SABATO 24 AGOSTO – CONCERTO AL TRAMONTO – REMO ANZOVINO a BIBIONE nello scenario naturalistico di PUNTA CAPALONGA

UN SUGGESTIVO APPUNTAMENTO MUSICALE NELLO SCENARIO NATURALISTICO DI PUNTA CAPALONGA A BIBIONE, TRA IL MARE E LA LAGUNA

CONCERTO AL TRAMONTO

REMO ANZOVINO

COMPOSITORE E PIANISTA FRA GLI ESPONENTI PIÙ AFFERMATI, INNOVATIVI ED ECLETTICI DELLA SCENA STRUMENTALE, NASTRO D’ARGENTO 2019 – “MUSICA DELL’ARTE”

RITORNA DAL VIVO NEL VENETO ORIENTALE A PIÙ DI 3 ANNI DALLA SUA ULTIMA ESIBIZIONE

SABATO 24 AGOSTO 2019 (inizio ore 19:30)

PUNTA CAPALONGA – BIBIONE (VE)

INGRESSO GRATUITO

“Tutto è imperfetto, non c’è tramonto così bello da non poterlo essere di più”. La frase del celebre poeta e scrittore portoghese Fernando Pessoa esprime al meglio l’idea di un concerto al tramonto, una vera e propria esperienza a trecentosessanta gradi per l’artista, per gli organizzatori e soprattutto per il pubblico.

Domani, sabato 24 agosto alle ore 19:30, lo scenario di Punta Capalonga a Bibione, al confine tra il mare e la laguna, ospiterà uno straordinario “Concerto al Tramonto”, nell’ottica di far scoprire questo strepitoso patrimonio naturalistico e di far vivere al pubblico una esperienza veramente unica ed esclusiva (ingresso gratuito, accesso per il pubblico dalla spiaggia, dallo Stabilimento balneare Seven).

Il protagonista di questo “concerto evento”, tra gli appuntamenti più suggestivi della ricca estate musicale di Bibione, sarà il compositore e pianista

Remo Anzovino_ credit Simone Di Luca

Remo Anzovino, considerato fra gli esponenti più affermati, innovativi ed eclettici della musica strumentale contemporanea, che sta vivendo una strepitosa ascesa a livello nazionale e internazionale e che ritorna, finalmente, dal vivo nel Veneto orientale a più di tre anni dalla sua ultima esibizione.

Dopo il successo dell’ultimo album di inediti Nocturne (registrato tra Tokyo, Londra, Parigi e New York e pubblicato da Sony Classical) che lo ha iniziato a far conoscere anche oltre i confini nazionali, lo scorso febbraio è arrivato il Nastro D’Argento 2019 per le colonne sonore originali dei film “Hitler contro Picasso e gli altri”, “Van Gogh tra il grano e il cielo” e “Le Ninfee di Monet” – per la serie di grande successo “La Grande Arte al Cinema” di Nexo Digital – con la Menzione Speciale “Musica Dell’Arte”, per aver reso più intensa la narrazione aggiungendo emozione alle emozioni che l’Arte riesce ad esprimere al grande pubblico attraverso il successo degli eventi speciali di cui è protagonista, accolte trionfalmente anche dalla stampa internazionale, che nell’unicità del linguaggio del compositore italiano ha riconosciuto l’importanza dell’aspetto musicale del racconto, la sua forza narrativa, il talento per la melodia e l’intelligenza compositiva.

A maggio Anzovino è stato scelto da Pianocity tra gli Ambassador del più importante festival nazionale dedicato al pianoforte e poi è volato in Giappone per i suoi primi due concerti (a Tokyo all’Auditorium Agnelli e a Osaka all’International House), rivelatisi un successo senza precedenti per un musicista italiano della sua generazione.

Da poche settimane ha chiuso una nuova colonna sonora cinematografica per il film “Frida Viva La Vida”, in uscita nei cinema a fine novembre, attualmente è in tour nelle principali rassegne estive della penisola con il suo concerto in piano solo e con lo spettacolo “La Grande Storia dell’Impressionismo”, assieme al critico d’arte Marco Goldin.

Inserito nell’ambito di “Bibione Live 2019”, il Concerto al Tramonto con Remo Anzovino è organizzato da VignaPR srl in collaborazione con il Comune di San Michele al Tagliamento e il Camping Capalonga.

VignaPR




SERGEI POLUNIN E ALINA COJOCARU IN “ROMEO & GIULIETTA”, PRIMA MONDIALE 26 AGOSTO ARENA DI VERONA

Spiazzante, travolgente, star assoluta del balletto internazionale, Sergei Polunin, la nuova “anima rock” della danza, debutta con Alina Cojocaru nella prima mondiale di Romeo & Giuliettalunedì 26 agosto (ore 21.00) all’Arena di Verona per raccontare, attraverso la danza, una delle più belle, tragiche e romantiche opere di William Shakespeare. Lo spettacolo è realizzato in collaborazione con ilFestival della Bellezza.

Una versione originale e contemporanea della celebre tragedia musicata da Prokofiev. Grazie alle coreografie di Johan Kobborg alle scene di David Umemoto – scultore e visual artist – e a un corpo di danzatori di livello mondiale, Romeo & Giulietta, pur nella fedeltà alla tradizione del balletto classico, si arricchisce di traiettorie e gestualità che aprono nuove prospettive nell’arte della danza.  Una messinscena vibrante di una delle più potenti e tragiche opere di William Shakespeare, nella città della coppia di innamorati più famosa della storia.   Al centro della scena brilla l’estro virtuoso di Sergei Polunin, celebrità di fama mondiale che innova i canoni del balletto classico, circondato dall’alone delle rockstar, diretto discendente della stirpe di geniali, sensuali, iperbolici danzatori che da Nijinsky a Nureyev hanno infiammato i teatri e l’immaginario di milioni di fan. Un Romeo post-litteram, più veloce ed eccitante, proiettato al futuro, che trova nel talento e nei muscoli del trentenne danzatore ucraino il diapason delle infinite potenzialità della danza.

Romeo e Giulietta1

Polunin, spirito inquieto e indipendente, innovatore per vocazione, fa della commistione di contesti creativi – oltre alla danza, è protagonista al cinema, nella moda, nella recitazione – il tratto distintivo di un nuovo approccio all’arte di Tersicore. L’altra metà della storia d’amore vive nella grazia e nel talento di Alina Cojocaru, Giulietta, danzatrice rumena di fama mondiale, da anni ballerina principale dell’English National Ballet e parte di alcuni tra i più prestigiosi corpi di ballo internazionali.

Grazie a un cast di eccezionali danzatori e a uno staff creativo di prim’ordine, Romeo & Giulietta riporta in vita la tragedia shakespeariana musicata da Sergei Prokofiev, con l’intenzione di raggiungere il cuore, non solo degli appassionati di balletto, ma anche di un pubblico meno esperto in materia.

L’evento si tiene in collaborazione con la VI edizione del Festival della Bellezza di Verona – I Maestri dello spirito, manifestazione ispirata proprio a DanteMozart e Shakespeare, punto di riferimento per riflessioni sulla bellezza espressa nell’opera di straordinari artisti, in scenari storici di grande suggestione architettonica e artistica.

 

Romeo & Giulietta è realizzato da Polunin ink e Show Bees

in collaborazione con ATER (Associazione Teatrale Emilia-Romagna) e con il Festival della Bellezza.

Info biglietti: https://www.ticketone.it

E.L.




ALLARME LISTERIOSI, CONFAGRICOLTURA: IN ITALIA VIGILI RIGOROSI

“L’allarme mondiale lanciato dalla Spagna per l’epidemia di listeriosi che ha colpito in particolare l’Andalusia è indispensabile per individuare i casi di contagio e monitorarne correttamente l’evoluzione. E’ giusto ricordare, tuttavia, che il fenomeno è ad oggi circoscritto alla Spagna e che è già stata individuata la causa nella contaminazione dal batterio di alcuni lotti di carne di maiale macinata messa in commercio da un’azienda di Siviglia”. 

 

E’ quanto afferma Claudio Canali, presidente della Federazione Nazionale di Prodotto Suini di Confagricoltura, in merito alla vicenda che pone i riflettori sull’epidemia che desta timore tra i consumatori.

La listeriosi è una malattia che si contrae per aver assunto alimenti infetti dal batterio Listeria monocytogenes e che si manifesta con i classici sintomi da intossicazione. “In Italia la carne è controllata dalle autorità competenti che garantiscono un altissimo livello di sicurezza alimentare e salubrità – afferma Giovanna Parmigiani, componente di Giunta confederale e imprenditrice nel comparto suinicolo – In merito alla vicenda, rassicuriamo pertanto i consumatori e li invitiamo a prediligere, laddove possibile, i prodotti di origine italiana (indicata in etichetta)”.




E’ partito ieri l’Adac Rallye Deutschland, ultima tappa interamente su asfalto del Campionato Mondiale Rally. Al via 6 equipaggi italiani

Brazzoli – Fenoli

Bostalsee, 23 agosto 2019 – Nella mattinata di ieri si è svolto lo shakedown, test su strada chiusa per le auto da gara iscritte all’evento, mentre in serata è partita la gara vera e propria con lo svolgimento della prima prova speciale cronometrata. La Sankt Wendeler Land, prologo di 5.2 km, è stata vinta dall’estone Ott Tanak in coppia con Martin Jarveoja sulla Toyota Yaris Wrc+ seguita a 0.8 secondi dalla Hyundai I20 Wrc+ di Dani Sordo e Carlos Del Barrio. Terzi i campioni del mondo in carica Sebastien Ogier e Julien Ingrassia su Citroen C3 Wrc+.

Primo tra gli equipaggi italiani Fabio Andolfi in coppia con Simone Scattolin, in gara con una Skoda Fabia R5  che attualmente ricoprono la 22.ma posizione assoluta e settima di classe Wrc2.

Andolfi – Scattolin

32.mi assoluti invece Marco Roncoroni e Paolo Brusadelli anche loro in gara su Skoda Fabia R5.

Roncoroni – Brusadelli

Roncoroni – Brusadelli

Gara particolare per loro in quanto Marco sabato compirà 50 anni. 35.mi assoluti Pedro ed Emanuele Baldaccini in gara con una Ford Fiesta R5 Mk2.

Pedro – Baldaccini

38.mi assoluti Enrico Brazzoli e Manuel Fenoli su Abarth 124 Rgt ai quali basterà arrivare sul podio di domenica per aggiudicarsi il campionato del mondo di categoria Rgt.

Brazzoli – Fenoli

Marco Oldani e Pietro d’Agostino con la loro Peugeot 208R2 invece sono 41.mi assoluti. 52.mi infine Fabio Peruzzo e Nicola Terrassan anch’essi su Peugeot 208 R2.

Oldani – d’Agostino

Da segnalare infine anche la prestazione di Simone Tempestini, italiano ma da anni in gara con licenza rumena, in gara con una Hyundai I20 R5 che è 26.mo assoluto.

Questi primi 5 km di gara sono serviti agli equipaggi per prendere confidenza sia con i mezzi a loro disposizione che con le difficili strade tedesche, in quanto oggi, 23 agosto, si comincerà a fare sul serio con tre tratti cronometrati da ripetersi due volte lungo le tortuose e strette strade che si snodano tra vigne della Mosella.

Piercarlo Donda – Foto Photofelzi