Il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia ricorda Omero Antonutti

Il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia ricorda con affetto e immenso rimpianto Omero Antonutti. Oltre ad essere il raffinato, eccellente interprete che tutto il teatro ed il cinema italiani hanno ammirato e applaudito, per lo Stabile regionale Omero Antonutti è stato un generoso amico, che ha condiviso tappe fondamentali dei suoi oltre sessant’anni di storia.

 

In scena a Trieste fin dalla seconda metà degli anni Cinquanta, ancora nella sede del Teatro Nuovo, negli spettacoli degli allievi della Scuola di Recitazione Silvio D’Amico, Omero Antonutti è entrato presto nella Compagnia del Teatro Stabile della Città di Trieste, interpretando testi di Gogol, Labiche, Goldoni, Pirandello, Shakespeare, Svevo, Nicolaj, Giacosa, Brecht e distinguendosi in prove importanti.

Alla fine degli anni Sessanta, entra nella Compagnia del Teatro Stabile di Genova, un rapporto che mantiene a lungo, ed interpreta altri ruoli memorabili, con cui è spesso ospite sul palcoscenico del Politeama Rossetti: da “Una delle ultime sere di carnevale” di Goldoni a “Madre Coraggio e i suoi figli” di Brecht, alla straordinaria edizione de “I rusteghi” del 1974, dove interpretava Canciano, accanto a Lucilla Morlacchi, Gianni Galavotti, Camillo Milli, Lina Volonghi, sempre diretto da Luigi Squarzina. Dal successo ottenuto in “Padre padrone”, film di Paolo e Vittorio Taviani del 1977, intraprende una grande carriera cinematografica internazionale. Ma non basterebbero molte pagine a raccontare la sua ricca parabola artistica.

 

Allo Stabile ritorna spesso, vivendone momenti e progetti significativi: prende parte agli eventi per i quarant’anni e per il Sessantennale dell’attività del Teatro, nel momento del temporaneo passaggio di sede alla Sala Tripcovich per restauro, è bravissimo protagonista – al fianco di Goran Bregovic – del poetico “Opera 1999”… Fino agi anni recenti: nel 2016, coinvolto dal direttore Franco Però,  regala un’interpretazione profondamente emozionante in “Genius Loci”, produzione firmata da Andrea Collavino per ricordare il terremoto del 1976 in Friuli.

L’ufficio stampa del Teatro Rossetti

 

 




PALMANOVA: prorogata la campagna abbonamenti del TEATRO MODENA

Palmanova – La stagione teatrale del Gustavo Modena aprirà il sipario domenica 17 novembre con una delle serate più attese, quella che avrà per protagonisti Massimo Lopez e Tullio Solenghi, impegnati nel loro Show.
La campagna abbonamenti si è conclusa, ma Circuito ERT e amministrazione Comunale hanno deciso di prorogarla ancora per qualche giorno per permettere a chi lo desideri di prenotare il proprio posto a teatro per tutta la stagione. La campagna abbonamenti in Teatro riapre, quindi, da mercoledì 6 novembre a sabato 9 novembre (dalle 17.30 alle 19.45) e sarà possibile abbonarsi anche nelle giornate dedicate alla prevendita del primo spettacolo: venerdì 15 e sabato 16 novembre dalle 17.30 alle 19.45 e domenica 17 novembre dalle 17.30 all’inizio dello spettacolo.
Il cartellone, dopo lo Show iniziale di Lopez e Solenghi, proseguirà con La Locandiera di Goldoni con Amanda Sandrelli, la danza contemporanea di Mvula Sungani con Odyssey Ballet, la commedia Le regole per vivere, il nuovo spettacolo di Giuliana Musso La Scimmia, la commedia corale campione di incassi La casa di famiglia e l’adattamento teatrale de I Miserabili di Victor Hugo, firmato da Franco Però per lo Stabile del FVG con protagonista Franco Branciaroli. 

 

Aggiornamenti e approfondimenti sulla stagione del Teatro Modena sono disponibili sui siti web dell’ERT e del Comune di Palmanova, nonché sui rispettivi profili Facebook e Twitter. Informazioni: Teatro Gustavo Modena 0432.924148; Comune di Palmanova 0432.922131.

 




LA SECONDA PATRIA 07 nov. ore 18.30 Cinema Ariston – Trieste Viale Romolo Gessi, 14

giovedì 07 novembre 2019
ore 18.30
Cinema Ariston – Trieste Viale Romolo Gessi, 14


LA SECONDA PATRIA 

di Paolo Quaregna
prodotto da Rean Mazzone e Paul Cadieux
una produzione Ila Palma-Dream Film, Filmoption International
in partecipazione con Istituto Luce-Cinecittà Italia, Canada 2019
80’, colore e b/n (riprese e repertorio)

Una storia lunga e ancora attuale della migrazione di cittadini italiani negli altri paesi, un tema narrato da una visuale meno abituale, di cui i media spesso tengono poco conto: la storia lunga e ancora attuale della migrazione di cittadini italiani negli altri paesi. Una storia che nel ‘900 ha scritto una pagina enorme, toccando milioni di famiglie. E che si può riassumere con un dato minimo: si stima che nel corso del ‘900 siano partiti dall’Italia circa 30 milioni di emigranti. Attualmente i cittadini di origine italiana nel mondo sono circa 70 milioni. La seconda patria racconta un capitolo di questa storia: la vicenda dei migranti italiani in Canada, nel Quebec, una delle mete più ‘invase’ da nostri concittadini dalla seconda metà del secolo scorso. Senza che nessuno li tacciasse o descrivesse come

invasori. Anche se spesso trattati con le medesime logiche di sfruttamento.
Il film, segue il cammino della famiglia Stea, da Sannicandro di Bari, prima minatori in Belgio nell’immediato dopoguerra, poi lavoratori occasionali a Toronto e a Montreal, infine lavoratori nelle miniere di ferro di Schefferville, nel Grande Nord canadese, offre i ritratti di nove “migranti economici” e dei loro figli che hanno saputo adattarsi a una nuova vita, attivando nuove radici, senza perdere il legame con la loro “italianità”.

organizzazione: Bonawentura in collaborazione con La Cappella Underground

Ingresso € 5,00




Ale, Franz e Shakespeare: dall’8 novembre al Teatro Giovanni da Udine

Lo spettacolo sarà in scena venerdì 8, sabato 9 e lunedì 11 novembre 2019

Ale, Franz e Shakespeare: il duo comico più irriverente del nostro teatro al Giovanni da Udine con Romeo & Giulietta. Nati sotto contraria stella

 Venerdì 8 novembre alle 17.30 i due irresistibili attori e la Compagnia dello spettacolo incontreranno il pubblico in un nuovo appuntamento di Casa Teatro. Ospiti speciali Benedetta De Cecco, capitano, Ivan Minigutti, giocatore e presidente dei Madracs squadra di Powerchair Hockey, hockey su carrozzina elettrica. Conduce Emanuela Furlan, direttrice organizzativa di Mittelfest.

 Udine, 4 novembre 2019 – Il duo comico più irriverente del nostro teatro, Ale & Franz, è protagonista accanto ad altri cinque compagni di viaggio di un rendez-vous con Shakespeare inatteso, commovente, semplicemente irresistibile.  È Romeo & Giulietta. Nati sotto contraria stella, la nuova sfida che il regista Leo Muscato lancia a Shakespeare ribaltando con intelligenza e ironia i luoghi comuni della drammaturgia tradizionale. Lo spettacolo sarà in scena al Teatro Nuovo Giovanni da Udine venerdì 8 (ore 20.45), sabato 9 (ore 16.00 per Teatro Insieme e ore 20.45) e lunedì 11 novembre 2019 (ore 20.45).

Accanto ad Ale & Franz ci saranno Eugenio Allegri, Marco Gobetti, Marco Zannoni, Roberto Zanisi, Paolo Graziosi. Musiche originali di Dario Buccino, scene e costumi di Carla Ricotti, disegno luci di Alessandro Verazzi assistente alla regia Alessandra De Angelis, drammaturgia e regia di Leo Muscato, produzione di Enfi Teatro.

Venerdì 8 novembre 2019 alle 17.30 Ale e Franz e la Compagnia dello spettacolo Romeo & Giulietta, Nati sotto contraria stella incontreranno il pubblico nel foyer del Giovanni da Udine per un nuovo appuntamento di Casa Teatro – Incontri. Ospiti speciali Benedetta De Cecco, capitano, Ivan Minigutti, giocatore e presidente dei Madracs squadra di Powerchair Hockey, hockey su carrozzina elettrica. Conduzione a cura di Emanuela Furlan direttore organizzativo di Mittelfest.

Il massimo tributo del Bardo all’amore eterno, Romeo e Giulietta, si trasforma in questo spettacolo in un capolavoro di esilarante comicità. “I veri protagonisti del nostro spettacolo non sono i personaggi dell’opera, ma sette vecchi comici girovaghi che si presentano al pubblico per interpretare La dolorosa storia di Giulietta e del suo Romeo – si spiega nelle note di regia -. Sanno bene che è una storia che già tutti conoscono, ma loro vogliono raccontarla osservando il più autentico spirito elisabettiano. Sono tutti uomini e ognuno di loro interpreta più personaggi, anche quelli femminili. Il fatto è che le buone intenzioni non si sposano con le loro effettive capacità (o modalità) di stare in scena. Rivali e complici allo stesso tempo, da un lato si rubano le battute, dall’altro si aiutano come meglio possono. Convinti di essere dei bravi attori, non si rendono conto che, quando sono in palcoscenico, non riescono neanche a dissimulare i loro rapporti personali fatti di invidie, ripicche, alleanze, rappacificazioni. A volte, le intenzioni dei personaggi si confondono con le loro, provocando una serie di azioni e reazioni a catena che, in una dimensione meta-teatrale assolutamente involontaria, finiscono per massacrare la storia dell’esimio poeta! Presi singolarmente, sembrano avanzi di teatro; messi insieme, formano una compagnia tragica, involontariamente comica, quindi doppiamente tragica. Ma loro non lo sanno! Forse qualcuno lo immagina, ma preferisce non approfondire. Succede un miracolo però: nonostante tutto, la storia di Romeo e Giulietta vince su ogni cosa. In un modo o nell’altro, questi Comici, riescono a raccontare la storia dei due giovani amanti, e arrivano a farlo anche se loro “giovani” non lo sono più da tanto tempo. E in un modo o nell’altro riescono pure a far commuovere. Forse perché dalla loro goffaggine traspare una verità che insinua un forte dubbio: quello che, in questa storia, più di chiunque altro, sono proprio loro quelli… Nati sotto contraria stella”.

Biglietteria del Teatro Nuovo Giovanni da Udine aperta dal martedì al sabato dalle 16.00 alle 19.00. L’acquisto dei biglietti è possibile anche online su www.teatroudine.it e www.vivaticket.it, nei punti vivaticket e alla Libreria Feltrinelli di Udine (Via Canciani), il venerdì mattina dalle 9.30 alle 13.00.  Il 9 e 11 novembre la biglietteria di via Trento sarà attiva a partire da un’ora e mezza prima dell’inizio degli spettacoli. Per info: tel. 0432 248418 e biglietteria@teatroudine.it. Previste speciali riduzioni per i possessori della G-Teatrocard.

TEATRO NUOVO GIOVANNI DA UDINE

venerdì 8 novembre – ore 20.45

sabato 9 novembre – ore 16.00 Teatro Insieme

sabato 9, lunedì 11 novembre 2019 – ore 20.45

Romeo & Giulietta

NATI SOTTO CONTRARIA STELLA




Serie A: Juve e Inter vincenti, sorpresa Roma

11 a di A con doppia vittoria delle squadre in testa alla classifica.

La Juventus mantiene la prima posizione grazie alla vittoria nel derby della Mole in casa del Torino. La gara dell’Olimpico è decisa da De Ligt al 70′.

Alle 18, sempre di sabato, vittoria di rigore all’ultimo minuto dell’Inter a Bologna. Vantaggio casalingo con Soriano al 59′, pareggio di Lukaku al 75′ con lo stesso attaccante di Conte che sigla, al 92′, il rigore che porta 3 più ai nerazzurri.

Sorpresa nel primo anticipo di sabato con la Roma che batte per 2 a 1 il Napoli, che scivola al settimo posto in classifica. Nella capitale vantaggio di Zaniolo al 19′, raddoppio di Veretuot su rigore al 55′. Inutile la rete partenopea di Milik al 72′.

Terzetto al quarto posto a 21 punti con Lazio, Atalanta e Cagliari. I biancocelesti battono per 2 a 1 a San Siro un Milan in continua crisi di risultati. Vantaggio ospite con Immobile al 25′, pareggio rossonero con l’autogol di Bastos 3 minuti più tardi. Nella ripresa, all’83’, Correa porta l’intera posta in palio verso Roma.

Bella vittoria del Cagliari nello scontro diretto di Bergamo contro l’Atalanta, raggiunta in classifica proprio dai sardi che non iniziavano così bene il campionato dalla vittoria dello scudetto del 69/70. 2 a 0 grazie all’autogol di Pasalic al 32′, raddoppio di Oliva al 58′.

1 a 1 al Franchi fra Fiorentina e Parma. Vantaggio ospite di Gervinho al 40′, pareggio viola con Castrovilli al 67′.

Bella vittoria in un match rovinato dagli insulti razzisti verso Balotelli dell’Hellas Verona che supera, fra le mura amiche, il Brescia. Salcedo al 50′ e Pessina all’81’ per i padroni di casa, lo stesso Balotelli all’85’ per i bresciani  che esonerano Corini, al suo posto arriverà Grosso.

Importante successo dell’Udinese che dopo 11 gol subiti in 4 giorni si presente a Marassi con Luca Gotti in panchina dopo l’esonero di Tudor e l’attesa per il nuovo tecnico. Al 22′ va in vantaggio il Genoa con Pandev ma i bianconeri recuperano il match prima con De Paul al 32′ per ribaltare il risultato con Sema all’87’ e Lasagna al quarto minuto di recupero.

2 a 2 in terra salentina fra Lecce e Sassuolo. Vantaggio dei padroni di casa con Lapadula al 18′, pareggio ospite di Toljan. Al 42′ ancora Lecce in vantaggio con Falco, ma Berardi all’85’ non permette la vittoria agli uomini di Liverani.

Nel posticipo di lunedì sera vittoria nel finale, al 91′, della Sampdoria a Ferrara contro la SPAL. Il match salvezza è deciso dalla rete di Caprari.

Classifica dopo 11 giornate: Juventus 29; Inter 28; Roma 22; Lazio, Atalanta e Cagliari 21; Napoli 18; Fiorentina 16; Hellas Verona 15; Parma 14; Milan e Udinese 13; Bologna 12; Torino 11; Lecce e Sassuolo (1 partita in meno) 10; Genoa e Sampdoria 8; SPAL e Brescia (1 partita in meno) 7.

 

Immagine tratta da www.legaseriea.it

Rudi Buset

rudibuset@live.it

@RIPRODUZIONE RISERVATA