martedì , 22 Giugno 2021
Notizie più calde //
Home » Attualità » ZERO A ZERO A GRAPPOLI!

ZERO A ZERO A GRAPPOLI!

image_pdfimage_print

Inizia a far freddo e il campionato si impantana inaspettatamente. Cinque 0 a 0 nella stessa giornata non si vedevano dal 1989.
Si parte con Catania-Inter-2-1, ennesimo scivolone della squadra di Ranieri, che, con la quarta sconfitta in sei partite, trova un record poco invidiabile, il peggior inizio di campionato della sua storia. Primo tempo accettabile della squadra neroazzura, che nella ripresa però lascia spazio al Catania che approfitta degli errori difensivi della squadra di Ranieri e di un rigore generoso per vincere meritatamente la partita.

Sabato decisamente migliore per il Milan che, con un sol boccone, si mangia il Palermo. Un 3 a 0 con i gol di Nocerino (prima rete in rossonero), Robinho e Cassano che fa ritrovare ad Allegri, oltre agli infortunati, il bel gioco e la marcia persa ormai alla fine dello scorso campionato.

Sorpresa invece al San Paolo dove il Parma, con una gran bella prestazione ed un Giovinco decisamente molto ispirato, ha la meglio sul Napoli. Primo tempo noioso, ma ripresa che si apre con un Napoli pimpante e un Parma combattivo. Nel momento migliore della squadra partenopea il Parma va in vantaggio con Gobbi, per raggiungere il meritato pareggio da parte di Mascara. La partita sembra incanalarsi al meglio per la squadra di Mazzarri che cerca la vittoria ma viene castigata all’83’ da Modesto per il 2 a 1 finale.

La domenica in serie A, invece, è di una noia mortale.

Si parte con Cesena-Fiorentina che apre la lunga serie di 0 a 0 della giornata. Cesena più vivo e anche sfortunato in diverse occasioni, ma pareggio giusto. Gli altri pareggi a reti bianche sono fra Atalanta e Udinese (partita senza molte emozioni, nonostante il gran cammino iniziale in campionato delle due squadre), Cagliari e Siena (partita senza molte occasioni da rete, buon pareggio in particolare per il Siena, peccato per il Cagliari che, con una vittoria, si sarebbe portato da solo al comando della classifica), Chievo e Juventus (primo tempo a rilento, ripresa con diverse occasioni per la Juve che non riesce a trovare la via della rete; passo indietro per la squadra di Conte e quarto risultato di fila per la squadra veronese), Genoa e Lecce (partita più vivace delle precedenti, con entrambe le squadre intraprendenti ma poco fortunate).
Unica partita movimentata del pomeriggio, dal punto di vista realizzativo, è stata Novara-Bologna chiusasi con un 2 a 0 per la squadra felsinea grazie ai gol di Ramirez a fine primo tempo e Acquafresca nella ripresa. La partita viene giocata meglio dalla squadra di casa, ma un Bologna rivitalizzato dal cambio di allenatore, con il debutto giornaliero di Pioli, è cinico e vince la sua prima partita in campionato.

In serata gran bel derby come ai tempi migliori (esludendo lo stadio non esaurito, purtroppo). Bella partita con occasioni da una parte e dall’altra. Parte forte la Roma con il gol di Osvaldo al 5′, rischiando il raddoppio poco dopo. Passato lo sbandamento iniziale, la Lazio si riprende grazie a Klose e Hernanes, rischiando ancora però, in difesa. La ripresa parte con i biancocelesti che premono maggiormente per il pareggio. Al 50′ l’episodio decisivo: Kjaer trattiene Brocchi in area di rigore. Espulsione per il difensore della Roma e 1 a 1 con gol di Hernanes dal dischetto! Da qui in poi quasi solo Lazio: traversa di Klose al 70′, palo con splendida conclusione di Cissé al 82′ ma, a cinque minuti dalla fine, quasi colpaccio della Roma con Pjanic. Quando la partita volge al termine e sembra concludersi con un pareggio, a 20 secondi dalla fine la Lazio cogli i 3 punti grazie al gol di Klose. Prima vittoria, meritata, per Reja contro la Roma, che fa esplodere l’Olimpico di fede laziale dopo 4 sconfitte consutive nei derby e porta la squadra biancoceleste al secondo posto in classifica.

 

Rudi Buset
rudi.buset@ildiscorso.it

© Riproduzione riservata

About Rudi Buset

Rudi Buset
Pubblicista iscritto all'Albo dei giornalisti dal 2013 Diplomato presso l’ITC Einaudi nel 2007, lavora presso una carpenteria leggera artigiana. Impegnato nel sociale e in politica, da anni collabora con diverse realtà del suo territorio con particolare attenzione al mondo dell’associazionismo. Appassionato di tutto ciò che riguarda l’uomo in quanto “animale politico” oltre che allo sport (in primis il calcio).

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top