lunedì , 2 Agosto 2021
Notizie più calde //
Home » Attualità » Carnevali, spettatori sul palco: ed è teatro!
Carnevali, spettatori sul palco: ed è teatro!

Carnevali, spettatori sul palco: ed è teatro!

image_pdfimage_print

Lorca sogna Shakespeare in una notte di mezza estate è l’ultimo lavoro di Davide Carnevali che l’autore ha presentato negli ultimi giorni al Teatro Palamostre di Udine in cartellone per Contatto.

Una serata che ha visto la partecipazione diretta del pubblico: si tratta infatti di teatro partecipato dove un gruppo di spettatori è diventato attore per una sera. All’entrata della sala Carmelo Bene scelta per la rappresentazione sono state fornite delle maschere nere. All’interno si stava svolgendo una festa, era il gran ballo di Verona con musiche, balli, scatenati e bevande che passavano da una persona all’altra. In un angolo  della scena c’era un salottino per chi voleva rilassarsi un po’, sgranocchiare qualche  pattina e fumare.
Da da subito si è capito che non sarebbe stata una serata come le altre. Infatti alcuni degli spettatori si sono trovati ad essere parte attiva dello spettacolo stesso, diventando i protagonisti della scena più famosa di Romeo e Giulietta quella della dichiarazione d’amore (naturalmente con i suggeritori al seguito). I nuovi protagonisti vengono scelti dal resto degli spettatori attraverso un vero e proprio casting. Ecco dunque che teatro e vita vengono a mescolarsi e ad essere un tutt’uno. Teatro come metateatro, come rappresentazione della realtà e come luogo in cui la realtà si compie. Non c’è distanza neanche fisica tra ciò che è reale e ciò che viene rappresentato. In questo caso infatti la sala Carmelo Bene ben si presta allo scopo: platea e proscenio sono praticamente un tutt’uno così attori e spettatori senza soluzione di continuità e quindi senza barriere passano da una parte all’altra. Teatro e vita, vita e teatro.

Un teatro che fa riflettere, ciò che è rappresentato non è altro che quello che avviene realmente nella vita, il dentro e fuori non sono  così distinti. Gli autori per questo spettacolo hanno “preso spunto” da scrittori come Lorca, Shakespeare che molto hanno indagato e scritto su questo.
Lo spettacolo è  divertente e funziona. È stato  bello vedere una larga partecipazione di giovani segno che il teatro di questo genere attira e molto.

mtr

About Maria Teresa Ruotolo

Avatar
Nata a Udine nel 1970 vive a Grado. Giornalista Pubblicista dal 2004; Laurea in Scienze Politiche indirizzo politico sociale collaborazione varie: con il Consorzio Agenti Immobiliari per la redazione dell’editoriale di Corriere Casa Nord Est; con Gruppo Sirio per la redazione di articoli pubblicati sul periodico Business Point e altre varie collaborazioni per la redazione di articoli di attualità e politica.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top