REMO ANZOVINO al via la prima tournee negli USA del compositore pianista Nastro D’Argento 2019

“Sublimely beautiful and alluring, wonderfully lyrical musical poems”

John Mansell, Movie Music International

REMO ANZOVINO

AL VIA LA PRIMA TOURNEE NEGLI USA

 TRE CONCERTI IN TRE LUOGHI SACRI PER LA MUSICA DAL VIVO

 SUONERÀ DAL VIVO I BRANI DELL’ULTIMO ALBUM DI INEDITI “NOCTURNE” E I TEMI PRINCIPALI DELLE COLONNE SONORE CHE GLI SONO VALSE IL NASTRO D’ARGENTO 2019 – MUSICA DELL’ARTE

Anteprima 15 NOVEMBRE 2019 – WASHINGTON DC, ITALIAN EMBASSY

16 NOVEMBRE 2019 – CHICAGO, PIANOFORTE STUDIOS

18 NOVEMBRE 2019 – WASHINGTON DC, THE KENNEDY CENTER

19 NOVEMBRE 2019 – NEW YORK, THE CUTTING ROOM

Il 2019 è ufficialmente l’anno della consacrazione a livello nazionale e internazionale per il compositore e pianista Remo Anzovino, considerato fra gli esponenti più innovativi ed eclettici della musica strumentale contemporanea.

Dopo essere stato insignito del Nastro D’Argento 2019 – Musica dell’Arte e dopo il successo del tour di debutto in Giappone lo scorso maggio, prende il via la prima tournee dell’artista italiano negli USA (organizzata da New Age Production).

Anzovino si esibirà in tre luoghi sacri della musica dal vivo per gli americani: il 16 novembre ai Pianoforte Studios a Chicago, il 18 al Kennedy Center a Washington DC e infine il 19 novembre a New York al The Cutting Room, il celebre club che ha lanciato Lady Gaga e ospitato grandi nomi del panorama mondiale come Lana Del Rey, Norah Jones, Sheryl Crow, Kid Rock e tanti altri. L’anteprima del tour è fissata per domani, venerdì 15 novembre, all’Ambasciata Italiana a Washington DC nell’ambito di una serata evento denominata “Suoni Italiani”.

A febbraio Anzovino si è aggiudicato il prestigioso Nastro D’Argento 2019 per le colonne sonore originali dei film “Hitler contro Picasso e gli altri”, “Van Gogh tra il grano e il cielo” e “Le Ninfee di Monet” – per la serie di grande successo “La Grande Arte al Cinema” di Nexo Digital – con la Menzione Speciale “Musica Dell’Arte” per aver reso più intensa la narrazione aggiungendo emozione alle emozioni che l’Arte riesce ad esprimere al grande pubblico attraverso il successo degli eventi speciali di cui è protagonisti.

Le colonne sonore dei film d’Arte, che nel frattempo sono arrivate a 5 (a marzo è uscito anche “Gauguin a Tahiti – Il Paradiso Perduto” e il prossimo 22 novembre uscirà “Frida Viva La Vida” dedicato a Frida Kahlo), sono diventate anche degli album pubblicati in tutto il mondo da Sony Masterworks e accolti trionfalmente dalla stampa internazionale che nell’unicità del linguaggio del compositore italiano ha riconosciuto l’importanza dell’aspetto musicale del racconto, la sua forza narrativa, il talento per la melodia e l’intelligenza compositiva, a tutti gli effetti co-protagonisti del successo planetario del progetto.

Anzovino proporrà al pubblico statunitense un intenso viaggio attraverso tutto il suo percorso musicale (“Dispari” il primo album è stato pubblicato nel 2006), soffermandosi in particolar modo sull’ultimo album di inediti Nocturne, che ha già superato i 2 milioni di streams solo su Spotify, e sui temi principali delle colonne sonore cinematografiche.

“Molti critici quando scrivono di compositori fanno un confronto tra loro e un artista più famoso, questo è il nuovo Ennio Morricone oppure questo potrebbe essere un moderno Bernard Herrmann. Nel caso di Remo Anzovino non penso che sarebbe giusto, dato che è un compositore che ha il suo suono, il suo stile e il suo modo davvero unico di creare musica magistrale e melodie memorabili. Lui è semplicemente Remo Anzovino” cosi ha scritto di lui il giornalista britannico John Mansell di Movie Music International, una delle firme internazionali più autorevoli in materia di colonne sonore cinematografiche.

A marzo, al Teatro Persiani di Recanati, Anzovino è stato protagonista dell’unico concerto per le celebrazioni del Bicentenario de L’Infinito di Giacomo Leopardi, mentre a maggio è stato scelto da Pianocity Milano tra gli Ambassador del più importante festival nazionale dedicato al pianoforte, prima di volare in Giappone per due straordinari concerti a Tokyo e Osaka.

Il videoclip di “Vincent” http://bit.ly/2rJG8ZD

Il videoclip del brano “Galileihttp://bit.ly/2QteWsz

Il videoclip del brano “Hallelujahhttp://bit.ly/2O9Sjq9

“Per un’ora e mezzo Anzovino si rende responsabile di un clamoroso rapimento: quello del pubblico il quale, colpito da improvvisa sindrome di Stoccolma, si lascia sequestrare con piacere e trova una grande empatia con il rapitore” Musica Dal Palco

REMO ANZOVINO US TOUR

Anteprima 15/11 – Washington DC – Ambasciata Italiana

16/11 – CHICAGO – Pianoforte Studios – link https://pianofortechicago.com/event/remo-anzovino-live-in-chicago/
18/11 – WASHINGTON DC – Kennedy Center – link https://www.kennedy-center.org/video/performance/71458
19/11 – NEW YORK – The Cutting Room – link https://tickets.thecuttingroomnyc.com/e/composer-and-pianist-remo-anzovino-78024640801/

Canali ufficiali di REMO ANZOVINO

Website http://remoanzovino.it

Facebook: http://facebook.com/remoanzovino

YouTube: http://youtube.com/remoanzovino

Instagram: http://instagram.com/remoanzovino

Twitter: http://twitter.com/remoanzovino

MANAGEMENT REMO ANZOVINO:

VignaPR – www.vignapr.it – info@vignapr.it

Luigi Vignando – luigi.vignando@gmail.com – tel. +39 340 3731626




A Siena si parla di centri di forza e tecniche ascetiche nel ciclo di incontri “Experia”

Appuntamento alle ore 18.00, nella sede dell’associazione in via Banchi di Sopra 72 Sabato 16 novembre

E lunedì 18 alle ore 21.00 nella stesso luogo approfondimento dedicato “Logodinami e Parole-forza”

Nuovo appuntamento a Siena con “Experia. La via antica e la nuova scienza per conoscere se stessi” il ciclo di incontri ad ingresso libero organizzato dall’Associazione Archeosofica, che fino al prossimo dicembre, ogni sabato alle ore 18, avrà luogo nella sede di via Banchi di Sopra, 72.

 

“Tecniche ascetiche e centri di forza” è il tema che, sabato 16 novembre,tratteranno Enrico Pellegrinelli e Simone Menichetti.

Spesso si parla di chakra e di meditazione come di strumenti per recuperare una condizione psicofisica e di benessere: vero è che, nel corso dei secoli, i grandi asceti di tutte le tradizioni hanno testimoniato che se, opportunamente sollecitati mediante una speciale disciplina, i sensi spirituali che ogni individuo possiede possono essere dischiusi alla percezione della realtà che offre una visione sempre più nitida dell’animo umano. Ben noti all’oriente yogico con il nome di chakras, vengono oggi definiti centri di forza o centri della coscienza.  L’appuntamento ha l’obiettivo di illustrare gli aspetti teorici che si celano dietro i centri di forza ma soprattutto la metodologia pratica per iniziare da subito la sperimentazione favorendone il risveglio e lo sviluppo.

A tal proposito saranno illustrate alcune tecniche base che implicano la conoscenza di quelle facoltà quali la volontà, l’attenzione, la concentrazione, la memoria, l’immaginazione e la meditazione.

Gli incontri proseguiranno sabato 23 novembre invece Matteo Giusto, Marco Vento, Giampiero Vento presenteranno il tema “Vite passate: l’eterno viaggio”, quindi Gianluca Luigi Esposito, Margherita Cal, Lucia Sarzi Amade sabato 30 novembre approfondiranno l’argomento “Sdoppiamento: esperienza atemporale”.

EXPERIA si concluderà sabato 7 dicembre quando Pamela Artale, Massimiliano Ruggero, Antonella Minato parleranno di “Medianità ultrafania e profezia”.

 

Sempre nella sede dell’associazione a Siena in via Banchi di Sopra, lunedì 18 novembre alle ore 21.00, Simone Menichetti sarà protagonista di un approfondimento sul tema “Logodinami e Parole-forza” un viaggio nel mondo delle parole e dei suoni e dei relativi effetti che operano sulla materia.

 

 

Per informazioni:  366 1897344




Saluti dalla Terra del Teatro dell’Orsa: al Reggio Film Festival anteprima dello spettacolo dedicato al pianeta

Evento di punta di una ricchissima giornata, la nuova produzione sui temi della tutela ambientale della Compagnia guidata da Bernardino Bonzani e Monica Morini. In arrivo anche il vincitore del Premio Oscar 2019 per i corti studenteschi.

«Questa casa è in fiamme? O siamo noi a cuocerci lentamente, come rane ignare, nella pentola che abbiamo acceso? Cosa sappiamo e non vogliamo credere? Di cosa ci preoccupiamo davvero?»: queste domande sono alla base di Saluti dalla Terra, il nuovo spettacolo del Teatro dell’Orsa che sabato 16 novembre alle ore 21 sarà presentato in anteprima al Teatro San Prospero di Reggio Emilia nell’ambito della diciottesima edizione del Reggio Film Festival, che ha per titolo-tema proprio Terra. «Dal ghiaccio per gli spritz, alla plastica galleggiante dentro le nostre vite fino ai ci pensiamo domani» continuano Monica Morini e Bernardino Bonzani in merito allo spettacolo che li vede protagonisti, realizzato con le musiche originali di Antonella Talamonti e Gaetano Nenna e la drammaturgia sonora di Antonella Talamonti. Le voci e le musiche dal mondo provengono dal Golden Record, memoria dei saperi della Terra che sta tutt’ora viaggiando con la sonda Voyager oltre il sistema solare. I video sono di Alessandro Scillitani, che spiega: «Il problema dei cambiamenti climatici è forse troppo grande per essere compreso. Ho deciso dunque di lavorare con piccoli oggetti, che divengono metafora dei fenomeni osservabili a livello planetario: ciò può forse aiutare a comprendere quanto questi temi ci riguardino da vicino». La ricerca di Annamaria Gozzi, gli allestimenti di Franco Tanzi e la collaborazione dei Fridays For Future – Reggio Emilia «Il rischio, parlando di emergenza clima, è di fermarsi  ancor  prima  di iniziare. Di non agire. Forse, come il Barone di Münchhausen, ci salveremo dalle sabbie mobili tirandoci fuori per i capelli. Greta e milioni di giovani si muovono e chiedono un cambiamento radicale nel nostro stile di vita. La Terra non ci appartiene, siamo noi che apparteniamo alla Terra».

Non è finita qui: la programmazione del Reggio Film Festival di sabato 16 novembre si aprirà già alle ore 17.30 alla Libreria Punto Einaudi con Palestina, ironia e resistenza, selezione di cortometraggi provenienti dal Nazra Palestine Film Festival: «In questa prima occasione di incontro della città di Reggio Emilia con il cinema della e sulla Palestina, si mette in mostra la vitalità del popolo palestinese». Sarà possibile confrontarsi e discutere con un rappresentante del Festival palestinese.

Alle ore 18 presso la Sala degli Specchi del Teatro Municipale Valli sarà presentato Cose che non si assomigliano neanche, film di Piergiorgio Casotti sul Festival Aperto, narrato da Vasco Brondi (voce di apertura Antonio Rezza, con la partecipazione straordinaria di Angelo Martini e Luciano del Rio), prodotto dal Reggio Parma Festival e coprodotto dalla Fondazione I Teatri Reggio Emilia / Festival Aperto: «Una persona (interpretata da Vasco Brondi) segue per la prima volta il Festival Aperto; è la  decima edizione, 2018, intitolata Passaggi. È un tipo curioso. Va agli spettacoli, ma è interessato anche a ciò che si muove loro intorno: gli  artisti e gli operatori dietro le quinte, il pubblico, i diversissimi  tipi  di  cui è composto, fino ai contesti che racchiudono il Festival, appena fuori dal teatro, nei locali, nellepiazze. Il nostro personaggio è un osservatore. L’occhio isola dettagli, lampi, frazioni di tutto ciò che incrocia. Si imbatte in aneddoti e vecchie storie. Nascono domande, a volte senza risposta. Quanti passaggi! Dal ventre profondo dei tre teatri del Festival alla cittàtrasfigurata…».

La ricca giornata si concluderà al Teatro San Prospero dove, alle ore 22.30 circa, sarà proposta una selezione internazionale di cortometraggi. Sarà presentato personalmente dal regista inglese Charlie Manton, vincitore del Premio Oscar 2019 per i corti studenteschi, il recentissimo November 1st. Tra gli altri corti in programma vale inoltre segnalare l’anteprima italiana di Nevoeiro di Daniel Veloso (Portogallo, 15′).

Spettacolo del Teatro dell’Orsa: ingresso 10 €. Tutti gli appuntamenti: ingresso libero e gratuito.

La Libreria Punto Einaudi si trova in via Emilia San Pietro, 22 a Reggio Emilia.

Il Teatro Valli si trova in piazza Martiri del 7 Luglio, 1 a Reggio Emilia.

Il Teatro San Prospero si trova in via Guidelli, 5 a Reggio Emilia.

Info e programma dettagliato: http://www.reggiofilmfestival.it/.




PRATO CARNICO GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE

Con tutto il cuore. Anche quest’anno, nella prossimità del 25 novembre riparte il concerto ANNA HA VISTO LA LUNA, di Edoardo De Angelis dedicato a tutte le donne alle quali non siamo stati bastevolmente riconoscenti. Il giorno sabato 16 novembre appuntamento alle 20,30 con il cantautore a  PRATO CARNICO(UD) nel concerto dedicato a tutte le donne e contro la violenza di genere ANNA HA VISTO LA LUNA da Lella a Non ammazzate Anna. Al concerto di Edoardo de Angelis che si terrà nell’ Auditorium Comunale con ingresso libero , seguirà il giorno 23  novembre l’incontro con Carlo Tolazzi in La miniera e il canarino la storia delle donne emarginate di Verzegnis protagoniste dello strano caso di invasamento collettivo al femminile che tra il 1878 e 1879 perturbo la piccola comunità carnica.

per informazioni : anagrafe@com-pratocarnico.regione.fvg.it 

o Comune di Prato Carnico tel.043369034

Questa di Marinella…storie di donne, storie di violenza” è un progetto promosso dal Comune di Prato Carnico in collaborazione con l’Associazione Voce Donna Onlus Pn, Voce Donna Friuli e l’Associazione A.C.CulturArti e realizzato grazie al contributo della Regione Friuli Venezia Giulia (Direzione centrale lavoro, formazione, istruzione e famiglia) nell’ambito delle iniziative speciali volte a contrastare la violenza di genere nei confronti delle donne.
“Questa di Marinella…storie di donne, storie di violenza” è un progetto che si pone l’obiettivo di accrescere la consapevolezza nelle persone in merito alla tematica della violenza di genere e alla condizione femminile in contesti difficili attraverso la forza della musica e delle parole e avviare un percorso di cambiamento pro-attivo promuovendo il senso dell’accoglienza, dell’ascolto e del rispetto reciproco anche facendo riflettere sugli stereotipi e il linguaggio ostile.

Enrico Liotti




Perigeo, rivive il mito con un libro, sabato 16 NOVEMBRE a Sacile alVolo del Jazz

Presentazione del libro PERIGEO – UNA STORIA di Luigi Onori
e concerto degli ARTROBIUS (Formazione tributo Perigeo)

L’AUTORE LUIGI ONORI (con Ada Montellanico)

Un libro che riaccende i riflettori sul gruppo italiano di culto negli anni ’70 – protagonista del jazz-rock. Seguirà il concerto degli Artrobius, gruppo che si è formato nei primi anni ’70 durante l’epoca d’oro del “progressive” e al termine un brindisi con i vini di Tenuta Vistorta.

Ingresso gratuito su prenotazione.