mercoledì , 1 Dicembre 2021
Notizie più calde //
Home » Rubriche » Annunci e proposte » Cantine Aperte e il concorso Gratta e stappa colpiscono nel segno

Cantine Aperte e il concorso Gratta e stappa colpiscono nel segno

image_pdfimage_print

“Buon vino non mente”: si potrebbe bollare con questo proverbio simpaticamente modificato la 22a edizione di Cantine Aperte, l’evento firmato da Movimento Turismo del Vino FVG con Strade del Vino e Sapori FVG che celebra il vino regionale, i suoi produttori e le sue terre d’elezione. Le presenze, infatti, parlano chiaro e confermano la qualità di un format dall’atmosfera unica tra visite guidate, degustazioni, cene con il vignaiolo, eventi d’arte e spettacolo “all’ombra delle vigne”. Eccellente il volume di presenze da fuori regione, di lingua tedesca per lo più, dalle vicine Slovenia e Croazia, e poi dal Veneto e dall’Emilia Romagna, Lombardia. Non sono mancati ungheresi, belgi e addirittura qualche spagnolo, senza contare gli americani nel pordenonese.

“E’ il turista di qualità quello che ha scelto Cantine Aperte, curioso e pronto a conoscere il nostro territorio e la nostra cultura vitivinicola”, sottolinea la Presidente del Movimento, Elda Felluga, che aggiunge “Siamo felici e soddisfatti del risultato ottenuto. L’atmosfera vivace e positiva di sabato, con l’affluenza alle visite guidate su prenotazione e alla richiestissima cena con il vignaiolo, ha caratterizzato anche la giornata di domenica, a completare un weekend bellissimo che celebra il vino e le sue terre! Il risultato lusinghiero di questa edizione è stato raggiunto anche grazie alla sinergia con diverse realtà del territorio, alla stretta collaborazione con TurismoFVG, al sostegno della Regione con l’assessorato alle attività produttive e alla Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia che da sempre sostiene le iniziative del Movimento”.

Aggiunge il Direttore Massimo Del Mestre: “Decisivo è stato anche il ruolo delle tre Strade del Vino e Sapori FVG con cui il Movimento proprio da quest’anno ha inaugurato l’apertura a turnazione settimanale delle aziende. Si tratta di un plus dell’offerta enoturistica regionale che non esisteva. Sette giorni su sette il turista può infatti incontrare i produttori, anche senza prenotazione, e vivere un’esperienza simile a quella di Cantine Aperte. Basta visitare il sito  www.vinoesapori.it e programmare il proprio itinerario”.

Esito più che positivo anche per il concorso Gratta e stappa, novità della 22a edizione, ideato dal Movimento per celebrare la fedeltà del pubblico: in alcune cantine, infatti, i calici della solidarietà firmati Unicef e dotati di biglietto gratta e vinci sono andati letteralmente a ruba e sono stati terminati ben prima di pranzo. Tra i premi in palio, oltre alle bottiglie di vini DOC, l’ambitissima bicicletta di Cussigh – Udine, assegnata presso la cantina Villa Russiz di Capriva del Friuli ad una turista di lingua tedesca.

E le cantine? Oltre 70 in tutta la Regione hanno fatto network e condiviso strategie operative e obiettivi, registrando una buona presenza di pubblico sia alle degustazioni che alle visite guidate. Alcune cantine hanno impreziosito la loro offerta con eventi d’arte e spettacolo come ad esempio De Claricini a Moimacco e le preziose opere d’arte tessile in esposizione, Isola Augusta di Palazzolo dello Stella nel segno del green con il primo raduno di auto elettriche tra cui la Tesla, una berlina top di gamma dalle eccezionali prestazioni, Alessio Komjanc e la mostra dal titolo “Sulle tracce di Karl Brosch: un telefonista austriaco al servizio dell’Imperatore (1914-1918)”.
Ottimi risultati registrati anche in ristoranti e agriturismi che sabato hanno proposto le cene con il Vignaiolo e domenica il Piatto Cantine Aperte, bijoux gastronomico promosso dalle Strade del Vino e Sapori FVG.

Grande favore ha raccolto a Pordenone il servizio di navette gratuito verso le cantine della provincia, offerto dalla Strada pordenonesie, con forte affluenza dalla prima all’ultima corsa, e il wineBUS di Cantine Aperte che da Trieste ha fatto tappa in 4 templi della viticoltura udinese e goriziana.

Notevole traffico è stato inoltre registrato sui social media del Movimento, Twitter e Facebook, e tanti sono stati i click sul sito ufficiale. Simpatica la partecipazione degli users di Instagram attorno al challenge di IgersUD, costola udinese del gruppo IgersFVG. Seguendo l’hashtag #scattaestappa si possono scoprire tutte le foto da loro realizzate

About Redazione

Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top