Dal 22 al 25 agosto l’Adac Rallye Deutschland, 6 gli equipaggi italiani in gara nella tappa tedesca del Campionato del Mondo Rally.

Dal 22 al 25 agosto prossimi si svolgerà l’Adac Rallye Deutschland, ultimo evento interamente su asfalto del Campionato del Mondo Rally. La gara si svolgerà su un totale di 344 km di prove speciali cronometrate suddivise nei quattro giorni di gara.

Sono 55 gli equipaggi iscritti totali, originariamente dovevano essere 56 ma lo svedesed Pontus Tidemand su Ford Fiesta Mk2 R5 ha dato forfait all’ultimo momento. Tra di essi ci sono ben 6 equipaggi italiani, oltre a Simone Tempestini che corre con licenza rumena, che cercheranno di ben figurare in terra alemanna. Alla gara tedesca sarranno presenti tutti i big del mondiale, protagonisti di numerose battaglie in questo campionato WEC, eccezion fatta per Elfyn Evans che salta anche questo evento, dopo aver perso anche il Rally di Finlandia, a causa di un infortunio patito al Rally di Estonia.

Ma torniamo ai “nostri” in gara: con il numero 45 troviamo Fabio Andolfi e Simone Scattolin che si getteranno nella mischia a bordo della solita Skoda Fabia R5, supportata da Aci Team Italia, in cerca di riconferma nel Wrc2 dopo la vittoria dello scorso Tour de Corse.

Andolfi – Scattolin (foto Dario Furlan)

Claudio De Cecco, patron della Friulmotor

Con il numero 48, anche se – come detto – iscritto con licenza rumena, correrà Simone Tempestini in coppia con Sergiu Itu in gara con la Hyundai I20 R5 della manzanese Friulmotor, protagonista in questo Wrc2. Con il numero 52 invece troviamo Pedro ed Emanuele Baldaccini in gara con una Ford Fiesta Mk2 R5 gestita dal team ufficiale M-Sport con quale disputerà quest’anno anche il Rally di Turchia e quello di Spagna. Con il numero 71 sulle portiere della loro 124 Abarth RGT ci saranno Enrico Brazzoli e Manuel Fenoli impegnati in questa stagione nella conquista del Campionato del Mondo RGT a bordo della vettura torinese, dopo aver vinto nella passata stagione il titolo in classe Wrc 3.  Con il 79 ci saranno invece i comaschi Marco Roncoroni e Paolo Brusadelli che saranno in gara con una Skoda Fabia R5, mentre con il 91 ci saranno i varesotti Marco Oldani e Pietro d’Agostino a bordo di una Peugeot 208 R2. Chiude la schiera degli italiani il veneto Fabio Peruzzo in coppia Nicola Terrassan, anche loro a bordo di una Peugeot 208 R2 con il numero 95.

Di seguito l’elenco iscritti aggiornato:

In questi “intensi quattro giorni di gara” vi terremo aggiornati sull’andamento degli equipaggi con un occhio di riguardo per i “nostri”.

Piercarlo Donda




AL VIA L’OTTAVA EDIZIONE DELL’OVERJAM — L’INTERVISTA DEL GIORNO: I MACI’S MOBILE

DAY 1

Jamcoast

Tolmino, 15 agosto 2019 – Con la giornata di oggi ha preso il via l’ottava edizione del festival Overjam a Tolmino con una cornice di pubblico che ha letteralmente invaso l’area dedicata alla manifestazione. Sono più di 40 gli artisti e i gruppi che animeranno la kermesse nei prossimi giorni, provenienti da tutta Europa ma anche da oltre oceano.

Ad inaugurare il festival alle ore 10:00 al Beach Stage sono stati i Jamcoast Crew (SLO) mentre al Maver Stage si comincerà alle ore 16:30 con i Rebel Musig (AT).

Non da meno artisti come Israel Vibration (JAM), leggende del reggae con più di 40 anni di storia alle spalle, saranno presenti oggi ad infuocare la prima serata del festival, oltre al soundsystem dei Dubbing Sun (AT), dei Wicked&Bonnie (ITA) con la partecipazione di Berise (ITA – frontman dei Shanti Powa) e ancora Maci’s Mobile (ITA) e i Raggalution (SLO).

Oltre al programma musicale, nelle giornate di venerdì 16 e sabato 17 il festival sarà animato da attività di Workshop e incontri culturali su diverse tematiche.

L’INTERVISTA DEL GIORNO:

I MACI’S MOBILE

I Maci’s Mobile nascono a Belluno nella primavera del 2000 con una formazione iniziale che conta sette elementi. Il ritmo della crew è tipico della musica giamaicana e le sonorità della nuova scena reggae conquistano subito la scena italiana.

Maci’s Mobile

Negli anni successivi i Maci’s Mobile incidono nuovi dischi, girano la penisola con diversi tour, contano differenti collaborazioni e cambi di formazione che li portano nel 2007 ad un nuovo sound introducendo elementi di elettronica e dub. Rendono poi negli anni ulteriormente ibrido il loro reggae con elettronica e pop, e coronano così il 15° anno di attività della band. L’ultimo disco vede la partecipazione dei compagni di etichetta Doro Gjat e Smania Uagliuns, oltre che ai veterani Solo Banton e Paulinho e ai rapper Claver Gold, Volo e Sandro Su.

 

Oggi siamo qui con Andrea, vocalist dei Maci’s Mobile:

  • Cosa ne pensi del Festival? Ce qualcosa che ti ha suggestionato in particolare? E’ la prima volta che vieni?

-No è la terza volta, la seconda che ci suono; è un festival molto figo perchè è un ambiente molto famigliare quindi ci sono più presupposti per viversela bene e divertirsi, poi sicuramente dove è collocato il festival aiuta molto. L’organizzazione alle spalle del festival è al top, per noi che suoniamo è un surplus avere gente preparata e competente che in un attimo ti risolve il problema.

  • Quali sono i vostri progetti futuri?

-Abbiamo pubblicato un album l’anno scorso, “monolite”, poi pochi mesi fa abbiamo pubblicato un nuovo singolo e probabilmente tra settembre e ottobre arriverà il prossimo. Il prossimo anno Maci’s Mobile fa vent’anni quindi ci sarebbe l’idea di fare qualcosa di grande.

  • La canzone che avresti voluto scrivere

-Aspettando il sole di Nef

Con questa ultima domanda vi salutiamo e vi aspettiamo domani con le ultime novità!

Servizio e foto Guendy Furlan e  Damiano Podrecca