lunedì , 27 Settembre 2021
Notizie più calde //
Home » Attualità » BENJI E FEDE hanno chiuso i tre giorni di “UDINE IN MUSICA”, la manifestazione in Fiera che ha ottenuto un successo straordinario
BENJI E FEDE hanno chiuso i tre giorni di “UDINE IN MUSICA”, la manifestazione in Fiera che ha ottenuto un successo straordinario

BENJI E FEDE hanno chiuso i tre giorni di “UDINE IN MUSICA”, la manifestazione in Fiera che ha ottenuto un successo straordinario

image_pdfimage_print

DS3_9623

Benji e Fede (Benjamin Mascolo e Federico Rossi), i due ragazzi modenesi che si sono esibiti domenica in fiera a Udine nell’ambito della rassegna UDINE IN MUSICA, sono stati definiti il fenomeno del momento e…. fenomeno è stato: migliaia di teenagers (moltissimi accompagnati almeno da un genitore) si sono accalcati fin dal primo pomeriggio ai cancelli di ingresso del padiglione Fiere di Torreano di Martignacco (UD) per assistere al concerto dei loro beniamini.

DS3_9859-2Nati come esecutori di cover, Benjiamin alla chitarra e Federico alla voce, hanno mosso i primi passi utilizzando i tradizionali canali online di Facebook e YouTube per pubblicare i video delle loro registrazioni, riscuotendo una popolarità sempre maggiore fra i giovanissimi – il target dei loro fan – fino ad iniziare a comporre i brani loro stessi ed ottenere i primi riconoscimenti.
Ad una prima analisi frettolosa potrebbe sembrare un duo “costruito” ad arte per generare incassi con delle canzoni pop melodiche dai testi poco o per nulla impegnati e dalle rime accattivanti ma piuttosto semplici e destinate ad un pubblico adolescente che si ritrova nella freschezza dei loro versi senza badare troppo alla sostanza (in effetti ascoltando 20:05, il loro unico lavoro prodotto fino ad ora, questa è l’impressione). Il fatto però di trovare il palco preparato con chitarra elettrica, basso e batteria ha in parte modificato questa impressione e deposto favorevolmente fin da prima dell’inizio del concerto, l’esibizione dal vivo ha poi sfatato questo preconcetto e, seppur propongano delle semplici canzonette per teenagers, bisogna riconoscere che questi due ragazzi ci sanno proprio fare.

DS3_9648

Irama

Il concerto si è aperto con l’esibizione di Irama, (notato poco prima di salire sul palco nella zona dei camerini nel cercare di atteggiarsi a più grande di quello che  effettivamente è, Ndr) che con i suoi brani rap e forte della partecipazione fra le Nuove Proposte a Sanremo ha riscaldato gli animi dei presenti – o meglio, delle presenti, considerata la prevalenza di pubblico femminile – in attesa dei protagonisti dell’evento. Irama il suo compitino l’ha svolto con disinvoltura ma il genere, che pure è fra i prediletti dagli adolescenti, è risultato piuttosto distante da quello che da lì a poco sarebbero andati a proporre Benji e Fede.
E finalmente, fra urla isteriche di ragazzine e sguardi fra l’apprensivo ed il divertito dei loro genitori, Benji e Fede sono saliti sul palco, i due ragazzi sono riusciti subito ad instaurare un feeling perfetto con il loro pubblico; partenza alla grande quindi con Fino a farmi male dove il duo ha fatto vedere, nonostante la giovane età e la brevissima carriera alle spalle, di non avere alcun timore reverenziale del palco.

Scaletta

DS3_9967I brani che Benji e Fede hanno proposto sono stati ovviamente tratti dal loro album 20:05 – oltre ad un paio di singoli precedenti all’album – ma la dimensione live, con una vera band alle spalle (e non con le solite basi registrate utilizzate da più di qualcuno), ha di fatto dato corpo e solidità alle hit di questi due ragazzi; Fede ha dimostrato piena padronanza nell’utilizzo della voce, ottimamente assecondato dalla chitarra acustica di Benji, scatenato sul palco ed esibitosi in alcuni salti alla Pete Townshend (eseguiti solo per caso oppure con specifico riferimento al chitarrista dei mitici Who?).

DS3_98131

Benji, Shari Noioso e Fede

Lo spettacolo è proseguito con alcuni brani del duo fino alla presentazione di Shari Noioso, la giovanissima udinese (13 anni !) famosa per l’eccezionale successo ottenuto a Tu si que vales, che ha preso posto sul palco accomodandosi alle tastiere appositamente predisposte per lei ed ha confermato anche in questa occasione le sue straordinarie qualità vocali, duettando in un brano con Fede e accompagnata dalla onnipresente chitarra di Benji; una esibizione che ha stupito moltissimi giovani che ancora non la conoscevano e che ha emozionato più di qualcuno per l’intensità con cui questa ragazzina riesce ad esprimersi.

Momento di gloria poi per un’altra ragazzina, “pescata” a caso fra il pubblico, che ha avuto l’onore di salire sul palco per “farsi” cantare Prendimi per mano dal duo, dedicata a tutte le ragazze presenti; sicuramente un’emozione incredibile per una fan che non desidererebbe altro dai propri idoli.
DSCN0702Con gli altri brani di 20:05 si è poi arrivati ai bis dove i due hanno salutato le fan con Tutta d’un fiato.
Insomma, sembra proprio che questi due ragazzi sappiano il fatto loro: la naturalezza con cui stanno sul palco, la loro complicità e la capacità di coinvolgere il pubblico fanno pensare ad un futuro brillante; non rimane che attenderli ad una conferma con un prossimo lavoro, magari un po’ meno “caramelloso”, …le premesse per crescere sembrano esserci tutte.

Le impressioni di una adolescente al concerto dei propri beniamini:
“Già prima del concerto ti ritrovi catapultata in questo strepitoso mondo di musica, suoni, colori e di tantissime coetanee (e non solo) che come te amano la musica di Benji e Fede; davanti al palco il tempo passa veloce con i brani che vengono trasmessi in attesa dell’inizio dell’esibizione dei nostri idoli, quando poi il concerto inizia veramente la folla è già in delirio.
Iniziato lo show sono partite le urla di incitamento verso questi due (meravigliosi) ragazzi che si godevano, sembra proprio con molto piacere, “l’altro” spettacolo: quello di migliaia di ragazzine che non finivano di gasarsi con urla, canti e pianti: una miscela più che perfetta per un concerto del genere.
Oltre a Benji e Fede si è fatta notare anche Shari Noioso che pur avendo solamente 13 anni ha fatto battere il cuore e far scendere qualche lacrima a più di qualcuno, piccola, semplice ma con un talento da sogno. La giovanissima Shari accompagnata dalla voce di Fede e dalla chitarra di Benji ha fatto innalzare il livello della serata (oramai fuori era calata l’oscurità) portandolo veramente all’apice durante la sua interpretazione.
Le canzoni del CD 20.05, cantate successivamente da Benji e Fede, hanno riscosso un enorme successo ed è stata cantata anche la loro prima incisione che ha fatto sognare e fuoriuscire molti ricordi persi un po’ qua e la nel tempo…..
Fra un brano e l’altro i due protagonisti della serata si sono divertiti a leggere i vari cartelloni e striscioni – veramente tantissimi – che i fan avevano preparato appositamente per loro riempiendo di gioia quanti sono stati scelti e commentati simpaticamente. Non poteva mancare poi la loro mascotte, MUCCHINO (un pupazzo di peluche, ovviamente conosciuto solo dagli affezionati del duo e amato da tutte le ragazze loro ammiratrici) che ha fatto la sua comparsa sul palco nelle mani di Benji e che in versione punk è stato poi posizionato in modo da poter vedere il resto dello spettacolo .
Rose, maglie, fiori, cappellini, cartelloni e molto altro ancora è stato lanciato dal pubblico sul palco a testimonianza dell’affetto che noi giovani proviamo verso questi due ragazzi che con le loro canzoni ci riempiono il cuore e riescono a farci stare bene anche nelle giornate no.
Non solo per noi giovani è stato uno spettacolo meraviglioso ma anche per i numerosi accompagnatori (genitori) che sembravano essersi divertiti pure loro e che sono stati pubblicamente ringraziati da Benji e Fede per averci portato al concerto. Genitori, questa è una riflessione personale, che in alcuni casi hanno portato al concerto quelle che ancora non potevano definirsi ragazzine, la domanda che spontaneamente viene da porsi è se non sia troppo presto per portare delle bambine ai concerti.”

DS3_9725

UDINE IN MUSICA ha quindi fatto centro, il pubblico ha risposto numeroso alle proposte musicali delle tre serate; programmi diversi che hanno coinvolto differenti fasce di spettatori hanno richiamato a Torreano di Martignacco circa 12.000 presenze totali (!) per un successo che forse nemmeno Gianluigi Ottomeni, Mauro Tulisso e Giorgio Jojo Pasqualini – organizzatori dell’evento – avevano preventivato. Un successo la reunion dei 4 dj in programma venerdì sera (Albertino, Fargetta, Molella e Prezioso), lo stesso dicasi per il concerto di Benji e Fede, oltre al vero e proprio boom di Random “una festa a caso”, dove il pubblico più che spettatore è stato interprete e protagonista, con circa 6.000 presenze che hanno letteralmente riempito sabato sera il padiglione 6 della Fiera, sede degli eventi.

Notizia e foto: Dario Furlan; ha collaborato Saba Furlan

About Dario Furlan

Fotografo free lance e giornalista pubblicista. Segue da anni il panorama musicale internazionale - ma anche locale - con particolare predilezione per quanto riguarda il rock (in tutte le sue derivazioni), il folk ed il blues nonché la musica in lingua friulana. Cultore di "motori e rally", dei quali vanta una conoscenza ultradecennale, è anche atleta nella disciplina ciclistica della mountain bike.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top