sabato , 27 Novembre 2021
Notizie più calde //
Home » Attualità » AL VIA DOMANI CON “BYZANTIUM” DI NEAL JORDAN CON IL Trieste Science+Fiction

AL VIA DOMANI CON “BYZANTIUM” DI NEAL JORDAN CON IL Trieste Science+Fiction

image_pdfimage_print

FESTIVAL DELLA FANTASCIENZA – XIII EDIZIONE TRIESTE 30 OTTOBRE – 3 NOVEMBRE

Sala Tripcovich – Teatro Miela – Magazzino delle Idee

Trieste torna ad essere così la capitale della fantascienza dal 30 ottobre al 3 novembre 2013 con le sue tre sedi – Sala Tripcovich – Teatro Miela – Magazzino delle Idee – e una ricca programmazione che prenderà il via domani sera con l’anteprima di Byzantium di Neil Jordan, nuova incursione nel mondo dei vampiri per il regista irlandese premio Oscar, autore di film del fantastico come The Company of Wolves e Interview with the Vampire, e produttore della serie tv I Borgia. Precederà la serata inaugurale, nel pomeriggio, un’occasione imperdibile, la visione su grande schermo di un indimenticabile classico della fantascienza, L’uomo che cadde sulla Terra di Nicholas Roeg, interpretato dall’androgino David Bowie. Tratto dal romanzo omonimo di Walter Tevis del 1963, un film di amara contemplazione sul mondo presente e futuro, ritornato all’antico splendore grazie a un nuovo restauro digitale. La sede principale di “Trieste Science+Fiction”, dopo il successo dell’esperienza dello scorso anno, sarà la Sala Tripcovich, grazie alla collaborazione del Comune di Trieste e della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi. L’adiacente palazzo della Casa del Cinema, sede delle principali associazioni di cultura cinematografica cittadine, sarà il quartier generale dell’organizzazione, e con la collaborazione del Teatro Miela ospiterà le sezioni collaterali del festival. Inoltre, nel restaurato spazio espositivo del Magazzino delle Idee, con la collaborazione della Provincia di Trieste, dal 26 ottobre al 24 novembre sarà aperta al pubblico una mostra di materiali iconografici per celebrare il 50esimo anniversario del “Festival Internazionale del Film di fantascienza”, la cui prima edizione si svolse a Trieste nel 1963 e che nell’arco di vent’anni, fino al 1982, ospitò nel capoluogo del Friuli Venezia Giulia grandi personalità come Forrest J Ackerman, Arthur C. Clarke, Roger Corman, Umberto Eco, Riccardo Freda, Frederik Pohl, Bertrand Tavernier. La Mostra, intitolata I giorni dei mostri e delle astronavi. 50 anni di fantascienza a Trieste verrà inaugurata venerdì 25 ottobre alle 18.00; ospite speciale, in questa occasione, sarà lo scrittore di science fiction statunitense Bruce Sterling.

Ospite d’onore di questa edizione di “Trieste Science+Fiction” sarà il regista premio Oscar Gabriele Salvatores, al quale il festival assegnerà il premio alla carriera Urania d’Argento (in collaborazione con la rivista Mondadori Urania). Autore nel 1996 con Nirvana del più grande successo di pubblico nel cinema di fantascienza italiano, il regista di Mediterraneo, Denti, Io non ho paura, Come Dio comanda, Educazione siberiana, da sempre attento al cinema di genere e all’utilizzo delle nuove tecnologie, incontrerà il pubblico della kermesse e sarà al centro di un programma speciale,  che prevede la proiezione di Nirvana e di Sogno di una notte d’estate, realizzato in collaborazione con il Centro Sperimentale di cinematografia – Cineteca Nazionale. Salvatores è attualmente impegnato a Trieste, grazie alla collaborazione della FVG Film Commission, sul set del suo nuovo lungometraggio The Invisible Boy (Il ragazzo invisibile), romanzo di formazione in chiave fantasy prodotto dalla Indigo Film con RAI Cinema.

Programma di domani, mercoledì 30 ottobre

 16h30 Sala Tripcovich / Sci-Fi Classix

L'UOMO CHE CADDE SULLA TERRA (3)THE MAN WHO FELL TO EARTH di Nicolas Roeg GB, 1976, 136’, col., HD, v.o. inglese s/t italiano con David Bowie, Rip Torn, Candy Clark, Buck Henry Dietro il nome di Thomas Jerome Newton si nasconde un solitario alieno, interpretato dall’androgino Bowie. Giunto sulla Terra alla ricerca di risorse per il suo pianeta, troverà, grazie alle sue mirabolanti tecnologie, la sola ricchezza. Tratto dal romanzo omonimo di Walter Tevis del 1963, L’uomo che cadde sulla Terra è un film di amara contemplazione sul mondo presente e futuro, ritornato All’antico splendore grazie a un nuovo restauro digitale.

 

18h00 Libreria Ubik / Evento Speciale

Margherita Hack/ Il futuro negli occhi Presentazione del libro Io penso che domani. Il racconto di una testimone del Novecento di Margherita Hack, Serena Gradari, Fabio Pagan – Edizioni Scienza Express, Trieste con Fabio Pagan, giornalista scientifico e Paolo Molaro, Osservatorio Astronomico di Trieste “Margherita, se avessi a disposizione una macchina del tempo, dove vorresti andare: nel passato o nel futuro?”. Lei rispondeva decisa: “Nel futuro, nel futuro! Il passato lo conosciamo a sufficienza. è il futuro che mi affascina…”.

 Serata inaugurale/Film d’apertura 20h00 Sala Tripcovich / Neon > Méliès

BYZANTIUM di Neil Jordan GB/USA, 2012, 118’, col., HD, v.o. inglese s/t italiano con Saoirse Ronan, Gemma Arterton, Jonny Lee Miller, Sam Riley L’amore che lega una madre ad una figlia è più forte del dolore, del tempo e della morte stessa. L’ultimo film del regista premio Oscar Neil Jordan, autore di In compagnia dei lupi e Intervista col vampiro, segna il suo ritorno al cinema di genere, con atmosfere gotiche e crepuscolari che attraversano tre secoli di storia, per dare una nuova interpretazione in chiave femminista al tema del vampiresco. Dall’adattamento del testo teatrale A Vampire Story di Moira Buffini.

E.T.

About Redazione

Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top