domenica , 29 Maggio 2022
Notizie più calde //
Home » Attualità » CAZZIMMA&ARRAGGIA debutto del 26 dic in scena fino al 9 gen.
CAZZIMMA&ARRAGGIA debutto del 26 dic in scena fino al 9 gen.

CAZZIMMA&ARRAGGIA debutto del 26 dic in scena fino al 9 gen.

Napoli. Dal 26 dicembre al 9 gennaio il Piccolo Bellini ospita CAZZIMMA&ARRAGGIA

 

con Errico Liguori e Fulvio Sacco, intenti a raccontare la loro versione “della più grande impresa manageriale e sportiva del XX secolo”: far finta di aver soldi per potersi comprare Maradona!
​Siamo trasportati nel giungo del 1984 in un progetto in cui Fulvio Sacco insieme a Napoleone Zavatto,​ ​ pensano con “arraggia” (rabbia in dialetto napoletano) al sogno di poter riscattare la propria città tentando di fare la storia del Calcio Napoli. Con espedienti propri della intraducibile “cazzimma” partenopea, chiusi in una stanza d’ albergo a Barcellona, i 2 protagonisti aspettano la telefonata del Presidente, bleffando, sperando e ragionando. Ma non siamo di fronte ad un’illusione scenica qualunque, perché ​ “per realizzare questo bisogno di raccoglie storie siamo andati direttamente da lui, Corrado Ferlaino – l’uomo che ha realizzato i sogni di milioni di tifosi. Ancora oggi non sappiamo come abbiamo preso quell’appuntamento, ancora oggi ci chiediamo perché ha accettato la video-intervista di due sconosciuti che niente volevano sapere di Maradona, ma di come si realizzano i sogni.”

Grazie anche alla produzione esecutiva​ di Fondazione Teatro di Napoli – Teatro Bellini, con il contributo di​ Mestieri del Palco​ e il sostegno di​ Teatro Nostos; Putéca Celidònia; cantiere sartoria del Teatro Sannazaro; pigrecoemme – Scuola di Cinema e Fotografia, assemedianosocialclub, agli elementi scenici e costumi​ di Anna Verde, assistente​ Umberto Salvato, possiamo gustare questo retroscena della vicenda con la carica propria del napoletano tifoso e sognatore.  Comprare Maradona e farla finita con le “camorre” che girano intorno a questo evento, è una situazione narrata con grande fluidità, senza trovate fanatiche. Assistiamo ad un testo ben scritto e soprattutto percepiamo la bravura degli attori, che seppur si siano avvalsi del supporto di Armando Pirozzi, hanno una autoregolazione interna tale da funzionare autonomamente per affiatamento, energia e gioia della messa in scena. Questo accade quado la squadra c’è.
​ Accomodarsi per 60 minuti di sorrisi: Caffè o Sangria?

Anita Laudando corrispondente da Napoli 

About dal corrispondente

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top