IL 18° RALLYLEGEND 2020 SI SVOLGERA’ DALL’8 ALL’11 OTTOBRE DEL PROSSIMO ANNO

RALLYLEGEND 2020 A CALENDARIO DALL’8 ALL’11 OTTOBRE.

GIA’ FISSATA LA DATA DELLA EDIZIONE N. 18 DELLA FESTA DEI RALLY

(credit Dario Furlan)

Repubblica di San Marino. Non si sono ancora spenti gli echi della edizione di grande successo, andata in scena meno di un mese fa, che lo staff di Rallylegend è già all’opera per predisporre la prossima. Intanto è già stata decisa la data di svolgimento di Rallylegend 2020 edizione numero 18, fissata dall’8 all’11 ottobre del prossimo anno, in quello che ormai è il tradizionale week-end “allungato” dell’evento.

(credit Dario Furlan)

(credit Dario Furlan)

(credit Dario Furlan)

Scenario sarà, come sempre, la Repubblica di San Marino. Esclusivi e sorprendenti, come solo a Rallylegend, saranno contenuti, macchine e campioni presenti.

17° RALLYLEGEND 2019 : I CONTATTI

Sito Web : www.rallylegend.com

Social Area:

Facebook: https://www.facebook.com/officialrallylegend/?ref=hl

Twitter: https://twitter.com/rallylegend

Instagram: https://www.instagram.com/rallylegendofficial/

YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCnFn4qD2nYj-lNsbcxEyl2A




‘Borderline’, il secondo album dei friulani The Young Tree

 

La band friulana The Young Tree presenta il secondo album, Borderline, prodotto da Madaski (Africa Unite). È un’opera ricca di tematiche umane e sociali che affrontano aspetti della nostra quotidianità e della società in cui viviamo, riflessioni più introspettive e omaggi alla musica e alla natura.

Anticipato dal singolo omonimo, Borderline continua il percorso iniziato con il loro primo album Seed, allontanandosi dai canoni spesso imposti in un genere musicale come il reggae. In questa occasione, la produzione artistica aiuta a definire l’identità sonora della band, grazie alla mano esperta di uno dei membri della storica formazione Africa Unite.

Parlando dell’album, Madaski afferma: “È stata senza dubbio la produzione artistica più interessante che abbia mai fatto per una reggae band. I temi inclusi nell’album spaziano attraverso atmosfere molto diverse e molto ampie per influenze, suoni e stili. La vocalità è davvero curata e crea linee melodiche piuttosto inedite e si inserisce molto bene nel tessuto musicale. La band ha mostrato una grande apertura mentale e la volontà di rinnovare un suono spesso invecchiato, in fuga da luoghi comuni. Secondo me, The Young Tree è il gruppo più talentuoso di questo genere che si possa trovare oggi in Italia”.

Borderline è disponibile su tutte le piattaforme digitali e in formato CD può essere trovato ai concerti della band.

Comunicato stampa: Agenzia RunitAgency

Pubblicazione: Furlan Guendy




VRE dal 5 al 9 nov. all’ex Caserma Guido Reni ROMA

VRE Virtual Reality Experience
Virtuality becomes reality

5- 9 novembre appuntamento all’ex Caserma Guido Reni per la prima edizione di VRE – Virtual Reality Experience (vrefest.com), evento internazionale interamente dedicato a VR/AR/XR: le sigle della tecnologia e del linguaggio immersivo che stanno cambiando il nostro futuro, dalla scienza all’arte, dalla medicina alla musica e al cinema, dalla comunicazione al mondo aziendale. Ideato e prodotto da Iconialab, sotto la direzione artistica di Mariangela Matarozzo – che già aveva firmato il futuristico Mashrome Film Fest – questo appuntamento – all’interno di Videocittà, il Festival della visione ideato da Francesco Rutelligiunto alla seconda edizione e in programma fino a dicembre a Roma -invaderà una sezione dei padiglioni dell’ex Caserma Guido Reni in una full immersion tra nuove opere da tutto il mondo, speech, incontri, esperienze virtuali, performance VR.



Politeama Rossetti: Il Grigio” di Giorgio Gaber e Sandro Luporini, con Elio 4 e 5 novembre

Generali offre alla città di Trieste “Il Grigio” di Giorgio Gaber e Sandro Luporini, con Elio – lo storico leader delle Storie Tese – diretto da Giorgio Gallione. L’evento è in scena al Politeama Rossetti lunedì 4 e martedì 5 novembre. Dopo il periodo di prelazione per le scuole di Trieste e i dipendenti del Gruppo Generali, i biglietti sono ora a disposizione di tutti gli interessati.

Lunedì 4 e martedì 5 novembre Generali con Valore Cultura, il programma per rendere l’arte e la cultura accessibili a un pubblico sempre più vasto, offre alla città di Trieste un importante momento di cultura e spettacolo. Andrà infatti in scena al Politeama Rossetti “Il Grigio” di Giorgio Gaber e Sandro Luporini, nella drammaturgia e regia di Giorgio Gallione e con uno straordinario protagonista: Elio, lo storico leader delle Storie Tese, sempre più di frequente impegnato sui palcoscenici teatrali.

L’iniziativa è realizzata in collaborazione con il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, dopo il successo ottenuto lo scorso anno da “Tempo di Chet. La versione di Chet Baker” con Paolo Fresu.

L’evento offerto da Generali, dunque, anche quest’anno dona cultura e intrattenimento raffinato armonizzando musica e teatro, in una drammaturgia intessuta d’ironia e acutezza tipica della poetica  e dell’intuito di Giorgio Gaber.

Dopo essere stata proposto in prelazione ai ragazzi delle scuole e ai dipendenti Generali, l’evento resta accessibile agli altri spettatori interessati, che hanno a loro disposizione un’ottima selezione di posti, al prezzo di 5 euro. L’intero importo raccolto dall’acquisto dei biglietti verrà devoluto al Centro The Human Safety Net – Ora di Futuro di Trieste, gestito dalla Onlus CSB – Centro per la Salute del Bambino, che ha sede a Valmaura e ed è impegnata nel programma per le Famiglie.

“Il Grigio” è la storia di un uomo che si allontana da tutto e da tutti, afflitto più da problemi personali che sociali. Si ritira in campagna per stare tranquillo e concentrarsi meglio su di sé e sui propri problemi. La sua ambita solitudine è però disturbata da un fantomatico topo: è “il Grigio”, l’elemento scatenante degli incubi dell’uomo e del suo inesorabile e ironico flusso di coscienza. 

Il topo forse è un fantasma, forse solo una proiezione, ma lo aiuterà a compiere un percorso verso l’accettazione di ciò che è diverso da lui e la sua tanto agognata fine diventerà un rito per riuscire ad accettare la propria parte nera.

Giorgio Gallione che nell’ultimo decennio si è confrontato più volte con l’opera di Gaber e Luporini (da “Io quella volta lì avevo venticinque anni” con Claudio Bisio agli spettacoli con Neri Marcorè “Un certo Signor G” ed “Eretici e Corsari”), coltivava da tempo l’idea di mettere in scena questo testo che nel 1988 l’aveva profondamente colpito: «Per me – ha dichiarato – come spettatore e come giovane regista, “Il Grigio” all’epoca fu una rivelazione, un mix geniale di astrazione e immedesimazione».

Avvicinandosi oggi a questo capolavoro, con la benevola supervisione della Fondazione Gaber, Gallione ha dato vita a un adattamento in cui una decina di canzoni di Gaber, intersecandosi con il testo originale, ne amplificano le tematiche sottese. I brani sono stati riarrangiati per l’occasione da Paolo Silvestri, già complice delle precedenti incursioni del regista nell’universo gaberiano, utilizzando quattro parti pianistiche: un’ambientazione musicale estremamente contemporanea, perfetta per il talento eccentrico ed irriverente di Elio.

“Il Grigio”, produzione del Teatro Stabile di Genova, va in scena alla sala Assicurazioni Generali del Politeama Rossetti lunedì 4 e martedì 5 novembre alle ore 20.30.

Per ottenere i biglietti a 5 euro, disponibili per entrambe le serate, sarà sufficiente rivolgersi alla Biglietteria del Politeama Rossetti ed ai consueti punti vendita del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia.

Per ulteriori informazioni www.ilrossetti.it.

Enrico L.