lunedì , 20 Settembre 2021
Notizie più calde //
Home » Attualità » “Carnia 1944” su RaiUno domenica 21 aprile alle 23.25

“Carnia 1944” su RaiUno domenica 21 aprile alle 23.25

image_pdfimage_print

In prossimità dell’anniversario della Liberazione, domenica 21 aprile 2013 alle 23.25, “Speciale TG1” dedicherà una puntata alla Repubblica partigiana della Carnia e dell’Alto Friuli mandando in onda il film di Marco Rossitti “Carnia 1944. Un’estate di libertà” (Italia 2012, 48’).

Girato sui luoghi della vicenda storica, il film è una docu-fiction che racconta, attraverso gli occhi di un gruppo di ragazzi di oggi e con la ricostruzione di alcuni avvenimenti dell’epoca, la straordinaria storia di come, nell’estate del 1944, furono affrancati dall’occupazione tedesca oltre quaranta comuni tra Friuli e Veneto, un territorio occupato da circa novantamila abitanti.

La Repubblica partigiana della Carnia e dell’Alto Friuli fu la più ampia tra le zone libere italiane e quella dove la progettazione democratica si spinse più avanti. Furono infatti presi importanti provvedimenti per una scuola libera, per la salvaguardia dell’ambiente e poterono addirittura votare liberamente – per la prima volta nella storia del nostro Paese – le donne.

Il film è stato prodotto dall’Università degli Studi di Udine e dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, con il sostegno della Fondazione CRUP e la collaborazione dell’Istituto Friulano per la Storia del Movimento di Liberazione e della FVG Film Commission.

La produzione esecutiva è stata curata dall’associazione culturale onlus CinemaTeatroEden, con sede a Tavagnacco.

“Carnia 1944” – che è nato da un’idea di Giovanni Spangaro “Terribile” e si è avvalso della consulenza storica di Andrea Zannini, Alberto Buvoli e Flavio Fabbroni – è frutto dell’impegno artistico congiunto di numerosi professionisti del Friuli Venezia Giulia. Il regista Marco Rossitti, docente di Tecniche e linguaggi del cinema e di Regia televisiva all’Università di Udine, svolge dal 1986 un’intensa attività come regista e documentarista. Ha realizzato programmi per le reti Rai, Sky e Sat 2000 e ha collaborato, tra gli altri, con la Biennale Teatro di Venezia, la televisione austriaca (ORF) e numerosi enti pubblici e privati. La sceneggiatura è di Carlo Tolazzi, la fotografia di Bruno Beltramini, le musiche di Teho Teardo, il sound design di Francesco Morosini, la scenografia e i costumi di Andrea Stanisci. Il montaggio è di Eleonora Cao, collaboratrice di Paolo Sorrentino. Interpreti del film sono alcuni tra i più apprezzati attori della regione: Riccardo Maranzana (il professore/il partigiano Aulo Magrini), Massimo Somaglino (Libero), Fabiano Fantini (sindaco di Ampezzo), Maurizio Fanin (il parroco di Forni). Ma nel film recitano anche il poeta friulano Leonardo Zanier (Attilio), Giulio Magrini (nella parte di se stesso) e, per la prima volta sullo schermo, quindici ragazzi selezionati nelle scuole della Carnia.

Dopo l’anteprima udinese del 24 aprile 2012, “Carnia 1944” è stato visto ed apprezzato da più di diecimila spettatori in cento proiezioni pubbliche in Friuli Venezia Giulia e in altre regioni italiane (Veneto, Umbria). La versione dvd del film, pubblicata in svariate migliaia di copie come allegato ad un noto quotidiano regionale, è andata esaurita in pochi giorni.

La messa in onda del film su RaiUno sarà preceduta da un servizio girato in Carnia dal giornalista Roberto Olla, attuale direttore di “TG1 Storia”, con interviste agli autori del film e ad alcuni protagonisti della vicenda storica.

Anche la puntata di “TG1 Storia”, lunedì 22 aprile 2013, alle ore 9.05, sarà dedicata all’eccezionale racconto della Repubblica partigiana della Carnia e dell’Alto Friuli, paragonata alle “poleis” greche dal Presidente Giorgio Napolitano, che nel suo recente viaggio in Friuli il 29 maggio 2012 ha voluto fare tappa a Udine esclusivamente per assistere alla proiezione del film.

Rudi Buset
rudi.buset@ildiscorso.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

About Rudi Buset

Pubblicista iscritto all'Albo dei giornalisti dal 2013 Diplomato presso l’ITC Einaudi nel 2007, lavora presso una carpenteria leggera artigiana. Impegnato nel sociale e in politica, da anni collabora con diverse realtà del suo territorio con particolare attenzione al mondo dell’associazionismo. Appassionato di tutto ciò che riguarda l’uomo in quanto “animale politico” oltre che allo sport (in primis il calcio).

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top