domenica , 9 Maggio 2021
Notizie più calde //
Home » Attualità » A Pordenonelegge presentato il “Collection Day”

A Pordenonelegge presentato il “Collection Day”

image_pdfimage_print

Presentato ieri a Pordenonelegge il Collection Day, l’iniziativa dedicata alla memoria della Grande Guerra che si terrà sabato 21 settembre. L’iniziativa è promossa dall’Associazione culturale WW1-dentro la Grande Guerra, responsabile dell’omonima piattaforma, in collaborazione con Turismo FVG e si avvale dell’esperienza di Europeana, biblioteca, museo e archivio digitale europeo, che ha intrapreso in questi anni un’importante attività di digitalizzazione, conservazione e pubblicazione di cimeli e testimonianze sulla prima guerra mondiale. Si tratta di un progetto atipico, nato su iniziativa privata di tre aziende (Digital Distillery, in collaborazione con Officine Panottiche+nuovostudiofactory e Hive Division) che hanno dato vita a un progetto culturale no-profit. Il progetto, che ha un’importante ricaduta sul territorio, si concretizza in un’azione di messa a sistema del patrimonio istituzionale, aziendale e legato alle memorie private. L’idea è di unire questi tre patrimoni per creare un sistema integrato di informazioni. WW1 è una piattaforma cosiddetta “immersiva” in cui si crea una dimensione nuova, con contenuti provenienti dal vissuto e dalla testimonianze dei privati. In questa piattaforma  le informazioni costituiscono un sistema integrato, in cui è possibile collegare tutti i contenuti di ricerca (video, testi, documenti, testimonianze letterarie).

Grazie alle nuove tecnologie, tutti hanno la possibilità di contribuire a preservare le storie di famiglia risalenti alla Grande Guerra, e a diffonderle. Per questo Pordenonelegge propone il Collection Day: chiunque sia in possesso di immagini, lettere, cartoline e cimeli del periodo 1914-18 può “conferire” il vissuto personale e quello dei suoi cari, contribuendo alla crescita di questo prezioso archivio online. L’appuntamento è fissato per sabato 21 dalle 09.00 alle 20.00 presso la Loggia del Municipio. Il materiale “conferito” sarà digitalizzato e restituito il giorno stesso ai proprietari. Esperti e storici saranno a disposizione nell’arco dell’intera giornata.

L’obiettivo della piattaforma WW1 è creare uno strumento che sia utile per le scuole per la ricerca. “Scopo del progetto – ha sottolineato Villalta, curatore del Festival Pordenonelegge ­- è quello di identificare un luogo con una memoria familiare, di costruire un invito alla scrittura legato ai luoghi della memoria della Grande Guerra. La realtà della prima guerra mondiale, distante ormai un secolo da noi, ha senso se trova una nuova memoria per essere raccontata, se suscita un nuovo interesse. È importante che questa nuovo interesse si colleghi poi ad una curiosità per i luoghi e possa innescare dei movimenti di persone, dei flussi turistici”. I cimeli, le lettere, le immagini costituiscono solo una parte di questo progetto: più importante è la storia che essi incorporano, la vera matrice della memoria.

Vito Digiorgio

About Vito Digiorgio

Vito Digiorgio
Giornalista pubblicista iscritto all’Albo dei giornalisti dal 2013. Si è laureato all'Università di Udine con una tesi sulla filologia italiana. Collabora con alcune testate giornalistiche on line.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top