domenica , 17 Ottobre 2021
Notizie più calde //
Home » Attualità » 30 ott. 2015 parte la Stagione 2015/16 del Teatro della Corte – Osoppo con ANA-THEMA
30 ott. 2015 parte la Stagione 2015/16 del Teatro della Corte – Osoppo con ANA-THEMA

30 ott. 2015 parte la Stagione 2015/16 del Teatro della Corte – Osoppo con ANA-THEMA

image_pdfimage_print

Per il 2015-2016  Anà-Thema dà vita ad una nouva Stagione Teatrale, patrocinata dal Comune di Udine, dal Comuneimage di Osoppo e dalla Provincia di Udine e dalla Regione FVG, ricca di spettacoli, mostre, concerti, ospitalità, laboratri di formazione, oltre alla  realizzazione di proprie produzioni Tournèe Nazionali.

In prima nazionale Con  Compagnia Anà-Thema Teatro e la Regia Luca Ferri

ONCE UPON A TIME :   NAZIONALE –

Once Upon a Time” è il nuovo spettacolo che debutta in anteprima nazionale al Teatro della Corte. Personaggi di fantasia si mescolano alla vita reale, dando origine ad un tessuto spettacolare di grande impatto. Lo spettacolo si presenterà come l’inizio della storia ancestrale. La favola primordiale dalla quale tutte le altre sono nate e che ogni sera possono crescere in maniera diversa. Il pubblico diventerà parte della storia, interagendo con gli attori per creare tutto quello che sarà scritto dopo quel  … C’era una volta… seguirà il 29 novembre

image (2) MAMMA SEI SEMPRE NEI  MIEI PENSIERI. SPOSTATI!

Con CINZIA LEONE  regia Fabio Mureddu E’ uno spettacolo sulla “mammità”, sul distacco dal cordone ombelicale, su come la mamma condiziona i nostri atteggiamenti, i nostri pensieri, e tutto il nostro essere, e viene “analizzata” comicamente l’impronta che ogni madre lascia sulla propria figlia, e che la figlia lascerà a sua volta sui propri figli. Cinzia, condizionata dalle telefonate della madre, viene portata a ripercorrere le origini della vita – e l’evoluzione della mamma – dal protozoico, l’era primordiale, al cenozoico, l’era attuale.

La stagione molto ricca  proseguirà il 12 dicembre   Con Eugenio Allegri e la regia di Gabriele Vacis in NOVECENTO Negli anni a cavallo image (3)delle due guerre mondiali, abbandonato sulla nave dai genitori e ritrovato sopra un pianoforte da un marinaio, Novecento trascorre tutta la sua esistenza a bordo del Virginian, senza trovare mai il coraggio di scendere a terra. Impara a suonare il pianoforte e vive di musica e dei racconti dei passeggeri. Sul grande transatlantico, Novecento riesce a cogliere l’anima del mondo. E la traduce in una grande musica jazz.

image (4)Il 19 dicembre in piena aria di feste natalizie è in programma il Concerto di Natale 

Con  Ensemble di Fisarmoniche Flocco Fiori

Dalle ore 14, alla Corte di Osoppo, apre il villaggio di Babbo Natale. Per un pomeriggio il Teatro e la sua corte, si trasformeranno nel magico mondo del Natale, con bancarelle, folletti e naturalmente sul trono rosso il simpatico Babbo Natale. A rendere ancora più speciale l’atmosfera alle 20.45 ci sarà il Concerto di Natale con l’Ensemble Flocco Fiori, che eseguirà i grandi classici del repertorio natalizio, il tutto arricchito dagli interventi cantati e recitati da Anà-Thema Teatro 

       Per festeggiare la fine dell’anno e per augurare un nuovo 2016 il 31 dicembre fuori abbonamento verrà proposto  BEATO TRA LE GONNE  – Specialeimage (5)  Capodanno a Teatro –  Con  I Trigeminus : “Beato fra le gonne” è una storia brillante, scoppiettante, a tratti veramente irresistibile, nell’ambito della quale i Trigeminus si cimentano in una prova di abilità mai sperimentata finora. Il titolo rivela subito che il protagonista è un uomo. Si tratta infatti di un idraulico, Bruno, che in seguito a varie vicissitudini, è costretto a vivere in casa, unico maschio, insieme a quattro donne: Anute, la moglie incinta, Mafalde, la suocera insopportabile, Sunte, la vecchia zia nubile e bigotta e Taresine, la cognata depressa per la perdita del marito. I sette personaggi di questa commedia sono tutti interpretati da Mara e Bruno Bergamasco.

image (6)La Compagnia Teatrale di Ragogna proporrà il 16 gennaio 2016 :

TRE PAS TAL CURTIL  :Quest’opera è ambientata nel 1960 in un cortile della campagna friulana. E’ la storia di un emigrante ritornato dalla Francia al suo friulano paese, senza un soldo come alla partenza. L’orgoglio e la voglia di far vedere che è riuscito a far fortuna lo spingono ad inventarsi e a trovare astuzie contro il fratello rimasto a lavorare nel suo paese. Grotteschi litigi ed una roccambolesca avventura tra confini di terreni e teneri amori. Una piccola storia che ripropone miserie e valori di un vecchio Friuli legato ai suoi principi ed alla sua semplicità 

Sabato 30 gennaio ore 20:45 

 

Il 30 gennaio posto alla cultura con TRE UOMINI DI PAROLA con  Mauro Corona, Toni Capuozzo & Gigi Maieron e

image (7)il 13 febbraio seguirà MA TU, DI CE BANDE STATU? 

Con  Compagnia Travesio Tutto Teatro  : Luciano è il tipico padre di famiglia friulano: salt, onest e lavoradôr. Anche troppo. La sua visione all’antica della vita e della famiglia lo porta infatti a continui scontri con la moglie Marisa e con la figlia Federica, della quale non tollera il fidanzato Sergio, troppo poco macho per i suoi gusti. Per cercare di redimere il capofamiglia, Marisa Federica e Sergio, con l’aiuto del cugino Robert arrivato in visita direttamente dall’Australia, metteranno in scena una piccola grande farsa, i quattro cospiratori cercheranno in ogni modo di far capire a Luciano che per vivere felici basta solo un po’ di tolleranza.

Seguiranno febbraio e marzo  con Mai Far La Lady Con  il Collettivo Terzo Teatro per la regia di Mauro Fontanini  e  Fullin legge Fullin di e con Alessandro Fullin in una produzione Bananas. Ancora cultura con Mauro Pirovano in Mistero Buffo di Dario Fo il 19 marzo a cui seguirà il 2 aprile fuori abbonamento lo spettacolo Buffalo Bill – Trieste 1906 con la Compagnia Amici di San giovanni ed il 9 aprile con lo spettacolo

image (8)CABA(R)NET  Con Compagnia Arc di San Marc  regia

Passatempo, Di Martino, Del Bianco  :Cabar(N)et è la squisitamente autoctona intesa tra il cabaret e il cabernet, un armonioso pasticcio di gag rubate un po’ alle comiche, un po’ al teatro e un po’ alla letteratura. Difficile resistere, un’ora e passa di peperoncino per la mente che rianima l’appetito, tonifica la fantasia, riscalda le circostanze e vivifica le piacevolezze della vita. Cin cin, buon Cabar(N)et a tutti!

Altra prima nazionale il 23 aprile con la danza e precisamente con CARMEN image (9)

Coreografia/Regia Walter Cinquinella e la Compagnia Danza Ezperimenta.

La stagione continuerà il 6 maggio con uno spettacolo commemorativo del quarantesimo anno dal terremoto del Friuli con la regia di Luca FERRI e la compagnia Ana-Thema che proporrà ORCOLAT è un toccante monologo che narra la storia di una donna, che il 6 maggio del 1976 era un bambina ed ha vissuto la drammatica esperienza del terremoto in Friuli. Una bambina, ormai cresciuta e diventata donna, ricorda e racconta, tra attimi di flashback e narrazione, come la sua famiglia sia sopravvissuta e come ha vissuto per ricostruire ricordi ed affetti perduti. Atmosfere di grande intensità e di grande emozione, narrate con semplicità e passione.Il giorno dopo 7 maggio sul palco I Promessi Sposi Con la Compagnia Teatroimmagine e la regia di Benoit Roland ed il 21 maggio chiuderà la stagione Laura Curino con LA DIVA DELLA SCALA.

Ovviamente nell’approssimarsi dei vari spettacoli prontamente vi illustreremo sugli stessi .

About Redazione

Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top