ARI VATANEN SI AGGIUNGE ALLA LISTA DEI “SUPER BIG” A RALLYLEGEND 2020

ARI VATANEN SI AGGIUNGE ALLA LISTA DEI “SUPER BIG”.

M-SPORT PRESENTE CON LA FIESTA WRC PLUS E CON LA RIVELAZIONE ADRIEN FORMAUX.

“LUCKY” BATTISTOLLI, PIERO LONGHI, RENATO TRAVAGLIA, L’ITALIA-DA-RALLY VINCENTE AL VIA

ERCOLANI VOLTA-ROGGIA, EQUIPAGGIO DA “RALLYLEGEND DEL CUORE”

Repubblica di San Marino. “Ci siamo, e questo è già un successo!” potrebbe essere il claim di Rallylegend 2020, mentre prende forma l’elenco degli iscritti – che veleggia, ad oggi, verso le centoventi unità – e la lista dei grandi nomi presenti alla edizione numero 18 di Rallylegend. E sarà un parterre di alta qualità, per fuoriclasse, campioni e macchine, nonostante le difficoltà e i disagi causati dalle misure anti Covid19.

Oltre alle già annunciate “star” Francois Delecour, Ken Block, Miki Biasion, Franco Cunico , si allunga la lista dei grandi nomi che non hanno voluto rinunciare ad essere al via anche di questo Rallylegend, sempre affascinante e di grande richiamo.

 ARI VATANEN SI AGGIUNGE ALLA LISTA DEI “SUPER BIG”

Pilota velocissimo e grande personaggio nella storia dei rally, Ari Vatanen, campione del mondo rally nel 1981, vincitore di quattro Dakar e di una Coppa del Mondo Rally Raid, sarà a Rallylegend 2020. Un grande colpo, per l’organizzazione dell’evento rally più “cool” della stagione. Vatanen ritroverà, a San Marino, il volante della Ford Escort RS Cosworth, con cui si piazzò quinto al rally Acropoli mondiale del 1993, con Fabrizia Pons alle note.

M-SPORT PRESENTE CON LA FIESTA WRC PLUS E CON LA RIVELAZIONE ADRIEN FORMAUX

Pur stretto fra i due appuntamenti mondiali della Turchia e dell’Italia Sardegna, Rallylegend ha visto comunque confermata la prestigiosa presenza del team M-Sport WRT – con Michelin e Sparco tra i partner tecnici – che porterà nella Repubblica di San Marino la più recente evoluzione della Fiesta WRC. Al volante della splendida “Plus” debutterà Adrien Formaux, navigato dal fido Renaud Jamoul. Francese, classe 1995, il giovane driver transalpino, in soli quattro anni di gare e di ottimi risultati, è entrato nell’orbita del team ufficiale M-Sport per il WRC2.

Impossibile avere al via, quest’anno, Lappi e Suninen, i piloti ufficiali del team M-Sport WRC che, come tutti i loro colleghi, tra una gara e l’altra di un serratissimo mondiale rally, evitano altri impegni, in ottica di tutela dal contagio Covid19 e di possibili quarantene.

 “LUCKY” BATTISTOLLI, PIERO LONGHI, RENATO TRAVAGLIA, L’ITALIA-DA-RALLY VINCENTE AL VIA

In una edizione particolare di Rallylegend, dove l’afflusso degli equipaggi dall’estero è resa complicata, quando impossibile, dalla pandemia Covid19, diventa trainante la presenza di campioni e dei rallysti italiani. Che quest’anno superano l’80% delle presenze totali, in un elenco che, fino allo scorso anno, vedeva una sostanziale parità tra equipaggi esteri e italiani.

Punte di diamante dell’Italia vincente nei rally presente a Rallylegend, oltre al già citato Franco Cunico, saranno “Lucky” Battistolli, già pilota ufficiale Opel e Fiat negli anni 70/80, e pluricampione europeo e italiano rally storici ai giorni nostri, Piero Longhi, due volte Campione Italiano Rally nel 2000, su Toyota Corolla WRC, e nel 2005 con la Subaru Impreza WRX STI, nonché campione sloveno nel 2011, sulla cui partecipazione a Rallylegend deve però essere ancora sciolta una piccola riserva, cosi come per quella di Renato Travaglia, uno dei piloti italiani più titolati e tra questi allori spiccano due titoli europei nel 2002 (Peugeot 206 WRC) e nel 2005 (Renault Clio S1600) e un titolo tricolore assoluto rally nel 2002.

 “FESTIVAL DEL TRAVERSO” CON ALBERTO BATTISTOLLI, PAOLO DIANA E FRANK KELLY

Spettacolo a go-go è atteso dal giovane figlio d’arte Alberto Battistolli, pilota inserito nel programma ACI Team Italia, che promette numeri con la Lancia 037 tra le Legend Stars.

E parlando di evoluzioni e spettacolo, attesi come sempre dal pubblico e dai loro fans, e presenti anche quest’anno, due funamboli del volante del calibro di Paolo Diana, con la sua Fiat 131 ipervitaminizzata, e dell’inglese Frank Kelly, con la sua Ford Escort MkII.

ERCOLANI VOLTA-ROGGIA, EQUIPAGGIO DA “RALLYLEGEND DEL CUORE”

Per chi ha i capelli spruzzati d’argento e per chi conosce la storia dei rally, leggere, al prossimo Rallylegend, sui vetri di una Ford Sierra Cosworth, la coppia di nomi Ercolani Volta- Roggia non può non può non far venire un tuffo al cuore. Andrea Ercolani Volta, figlio di Massimo, il più grande campione di rally della Repubblica di San Marino, e Matteo Roggia, primogenito di Loris, tra i più grandi navigatori (anche di Ercolani, come la moglie di Roggia, Cristina Larcher) e organizzatori italiani, hanno deciso di indossare tuta e casco e rinnovare, a bordo di una macchina da corsa, il ricordo dei loro indimenticabili papà. Regista e motore dell’operazione Daniele Ceccoli, pilota di vertice sammarinese, che ha avuto proprio in Loris Roggia il primo mentore della sua brillante carriera.

IL MAIN SPONSOR SPARCO PROTAGONISTA CON LA NUOVA COLLEZIONE MARTINI RACING E L’EVENTO “BACK TO THE FUTURE”

Sparco sarà presente in prima linea al Rallylegend in qualità di main sponsor e partner tecnico ufficiale. In occasione dell’evento, la storica azienda di Volpiano presenterà in anteprima, presso il proprio stand, la prestigiosa capsule line di abbigliamento Sparco-Martini Racing® 2021 che andrà ad arricchire l’attuale offerta di equipaggiamento tecnico racing dal sapore Heritage legata ai colori di Pessione.

Lo stand ospiterà inoltre i prodotti della linea gaming e due automobili che hanno fatto la storia del motorsport: da un lato la Lancia Rally 037 Eminence che farà la sua prima apparizione a 37 anni dalla sua ultima uscita pubblica; dall’altro la Lancia Delta S4 della collezione della Fondazione Gino Macaluso per l’Auto Storica, con cui di recente Sparco ha siglato un accordo di partnership. Nel tardo pomeriggio di giovedi 1 ottobre è prevista l’apertura dello stand Sparco al pubblico con il cocktail party “Back to the Future” alla presenza di piloti del calibro di Miki Biasion, Federico Sceriffo e degli equipaggi M-Sport.

 EBERHARD & CO ANCORA A FIANCO DI RALLYLEGEND

Eberhard & Co., Maison di orologeria svizzera con oltre 130 anni di storia sarà, ancora una volta, dinamico partner di Rallylegend. “In questo periodo storico senza eguali abbiamo deciso di confermare la nostra partecipazione a Rallylegend, per dare un segnale positivo e di grande vicinanza agli appassionati di motori, che accorreranno numerosi per vivere un weekend all’insegna dell’adrenalina pura. Eberhard & Co. è vicino al mondo delle gare automobilistiche sin dagli anni Trenta del Novecento, ne condivide i valori e affronta la sfida di una costante innovazione con un’innata passione, senza dimenticare il forte richiamo al passato” – dichiara Mario Peserico, Amministratore Delegato di Eberhard Italia. La Maison premierà il “Primo equipaggio Classificato assoluto” con orologi delle proprie collezioni ed assegnerà inoltre un “Premio speciale” ad un campione del mondo rallistico.

 18° RALLYLEGEND 2020 : I CONTATTI

Rallylegend Segreteria: cell. (+39)  337.1009702

                                          tel. (+378) 0549.909053

Sito Web : www.rallylegend.com              e-mail: info@rallylegend.com

Social Area:

Facebook: https://www.facebook.com/officialrallylegend/?ref=hl

Twitter: https://twitter.com/rallylegend

Instagram: https://www.instagram.com/rallylegendofficial/

YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCnFn4qD2nYj-lNsbcxEyl2A




PORDENONELEGGE, DOMANI 3 GRANDI VOCI INTERNAZIONALI: JIM AL-KHALILI CON ANTEPRIMA, DAVID QUAMMEN E MICHAEL PALIN – MONTY PYTHON

PORDENONELEGGE 2020, VENERDI’ 18 SETTEMBRE

GUIDA ALLA TERZA GIORNATA DELLA FESTA DEL LIBRO CON GLI AUTORI

PORDENONELEGGE, VENERDI’ CON AUTORI INTERNAZIONALI

Jim Al Khalili

L’ANTEPRIMA DEL GRANDE FISICO E DIVULGATORE JIM AL-KHALILI: AL FESTIVAL PRESENTA L’ULTIMO SAGGIO, “IL MONDO SECONDO LA FISICA”, INTERVISTATO DA CHIARA VALERIO. DOMANI AL FESTIVAL ANCHE IL PROFETICO AUTORE DI “SPILLOVER” DAVID QUAMMEN, CHE HA RACCONTATO COME SI GENERA IL “BIG ONE” PANDEMICO E TORNA ADESSO CON “L’ALBERO INTRICATO”, E MICHAEL PALIN, VOLTO STORICO DEI MONTY PYTHON, CHE RACCONTERÀ LA SCOMPARSA DELLA NAVE EREBUS TRA I GHIACCI ARTICI.

Michael Palin

MOLTE LE NOVITA’: FLAVIO CAROLI SCEGLIE PORDENONELEGGE PER L’ANTEPRIMA DE “LA GRANDE CORSA DELL’ARTE EUROPEA” APPENA USCITO PER MONDADORI E LUCA CROVI PRESENTA LA “STORIA DEL GIALLO ITALIANO” PUBBLICATO DA MARSILIO. DOMANI AL FESTIVAL L’ATTUALITÀ INTERNAZIONALE CON FEDERICO RAMPINI, I DIALOGHI TRA ORIENTE E OCCIDENTE CON ALESSANDRO ARESU E IL PRESIDENTE DEL PORTO DI TRIESTE ZENO D’AGOSTINO, IL CONFRONTO SU STRESS ECONOMICO ED EMERGENZA CON GIAN CARLO CASELLI E STEFANO MASINI.

DOMANI AL FESTIVAL ANCHE FRANCESCO PICCOLO, BEPPE SEVERGNINI, TIZIANO SCARPA, TULLIO AVOLEDO, PIERO DORFLES, ROBERTO CARNERO, ANDREA MORO, GIORGIO VALLORTIGARA, BRUNO CIGNINI, GUIDO SGARDOLI.

PORDENONE – Un venerdì ricco di incontri e novità che ci aspettano in libreria a pordenonelegge, tanti appuntamenti in diretta streaming su pnleggetv per partecipare al festival da qualsiasi latitudine, dall’Italia e dal mondo.

Domani farà tappa alla Festa del libro con gli Autori, il grande fisico e divulgatore Jim Al-Khalili, per presentare in anteprima “Il mondo secondo la fisica” (Bollati Boringhieri): al Capitol, ore 11, in collegamento video in dialogo con l‘autrice Chiara Valerio.

Fra storia, scienza e filosofia, David Quammen, autore del celebre Spillover, ci presenterà in video collegamento il suo ultimo libro, una ricerca appassionata sull’intricato albero filogenetico della vita umana. Lo scrittore sarà intervistato da Alberto Garlini alle 18 Spazio San Giorgio e in diretta su pnleggetv. Entreranno invece nel funzionamento del cervello, tra linguistica e neuroscienze, studiando i comportamenti e la comunicazione dell’uomo, Andrea Moro e Giorgio Vallortigara, in dialogo con Gian Mario Villata, alle 18 Spazio Gabelli e in diretta streaming su pnleggetv.

Un ospite speciale, pordenonelegge sarà in collegamento con uno dei più grandi attori comici contemporanei, sir Michael Palin, membro dei geniali Monty Python, che in video collegamento si presenterà in veste di narratore, per raccontarci la ricostruzione di una vicenda misteriosa e terribile, la scomparsa avvenuta nel 1846 della nave Erebus tra i ghiacci artici. In dialogo con Alberto Garlini, alle 15 Spazio San Giorgio e su pnleggetv.

Non mancano novità nazionali di grande rilievo, con “La grande corsa dell’arte europea” anche Flavio Caroli sceglie pordenonelegge per presentare la sua nuova fatica: edito Mondadori, il saggio ripercorre le grandi “sfide” per il primato dell’arte, nel tempo. In dialogo con Maurizio Cucchi (ore 21 Teatro Verdi).

Neoitaliani. Un manifesto” (Rizzoli) titola invece la nuova riflessione di Beppe Severgnini: al festival l’autore domani alle 21 Teatro Giuseppe Verdi di Maniago, intervistato dalla curatrice di pordenonelegge Valentina Gasparet, e sabato 19 settembre, alle 11.30, in piazza S. Marco a Pordenone.

Luca Crovi a pordenonelegge presenta la “Storia del giallo italiano”, edita Marsilio: scopriremo un volume che si annuncia come un caposaldo della letteratura di genere: lo presenterà in dialogo con Alessandro Perissinotto, ore 17.30, Auditorium della Regione.

Ritroveremo Luca Crovi sempre nel segno del “giallo” insieme a Alessandro Perissinotto e Piervincenzo Di Terlizzi che tenteranno di rispondere alla domanda: è possibile che una storia breve possa contenere tutti gli ingredienti e il succo del thriller oppure sarà una sua diversa spremitura? (ore 17.30 Auditorium della Regione).

E alle 15.30 Spazio Gabelli e in diretta su pnleggetv, Crovi con Tullio Avoledo, altro grande esperto di giallo e di letteratura di genere, spazieranno, fra passione e analisi, nei territori della crime story italiana. Modera Lorenzo Marchiori.

Il racconto dopo il Novecento, tra l’epifania del quotidiano e l’enigma della coscienza sarà protagonista dell’incontro con Gabriele Pedullà e Francesco Piccolo, modera Gian Mario Villalta (ore 15 PalaPAFF!).

Un focus sull’attualità mondiale con Alessandro Aresu e Zeno D’Agostino. Intervistati da Bruno Ruffolo descriveranno in dettaglio il conflitto tra diritto ed economia in atto tra Stati Uniti e Cina, alle 18 PalaPAFF! e in diretta streaming.

Sempre di politica internazionale si parlerà alle 19 al Capitol e in diretta su pnleggetv: intervistato da Roberto Papetti, Federico Rampini, in collegamento, metterà invece a confronto il modello Orientale con quello Occidentale: ora che la pandemia li ha messi entrambi in ginocchio, resta da scoprire chi si risolleverà per primo.

Con Gian Carlo Caselli in video collegamento e Stefano Masini in presenza si parlerà di stress economico e del rispetto delle norme in tempi di emergenza, alle 16 al Capitol, e in diretta su pnleggetv.

I nuovi libri di poesia di Nicoletta Bidoia, Alessandro Canzian, Andrea Longega in dialogo con Daniele Orso saranno presentati domani alle 18 nella Loggia del Municipio. E alle 21, stessa location per l’incontro con i poeti Gianni Montieri, Daniele Orso e Anna Toscano. Presenta Carlo Selan.

Tanti gil appuntamenti serali, alle 21.30 al PalaPAFF!, Francesco Piccolo darà vita a una lettura di cui abbiamo veramente bisogno, per riscoprire, anche in un momento di emergenza come questo, i momenti di trascurabile felicità che ancora costellano la nostra vita quotidiana. L’incontro sarà anche in diretta su pnleggetv.

Alle 21: Spazio Gabelli, Enrico Brizzi e Lorenzo Carpané si soffermeranno sulla figura di Simone Maestri, uno dei più gradi arrampicatori classici, soprannominato il ragno delle dolomiti; al Centro Culturale Aldo Moro di Cordenons, Tiziano Scarpa e il suo ultimo libro “La penultima magia”; nell’Auditorium Comunale di San Vito al Tagliamento, Antonio Calabrò parlerà di lavoro e sviluppo sostenibile in dialogo con Paolo Candotti e a Spilimbergo, Teatro Comunale Miotto, Antonio Selvatici affronterà il tema dell’invasione cinese in dialogo con il Presidente di Confindustria Alto Adriatico e di Fondazione Pordenonelegge Michelangelo Agrusti. Alle 17.30 a Cinemazero, la proiezione del documentario su Pier Paolo Pasolini “In un futuro aprile” (2019, regia di Francesco Costabile e Federico Savonitto).

Fra gli appuntamenti della mattina per le scuole, Bruno Cignini e Guido Sgardoli, a partire dai loro libri, racconteranno gli animali più vicini a noi, quelli che abitano le nostre città e le nostre case (ore 9.30 piattaforma ZOOM); Roberto Carnero e Piero Dorfles, insieme a Gian Mario Villalta, discuteranno di come si può insegnare letteratura alla generazione Z per ristabilire un legame tra i classici e i giovani (ore 10 Spazio San Giorgio e in diretta su pnleggetv).

LA RAI A PORDENONELEGGE 2020 E LA PNLEGGE WEB TV

Domani pordenonelegge sarà on air, in diretta dalla postazione RAI nel Convento di San Francesco, dalle 11.30 alle 12.30 e dalle 14.30 su RAI Radio 1 FVG lo Speciale Pordenonelegge, conducono Vida Valencic e Maria Pedone. Alle 18.30 per due ore, sempre dal Convento di San Francesco il programma Zapping di Rai Radio 1 ci terrà compagnia con numerosi ospiti, interviste, curiosità dal festival, conduce Giancarlo Loquenzi.

Straordinario valore aggiunto per tutti gli appassionati di letteratura e gli amanti dei libri è la Pnlegge TV che nasce nel 2020 per garantire la fruizione del festival anche a chi non potrà esserci in presenza. Il suo palinsesto, che include complessivamente ben 65 incontri fruibili in video, sarà accessibile in un clic al link https://www.pordenonelegge.it/tv

Pordenonelegge 2020, a cura di Gian Mario Villalta (Direttore artistico), Alberto Garlini e Valentina Gasparet, è promosso da Fondazione Pordenonelegge con la Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, la Camera di Commercio di Pordenone e Udine, il Comune di Pordenone, Fondazione Friuli, Cinemazero e Crédit Agricole FriulAdria. A raccontare il festival, in presa diretta e con un ricco “speciale” subito dopo, saranno anche le reti e i portali del mediapartner RAI.




STELLE MANZANESI, l’evento che premia 12 eccellenze dello sport regionale – SABATO 19 settembre, ore 20.30

SABATO 19 settembre, ore 20.30

Stelle Manzanesi: premiate 12 eccellenze dello sport regionale

Mostra di memorabilia nel Foledor e tanti volti amati dello sport

Dodici riconoscimenti per altrettante eccellenze dello sport del territorio che si sono distinte per carriera, talento e premi ricevuti sul campo.

Torna Stelle Manzanesi all’interno dei tre giorni di eventi Settembre a Manzano: appuntamento per sabato 19 settembre alle 20.30 nella corte esterna del Comune di Manzano per la premiazione ufficiale. A presentare la serata lo scrittore e giornalista Edi Fabris e Patrick Stacco, consigliere comunale di Manzano e storico ideatore della manifestazione.

Le prime due edizioni di Stelle Manzanesi furono nel 2012 e nel 2013 – spiega Stacco – riprendere questo evento di successo proprio in un anno come il 2020 assume ancor maggior significato. Fortemente sostenuta da tutta l’amministrazione comunale, la manifestazione rappresenta infatti un segnale positivo di ripartenza per la comunità e per il mondo dello sport regionale che si stringono, anche se a distanza di sicurezza, intorno ai campioni di ieri e di oggi, premiando il talento, la passione, l’impegno e la voglia di mettersi in gioco.”

Tra i dodici premiati infatti, ci sono sportivi di tutte le età e di tante discipline diverse – calcio, automobilismo, ciclismo, moto e anche equitazione – suddivisi in tre categorie e tre premi speciali. Da segnalare la categoria giovani promesse tutta al femminile per tre ragazze, nate tra il 2000 e il 2006.

Premi alla carriera: Guerrino Pellizzari (calcio), Paolo D’Andrea (arbitro di calcio), Giovanni Pizzi (atletica leggera).

Giovani promesse: Lisa De Cecco (automobilismo), Sophia Tramontina (equitazione), Bianca Perusin (ciclismo).

Lisa De Cecco all’opera (Foto Dario Furlan #darionnenphotographer)

Eccellenze 2019: Alessandro Zamparutti (motociclismo), S.S.D. Manzanese (calcio), Calcio a 5 Manzano.

Per le Nuove Società: Be a bike friend, Menzione speciale: Ottone Bosco (calcio) e Menzione speciale alla memoria: Claudia Godeassi (collaboratrice sportiva).

Importante anche la platea degli ospiti d’onore con Giorgio Brandolin (presidente Coni Fvg), Ermes Canciani (presidente Figc Fvg) e Tiziano Lorenzon (ex cestista di serie A e nazionale di basket).

Oltre alla targa commemorativa, i premiati riceveranno anche un’opera degli artisti locali Silvano Azzano, Alessandra Mian, Sonia Passoni, in arte Passonia, e Stefano Passoni.

Nella sala interna del Foledor sarà allestita un’esposizione di memorabilia, pezzi unici e storici dello sport concessi dalle società, dai premiati e da Valerio Bertotto, ex calciatore dell’Udinese: da segnalare le scarpe e la tshirt di Pietro Mennea per il record dei 200 metri e il body azzurro che Sara Simeoni indossò alle Olimpiadi di Los Angeles nel 1984 vincendo la medaglia d’argento.