Novara: Venerdì sera il Broletto si anima di parole e vino: con “Sorsi” libro-degustazione con Marco Scardigli e Francoli

Questo 29 novembre alle 21 all’Arengo del Broletto di Novara una presentazione spettacolo con Marco Scardigli e Roberto Sbaratto e degustazioni di Casa Francoli per riscoprire il legame tra vino e cultura a partire dalla novità Sorsi. Come farsi una cultura alcolica

Venerdì 29 novembre alle ore 21 il festival Scrittori&giovani vi dà appuntamento all’Arengo del Broletto di Novara in via Rosselli 20 per la presentazione spettacolo della novità Sorsi: come farsi una cultura alcolica (Interlinea) di Marco Scardigli e Roberto Sbaratto con degustazione finale. L’evento è patrocinato dal Comune di Novara.

Attraverso citazioni letterarie, aneddoti, racconti di grandi autori e momenti musicali si spiega quale

sia il ruolo del vino nella nostra cultura. La serata è a cura degli autori del libro Sorsi Marco Scardigli (recente finalista al premio Bancarella con Évelyne) e Roberto Sbaratto, con Luigi Ranghino al piano e Alessandro Francoli come maestro di degustazione. Un evento al confine tra la passione per il vino e quella per i libri: il volume al centro racconta le bevande alcoliche nella nostra cultura. Come se fosse una grande degustazione, fra le pagine si assaggiano vari punti di vista (letterario, religioso, poetico, storico, umoristico), modi espressivi differenti (la citazione, la canzone, l’aforisma, la poesia) e si assaporano classici come Omero e Orazio o moderni come Hemingway e Simenon, passando da Lorenzo il Magnifico ad autori minori ma comunque divertenti e un po’ brilli.

Scardigli, Sbaratto

Marco Scardigli è nato, vive e lavora a Novara. Storico militare, ha pubblicato per Mondadori la trilogia sulle battaglie nella storia d’Italia, per Rizzoli Le grandi battaglie del Risorgimento (2010), per Utet Viaggio nella terra dei morti (2014), Le armi del diavolo (2015)e Il viaggiatore di battaglie (2017). È anche appassionato di gialli e questa è la seconda avventura con protagonisti Tina, Stoffel e Marchini dopo Celestina. Il mistero del volto dipinto (Mondadori, Milano 2016). Oltre che di storia e narrativa, è anche appassionato di giochi e di cultura gastronomica.

Roberto Sbaratto è nato e vive a Vercelli. Attore, regista e musicista, inizia la carriera da professionista all’inizio degli anni ottanta. Lavora con la Banda Osiris, con l’attore scozzese Johnny Melville e allo Stabile di Torino con Ugo Gregoretti. Partecipa come attore a decine di film e di fiction, lavorando, tra gli altri, con Alberto Sordi, Alberto Negrin, Eugene Levy, Carlo Verdone e Saverio Costanzo.




Ad Abbadia San Salvatore (SI) si preparano le “fiaccole” che illuminano di fuoco il Natale

 

 

Ad Abbadia San Salvatore (Monte Amiata – Siena) si preparano le “fiaccole” che illumineranno di fuoco il Natale.

È tutto pronto per iniziare la costruzione delle grandi cataste di legna che saranno incendiate la notte della Vigilia secondo una tradizione molto vissuta e ricca di magia.

Qui l’intera comunità festeggia il 24 dicembre nelle strade del paese, rinnovando un rito ancestrale che si tramanda di generazione in generazione.

 

Un appuntamento che viene preparato già dall’autunno quando i “fiaccolai” iniziano a cercare la materia con cui costruire le “fiaccole”, tipiche cataste di legna a forma piramidale alte fino a sette metri che, costruite in ogni terziere del piccolo borgo medioevale, si levano al cielo in attesa della vigilia quando poi verranno incendiate. Una lavorazione impegnativa che coinvolge tutta la comunità impegnandola nella realizzazione di questi monumenti rurali unici. Si intrecciano tronchi sfidando la gravità grazie a tecniche segrete che qui si tramandano di generazione in generazione, per celebrare un rito del fuoco che coinvolge tutti, sposando simbolici significati pagani e religiosi.

 

Sono “figli del fuoco” infatti gli abitanti dell’Amiata, una montagna vulcanica che nelle sue viscere nascondeva lava incandescente, una terra che da sempre offre cibo e benessere per la collettività. Si estraeva cinabro da cui si ricavava mercurio nella grande miniera che oggi è diventata Museo. Una storia complessa che vede legati indissolubilmente uomo e natura, in un dialogo talvolta difficile ma sempre pieno d’amore.  E’ infatti quella montagna amata e sentita come madre, come presenza sacra che i badenghi celebrano anche attraverso la tradizione delle Fiaccole.

Dopo giorni di lavoro, arriva il tanto atteso 24 dicembre con il suo rituale consolidato. Alle ore 18, in un momento spettacolare che riunisce centinaia di persone, si dà il via alla Cerimonia di Accensione con la “Benedizione del Fuoco” che segna l’inizio della festa. La filarmonica suona canti natalizi e la fiaccola davanti al Municipio viene accesa con il fuoco sacro. Questo è il segnale convenuto: da qui i Capi Fiaccola, con le loro torce divampanti, portano il fuoco che accenderà le altre decine di Fiaccole disseminate nel centro storico e in tutto il resto della cittadina del Monte Amiata. Uno spettacolo carico di magnetismo e suggestione.

E la comunità, che durante tutto l’anno vive e attende la sua incantevole notte, celebra per un intero mese le Fiaccole con un ricco calendario di spettacoli, intrattenimenti, mercatini e moltissime altre iniziative che trasformano Abbadia in un autentico villaggio natalizio. Un Natale unico, che non si trova in nessun altro luogo al mondo.

 

Per maggiori informazioni: tel 0577770361; sito: www.cittadellefiaccole.it;

email: info@cittadellefiaccole.it;  Facebook: abbadia città delle fiaccole




Castel Sant’Elmo Alla scoperta di un’incredibile fortezza             Domenica 1 dicembre 2019  Visite guidate ore 10 – 12

Castel Sant’Elmo Alla scoperta di un’incredibile fortezza

            Domenica 1 dicembre 2019  Visite guidate ore 10 – 12

Domenica 1 dicembre in occasione dell’ingresso gratuito con la manifestazione Domenica al museo promossa dal Polo Museale della Campania si terranno a Castel S. Elmo, alle ore 10 -12, delle visite guidate speciali a cura dell’Istituto Italiano dei Castelli.

Il forte di Sant’Elmo, protagonista di episodi importanti nella storia di Napoli (l’insurrezione del 1647-1648, la conquista del Regno da parte di Carlo III di Borbone, la Repubblica del 1799), è una formidabile costruzione a pianta stellare con sei punte, dodici lati e sei angoli ottusi, realizzata negli anni quaranta del XVI secolo, per volere dell’imperatore Carlo V d’Asburgo. Progettata dall’ufficiale ed architetto spagnolo Luis Escrivá, essa inglobò la precedente fortificazione angioina (Belfortis), i cui ultimi resti andarono perduti, probabilmente, con la violenta esplosione del 13 dicembre 1587.   Il livello intermedio della fortezza è costituito da un articolato sistema di gallerie difensive (che saranno eccezionalmente visitabili), dotate di cannoniere in grado di consentire il tiro difensivo da diverse angolazioni.

L’immensa piazza d’armi superiore, al centro della quale sorgono gli edifici un tempo destinati al comando e la sala d’armi nonché la piccola chiesa di Sant’Erasmo, era dotata di artiglierie a lunga gittata per proteggere la città da se stessa oltre che dai nemici esterni. La difesa passiva era basata su enormi spessori murari in tufo, poiché la parte inferiore del complesso fortificato venne ricavata scavando l’interno della collina di San Martino. Il percorso di visita condurrà i partecipanti soprattutto alla scoperta degli aspetti tecnici-difensivi di questo eccezionale esempio di architettura fortificata, unico al mondo per forma e soluzioni adottate. Feritoie, caditoie, ponti levatoi, fossati, cavalieri, rivellini, merli e merloni, cannoni e cannoniere, petrieri, sagri, passavolanti e colubrine: i visitatori saranno introdotti all’affascinante e singolare linguaggio che caratterizza l’architettura militare in età moderna.

 

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA entro venerdì 29 novembre, fino a esaurimento posti:

castellicampania@virgilio.it – Tel. 333 6853918 (ore 9.00-18.00).

Orari d’inizio visite guidate: 10,00 – 12,00

info Castel Sant’Elmo – Via Tito Angelini, 22 – 80129 Napoli

Tel. 081.2294449 pm-cam.santelmo@beniculturali.it




Anà-Thema Teatro ha preparato un dicembre da sogno

SABATO 7 DICEMBRE ore 20.45  al TEATRO della CORTE di Osoppo 

LO SCHIACCIANOCI  BALLETTO IN DUE ATTI

con la COMPAGNIA NAZIONALE RAFFAELE PAGANINI  COMPAGNIA ALMATANZ

La trama del balletto “Lo Schiaccianoci” è tratta da una favola borghese di Hofmann,ilcoreografo Luigi Martelletta ha eliminato subito i risvolti più inquietanti del racconto, a favore di una formula spettacolare che esaltasse maggiormente lo spirito favolistico. La drammaturgia sarà profondamente innovativa,anche nel senso della scelta dei temi,ogni personaggio sarà tratteggiato secondo scansioni psicologistiche di forte impatto teatrale. Anche se con una formazione più snella lo spettacolo ripercorrerà comunque quell’itinerario danzato che molti conoscono e si aspettano, non mancheranno infatti le danze più note di questo capolavoro di Ciajkovskj: la danza russa, cinese, araba,spagnola, il famoso valzer dei fiori,i fiocchi di neve, ecc.. mantenendo così la struttura e la regia che il grande coreografo M. Petipa già nelle fine dell’ottocento aveva previsto.

Etoilès di fama internazionale insieme agli artisti della compagnia, ci proporranno questo originale e suggestivo spettacolo!

Spettacolo evento – Biglietti €18 intero – €16 ridotto

info e prenotazioni 04321740499 – 3453146797  info@anathemateatro.com

 

Anà-Thema propone il nuovissimo CASTELLO DI BABBO NATALE con Babbo Natale e lo schiaccianoci! Spettacolo Itinerante per tutta la famiglia -nuovo spettacolo 2019-

SABATO 14 DICEMBRE    Ore 14.00   Ore 16.00

DOMENICA 15 DICEMBRE   Ore 10.30  Ore 14.00  Ore 16.00

 Al Castello di Udine – ingresso al museo del Castello  

TUTTO IL CASTELLO DI UDINE SI TRASFORMERA’ PER DUE GIORNI NELLA MAGICA CASA DI BABBO NATALE!

Dopo il successo della precedente edizione, Anà-Thema Teatro ripropone un percorso di teatro itinerante invernale all’interno del Castello di Udine; un fantastico viaggio nel mondo del Natale per conoscere i magici personaggi che abitano la casa di Babbo Natale e vivere le avventure della storia dello schiaccianoci!

 Tante tappe per un viaggio unico ed emozionante all’interno delle sale del castello e tra le opere d’arte del museo. Saranno organizzati diversi turni di spettacolo per un massimo di cento spettatori a replica. Il castello di Udine si trasformerà nella casa del Natale con i suoi personaggi più famosi. Un grande evento con attori, musicisti e cantanti, impegnati nei ruoli più belli dei simpatici amati da grandi e piccini.  Uno dei luoghi più suggestivi di Udine, infatti, si trasformerà in un grande mondo incantato ricco di luci, suggestioni e storie fantastiche.

Babbo Natale aprirà le porte del Castello al pubblico, darà il benvenuto ai visitatori e spiegherà come si assiste allo spettacolo.  Il pubblico sarà suddiviso in gruppi che, guidati, percorreranno le strade alla scoperta del Natale. Gli attori in scena ripeteranno il proprio monologo ogni volta che un gruppo si troverà davanti alla postazione dell’attore.

 Sarà anche un’occasione per scoprire sale interne del castello che per l’occasione rimarranno aperte per ospitare gli insoliti protagonisti.

 

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA  

Biglietto € 10

– ingresso per lo spettacolo dal museo del Castello –  

Per informazioni e prenotazioni: 04321740499 – 3453146797 info@anathemateatro.com

UN CAPODANNO DIVERTENTE DA PAURA con il nuovissimo spettacolo della FAMIGLIA ADDAMS

firmato Anà-Thema Teatro Dopo il grande successo della “Villa degli Addams”, la simpatica famiglia sta preparando il suo imperdibile ritorno con uno spettacolo nuovissimo per farvi divertire la notte di Capodanno e il primo giorno del 2020!

La compagnia teatrale, forte del grande successo delle passate edizioni, ripropone la formula del “Capodanno a Teatro” all’insegna di spettacoli per tutta la famiglia accompagnati da giochi, festa e l’immancabile brindisi di mezzanotte. Come ormai tradizione, la decima per essere precisi, l’appuntamento per festeggiare in modo originale e divertente lo scoccare della mezzanotte approda sul palcoscenico del teatro della Corte di Osoppo per divertire  i sempre più numerosi spettatori che, anno dopo anno, confermano e richiedono, di salutare l’anno nuovo a teatro con Anà-Thema.

Quest’anno gli Addams replicheranno su due palcoscenici: La notte del 31 dicembre con uno spettacolo nuovissimo sarà in scena al Teatro della Corte di Osoppo dalle ore 21.45 e proseguirà fino a mezzanotte, dove dopo il brindisi la serata proseguirà con un dolce buffet e festeggiamenti.  Il pomeriggio del 1 gennaio invece lo spettacolo replicherà al Teatro di Povoletto alle ore 16.45 e si concluderà con una merenda insieme ai personaggi.

Il costo dei biglietti è: 31 dicembre ore 21.45 Teatro di Osoppo €28 intero    €18 ridotto (under 18)

compreso spettacolo, brindisi di mezzanotte e dolce buffet 

1 gennaio ore 16.30 Teatro di Povoletto €20 intero    €15 ridotto (under 18) compreso spettacolo e merenda

Lo spettacolo racconterà una nuova avventura della Famiglia più strampalata e divertente del mondo …e tra attimi esilaranti, giochi con il pubblico e momenti di divertente paura, i protagonisti Morticia, Gomez, Zio Fester, cugino It, Mercoledì e Pugsley, l’altissimo Lurch e l’irriverente Mano vi condurranno nel nuovo anno!

Lo spettacolo del 31 accompagnerà il pubblico fino alla mezzanotte, divertendolo anche con giochi a premi interattivi e, dopo il conto alla rovescia degli ultimi istanti del 2019, gli attori brinderanno tra i presenti per festeggiare il nuovo anno. La nottata proseguirà con buffet e festeggiamenti. La formula del “Capodanno a Teatro” è un modo originale per passare una serata in compagnia di amici, divertendosi e assistendo a uno spettacolo di qualità.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA Per informazioni e prenotazioni: 04321740499 – 3453146797   info@anathemateatro.com