mercoledì , 2 Dicembre 2020
Notizie più calde //
Home » Attualità » Da giovedì 6 febbraio: Nancy Brilli, la seducente Locandiera di Carlo Goldoni, strega il Teatro Nuovo Giovanni da Udine.

Da giovedì 6 febbraio: Nancy Brilli, la seducente Locandiera di Carlo Goldoni, strega il Teatro Nuovo Giovanni da Udine.

image_pdfimage_print

 

Da giovedì 6 a sabato 8 febbraio, alle ore 20.45, al Teatro Nuovo Giovanni da Udine, un imperdibile appuntamento con l’attrice Nancy Brilli in scena nella parte della Locandiera del celebre testo di Carlo Goldoni, con l’adattamento e regia di Giuseppe Marini. Attrice versatile, di grandi risorse e smalto, nota a tutti per le tante interpretazioni  cinematografiche e televisive, dopo il grande successo della Tournee dello spettacolo con i monologhi sul femminile scritti appositamente per lei da sette diversi autori teatrali, Nancy  Brilli torna al teatro d’autore classico; « Questo Goldoni asciugato, senza ghirigori, dove viene messa in evidenza la soverchieria degli uomini a cui risponde una furbizia femminile inaridita, aspra, che cerca solo il suo vantaggio personale, m’è parsa una scelta opportuna. Perfino contemporanea visto come alcune donne si comportano di fronte a un maschilismo che stenta a scomparire». Rappresentata per la prima volta al Teatro S. Angelo di Venezia nel 1752, e pubblicata lo stesso anno, la commedia vede lo sviluppo drammaturgico del personaggio di Mirandolina che ormai non ha più niente a che fare con la sua progenitrice, la servetta Colombina, acquistando una profondità e un  valore psicologico e sociale che la renderanno presto un classico di tutti i tempi, con imitatori oltralpe: La Jeune Hôtesse del francese Claude Carbon Flins des Oliviers e anche la Mirandolina del tedesco Carl Blum. Come accade in tutti i classici, ogni epoca ha sottolineato gli aspetti di maggiore attualità rispetto al proprio tempo; in questa edizione Nancy Brilli, nella direzione di Giuseppe Marini, ha centrato il personaggio nel desiderio di riscatto da un mondo avido e narcisistico, dove il tornaconto personale pare essere l’unica, ossessiva modalità di rapporto tra le persone.

Si ricorda inoltre che venerdì  7 febbraio, alle ore 17.30, il Teatro Nuovo Giovanni da Udine e il mensile Q.B.Fvg diretto da Fabiana Romanutti invitano golosi e curiosi a conversare di ricette e di spettacoli, di metafore culinarie e di piatti fumanti, di identità, seduzioni, aggressioni, di azioni nobili o delittuose. Nel Foyer del teatro Nuovo Giovanni da Udine, si potrà divagare curiosi tra i conturbanti polli in umido e i provocanti bicchieri di Borgogna della Mirandolina di Goldoni, con le foodblogger e giornaliste Martina Liverani e Anna Maria Pellegrino, protagoniste dell’incontro intitolato Cibo e Seduzione: “La locandiera” e la cucina veneta.

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top