luce di penetrare abbondante e raggiungere tutte le zone del campo garantendo così il mantenimento dell’erba sul campo, al contrario di ciò che avviene in molti stadi dove certe immagini ricordano più i campetti degli oratori che palcoscenici milionari. Il sistema di riscaldamento dovrebbe garantire il terreno dalle gelate invernali, comunque il fatto che lo stadio sia di proprietà della società dovrebbe spingere quest’ultima a garantire il miglio effetto visivo per la propria arena.

Tutta l’area attorno allo stadio verrà riqualificata con la realizzazione di 30000 metri quadrati di piazze ed aree verdi oltre alla sede della Juventus e ad altre zone a tema.

Per maggiori informazioni, oltre al sito della squadra bianconera, è utilissima e molto dettagliata la pagina facebook dei tre espertissimi già citati: http://www.facebook.com/nuovostadiojuventus?ref=ts .

About Federico Gangi

Avatar
Pubblicista iscritto all'albo Fvg dall'aprile 2013 Diplomato al liceo classico “J. Stellini”, attualmente frequenta la Facoltà di Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Trieste. Agli studi universitari ha affiancato diverse attività lavorative nel Triveneto. Ideatore della Fedarmax, direttore della Calcetto Udine e promotore del giornale on-line Il Discorso, di cui è direttore editoriale.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top